Viviano: 100 e non sentirle quando sono con la Viola

Emiliano Viviano ha atteso tanti anni prima di poter indossare la casacca della “sua” Fiorentina e tanta è stata la soddisfazione quando nel mercato estivo si è trovato a soddisfare il suo desiderio.

Per la partita contro il Chievo Verona di domenica pomeriggio, taglierà il traguardo della presenza numero 100 in Serie A e Viviano si è così espresso sul social network Twitter:Sono orgoglioso di giocare la 100esima partita in serie A domenica con la maglia della mia città”

Viviano: “Se vinciamo contro la Juve, offro io”

 La Juventus è a quota 42: 38 gare senza sconfitte nello scorso campionato, già 4 in questo. Un ulteriore stimolo per qualsiasi avversario, oltre al fatto che battere la Vecchia Signora è sempre una di quelle cose da raccontare ai nipotini.

Ma quello di domani non è un avversario qualunque, lo sa bene soprattutto Emiliano Viviano, che degli sfidanti difende i pali da questa stagione; la rivalità tra Fiorentina e bianconeri, infatti, si perde nella notte dei tempi. A rendere ancora più elettrica la vigilia della partita è il buon avvio della squadra di Montella, pronta a dar battaglia e a non lasciare nulla di intentato.

L’estremo difensore si spinge addirittura oltre, facendo fregare le mani al suo intero spogliatoio: ai microfoni de La Nazione ha promesso di pagare una cena a tutti, in caso di bottino pieno dopo i novanta minuti. Si capisce quanto il numero uno viola sia galvanizzato, dal momento che per la prima volta affronta gli storici rivali indossando la maglia gigliata, lui che è fiorentino doc, di nascita e di fede calcistica.

Per il bene del suo portafogli, gli auguriamo una gara ricca di goals ed emozioni, ma senza vincitori…

Sollievo per Viviano e la Viola: out solo due settimane

In un periodo felice per i colori viola che stanno recuperando terreno nei confronti delle altre contendenti della massima serie, durante l’amichevole di mercoledì con il Galatasaray fa era corso un brivido lungo lungo le schiene dei tifosi gigliati per l’uscita in barella del numero 1 Emiliano Viviano.

Viviano, al suo primo anno a Firenze e da sempre tifosissimo viola, sembrava colpito dalla mala sorte: la scorsa stagione era rimasto fermo ai box sei mesi per un grave infortunio al ginocchio.

Il portiere gigliato, infatti, ha riportato solo una piccola lesione al tendine della coscia che lo costringerà ad uno stop di circa 2 settimane: scongiurata dunque ogni possibile lesione ai legamenti crociati. Lo staff sanitario della Fiorentina confida di recuperare il portiere toscano per l’esordio di campionato in programma sabato 25 contro l’Udinese.

Viviano: “E’ un sogno indossare la maglia della mia Fiorentina”

 

Finalmente posso indossare la maglia della “mia” Viola! E’ stata una lunga attesa, ma ora sono felice! Grazie a tutti…”

Con queste parole, direttamente dal suo profilo di Twitter, Emiliano Viviano esprime la felicità per un sogno finalmente divenuto realtà: giocare con la squadra della sua città, nella massima Serie.

Emiliano è di Fiesole, si può quindi solo immaginare l’orgoglio di indossare i colori della Fiorentina e di poterne difendere i pali.

Sempre da Twitter, qualche tifoso gli ha risposto facendogli notare le difficoltà che inevitabilmente incontrerà, in una piazza che nelle ultime stagioni si è dimostrata assai difficile.

Per ora Viviano si gode il proprio sogno, ne siamo certi.

Julio Cesar e Viviano: sliding doors tra Milano e Londra, passando per Firenze

 

Emiliano Viviano è sempre più vicino ai pali della Fiorentina, grazie all’involontaria intercessione di Julio Cesar. Il brasiliano, infatti, è stato offerto dall’Inter al Tottenham di Andrè Villas Boas, che ha dato il benestare per l’operazione, confermando il gradimento per l’estremo difensore della Pinetina.

Un eventuale sbarco a Londra dell’Acchiappasogni sgombrerebbe la strada per Firenze al portiere toscano, anch’egli obiettivo di mercato degli Spurs. Inter e Palermo si dovranno risentire per velocizzare la trattativa e concludere il passaggio in viola dell’ex Bologna.