Coppa d’Africa: niente Marocco a causa del virus Ebola

E’ ufficiale la notizia: il timore per il virus Ebola ha portato il Marocco alla decisione di rinunciare all’organizzazione della manifestazione per il prossimo gennaio. Entro la giornata di domani la Caf deciderà se annullare la rassegna o spostare la competizione in un’altra nazione del continente e secondo indiscrezioni al momento solo Nigeria e Ghana si sarebbero dichiarate disposte ad essere paesi ospitanti.

Anche la scorsa rassegna del 2013 vide un cambio di paese: infatti la Libia, a causa delle caduta del regime di Gheddafi, dovette abdicare in favore del Sudafrica.

Coppa d’Africa 2015: il Marocco rinuncia ad organizzarla

Il virus Ebola ha portato già delle modifiche nel mondo del calcio. Per timore nei confronti dell’epidemia, il Marocco, paese organizzatore, ha espresso la rinuncia ad essere la sede della prossima competizione continentale con un comunicato ufficiale diramato in serata.

La Coppa d’Africa dovrebbe celebrarsi nel periodo 17 gennaio – 8 febbraio prossimo, tuttavia la federazione del Marocco ha voluto proporre tre possibili soluzioni: rinviare al gennaio 2016, incaricarsi dell’organizzazione per l’edizione 2017 saltando il biennio oppure rinunciare completamente, lasciando così aperto il campo a possibili sanzioni.

L’organizzazione ha preferito anticipare i tempi, esprimendo il proprio parere, poichè le qualificazione avranno termine nel prossimo mese di novembre, con l’intenzione di evitare al popolo marocchino i rischi di un possibile contagio.