Chelsea: offerta shock per usare Wembley

Wembley-Stadium-in-UK_Aerial-view_5495
Il Chelsea ha presentato un offerta pari a 11 milioni di sterline (circa 15 milioni euro) all’anno per utilizzare il Wembley Stadium, come casa temporanea in sostituzione di Stamford Bridge, sottoposto a lavori di ammodernamento. L’offerta dei Blues supera quella dei rivali del Tottenham, fissata a soli 8 milioni che avrebbero bisogno di uno stadio alternativo a partire dal 2017, quando daranno il via alla ristrutturazione di White Hart Lane.

Secondo il Times, il Chelsea avrebbero sparato subito alto, in modo da avere una sede fissa per il triennio che partirà dalla stagione 2017-18.
E bene ricordare che nessuno dei clubs di Premier League potrebbe utilizzare la piena capienza di 90.000 posti a causa del limite del numero di eventi che possono essere tenuti preso il mitico stadio londinese.. Ma come rivela il portale inglese Sportsmail, le restrizioni possono essere aggirate limitando a 50.000 posti la capienza, ottenibile chiudendo l’accesso all’anello superiore.

Nelle scorse settimane Roman Abramovich aveva presentato la nuova casa dei Blues, un vecchio pallino del magnate russo: sulle ceneri di Stamford Bridge sorgerebbe un’arena di 60.000 posti (adesso sono 41.000) ad immagine e  somiglianza della Cattedrale di Westminster, con un costo impressionante stimato in circa 700 milioni di euro!

Due biglietti sopra il cielo di Wembley per la finale di FA Cup

bigliettiEntrare a Wembley per assistere alla Finale di FA Cup è un’esperienza unica e spesso difficile, causa la fortissima richiesta per i biglietti. Ed allora, in una caccia al tesoro, la federazione inglese ha spedito sulla Luna due preziosi tagliandi, con base di partenza il prato dello stadio londinese. Dopo circa un’ora di volo, il “malloppo” ha terminato il suo volo su di un albero situato  nella contea del Sussex, a sud di Londra, dove un fortunato tifoso dell’Arsenal è riuscito ad accaparrarsi glii ultimi due posti per assistere al match nel quale i Gunners hanno travolto per 4-0 l’Aston Villa, aggiudicandosi per la dodicesima volta l’ambita coppa, record per l’Inghilterra.

Mancini conferma il 2° portiere per la finale di FA Cup

Sarà ancora il 12° a disposizione di Roberto Mancini, ovvero Costel Pantilimon, a scendere in campo peer il Manchester City nella finale di FA Cup, in programma sabato a Wembley contro il Wigan. Lo stesso tecnico italiano ha confermato: “Abbiamo deciso dall’inizio della stagione di far giocare Pantilimon in coppa, quindi sabato lui merita di giocare. Hart ha vinto la FA Cup due anni fa e il campionato lo scorso anno; è il miglior portiere in Inghilterra e sono convinto che sia felice di vedere giocare sabato il suo secondo.”

In questa stagione Pantilimon, portiere anche della nazionale del suo paese, ha disputato 5 matches di FA Cup, 1 in League Cup e la Community Shield vittoriosa in agosto contro il Chelsea.

 

 

Designato l’arbitro per la finale di FA Cup

E’ stato chiamato Andre Marriner a dirigere la prossima finale di FA Cup tra Manchester City e Wigan, in programma a Wembley l’ 11 maggio. Si tratta in assoluto della terza finale della sua carriera iniziata nel 2003:  nel 2010 ha diretto lo scontro tra Manchester United e Chelsea valido per il Community Shield e la finale dei playoff di Championship tra Blackpool e Cardiff dello stesso anno.

“Sono molto onorato della scelta  perché non solo si tratta della finale di FA Cup, ma anche del 150esimo anniversario della Football Association”, ha dichiarato Marriner, arbitro internazionale dal 2009, detiene il primato di aver  concesso un penalty al 102° minuto di un match di Premier League, a seguito di un recupero concesso.

Champions League: doppia sfida Spagna- Germania

Derby rinviati (forse) alla finalissima di Wembley dopo il sorteggio di mezzogiorno a Nyon per la Champions League: Bayern Monaco – Barcellona e Borussia Dortmund – Real Madrid sono il frutto del responso del sorteggio effettuato dall’ex attaccante olandese Ruud van Nistelrooy. La strada verso Londra è così tracciata: le migliori quattro d’Europa sono anche le prime classificate nei campionati spagnolo e tedesco

Per ragioni amministrative, è stato effettuato un sorteggio per stabilire quale formazione giocherà nominalmente la finale in casa. La vincitrice del doppio confronto tra Borussia Dortmund e Real Madrid è la squadra designata.

Anche lo Shakhtar sogna Wembley e la finale

In un’intervista rilasciata al portale del massimo organismo del calcio europeo, UEFA.com, il terzino 31enne rumeno Rat descrive ciò che i tifosi della Dombass Arena possono sognare: “La nostra squadra ha dato un’immagine positiva a Donetsk e all’Ucraina in generale. Ma ci siamo fatti anche un nome. E’ importante che il nome Shakhtar risuoni quando la gente parla di calcio”.

