Ronaldinho che pedata!

è sicuramente più abituato a ricevere calci che a darli. Ma sul finire della carriera, i riflessi possono anche calare. Così su un rilancio lungo, l’ex stella di Milan e Barcellona colpisce in pieno volto l’avversario. L’arbitro, probabilmente intuendo la totale involontarietà del colpo, preferisce non ammonire il brasiliano.