“In Champions League più giochi, più aumenta l’esperienza e la fiducia. Lo Shakhtar ha raggiunto un livello che gli permette di giocare alla pari con le grandi squadre d’Europa, e abbiamo concrete possibilità di raggiungere la finale”.

Torna la Champions e l’UEFA inizia la vendita dei biglietti per la finale

Ecco che da martedì torna la massima competizione per clubs a livello europero e la federazione continentale inizia la vendita dei biglietti per la finale di UEFA Champions League 2013 a Wembley: a partire da inizia lunedì 11 febbraio alle 12.00(CET) esclusivamente su UEFA.com e con conclusione venerdì 15 marzo alle 18.00(CET), i biglietti non saranno venduti in ordine di prenotazione, ma verranno assegnati con un’estrazione al termine della fase di prevendita.

La finale che avrà luogo a Wembley sabato 25 maggio alle 19.45 ora locale (20.45 CET), su una capienza netta di 86.000 posti, ai tifosi e al pubblico generale saranno destinati 59.000 tagliandi. Le due squadre finaliste riceveranno 25.000 biglietti ciascuna, mentre i restanti 9.000 verranno appunto messi a disposizione dei tifosi di tutto il mondo attraverso il sito ufficiale.

Questi i prezzi in sterline:

Categoria 1: £330
Categoria 2: £230
Categoria 3: £140
Categoria 4: £60

Ecco il pallone della finale di Champions League

Adidas ha svelato il Finale Wembley, il pallone ufficiale della seconda fase della UEFA Champions League 2013, che verrà utilizzato a partire dal 12 febbraio con l’inizio degli ottavi di finale, e sarà protagonista fino alla finale in programma il 25 maggio a Wembley.

Il design del Pallone è ispirato dal fatto che quella del 2013 sarà la settima finale della massima competizione europea ad essere disputata nello stadio londinese. Wembley ha ospitato le vittorie di alcune fra le più grandi squadre della storia del calcio: il Milan nel 1963, il Manchester United nel 1968, l’Ajax nel 1971, il Liverpool nel 1978 e il Barcellona nel 1992 e nel 2011.

All’interno del disegno a stella sono stati state inserite le date in cui sono state disputate le 7 finali, compresa quella ancora da disputare.

Scolari lascia a casa Kakà e torna Julio Cesar !!

Torna in sella Scolari alla guida del Brasile, con l’unico obbiettivo di trionfare nel Mondiale di casa e ha diramato la lista dei convocati per l’amichevole del 6 febbraio prossimo a Wembley contro l’Inghilterra. Richiamo nella Selecao per l’ex portiere interista Julio Cesar, che milita nel QPR ultimo in Premier League e per Ronaldinho, che punta forte sull’inserimento nei 23 per la competizione del prossimo anno. Fuori invece il madrileno Kakà ,che subisce così “l’onta” di una doppia esclusione, dopo quella per la mancata convocazione per il match di Coppa del Re di stasera.

PORTIERI: Julio Cesar (Queens Park Rangers), Diego Alves (Valencia).

DIFENSORI: Daniel Alves (Barcelona), Adriano (Barcelona), David Luiz (Chelsea), Dante (Bayern Munich), Leandro Castan (AS Roma), Miranda (Atletico Madrid), Filipe Luis (Atletico Madrid).

CENTROCAMPISTI: Ramires (Chelsea), Arouca (Santos), Paulinho (Corinthians), Hernanes (Lazio), Oscar (Chelsea), Ronaldinho (Atletico Mineiro).

ATTACCANTI: Hulk (Zenit St Petersburg), Neymar (Santos), Lucas (Paris St Germain), Fred (Fluminense), Luis Fabiano (Sao Paulo).

L’Italia rende onore all’Emilia

Saltata l’amichevole pre-europei a Parma, la nazionale italiana affronterà Malta a Modena l’11 settembre, secondo incontro valido per le qualificazioni ai Mondiali del 2014 in Brasile e primo impegno in casa della nuova stagione.

“La presenza degli Azzurri in Emilia – ha sottolineato il presidente della Figc Giancarlo Abete – risponde al desiderio e all’impegno di tutti noi, dirigenti, tecnici e calciatori, di portare una sincera testimonianza di affetto alle popolazioni colpite dal sisma. Com’è noto la Figc e tutto il sistema calcio sono impegnati a dare un contributo concreto per una serie di iniziative di solidarietà e per il ripristino degli impianti sportivi nelle zona del terremoto, secondo un progetto che coinvolgerà tutte le componenti interne, le tre Leghe professionistiche, la Lega Dilettanti, calciatori, tecnici e mondo arbitrale”.

Prima del match in terra emiliana, gli azzurri di Prandelli scenderanno sul terreno di Berna il 15 agosto per affrontare in un match amichevole l’Inghilterra di Hodgson, rivincita dei quarti di finali di Euro 2012.