La rabbia di Pozzo: Valeri è stato una sciagura

Dopo la sconfitta al 95° per mano di un penalty trasformato da Balotelli e concesso con molta generosità, il patron friulano Pozzo, dalle pagine del sito  ufficiale del club, ha esposto tutta la sua rabbia per una decisione, a suo parere, del tutto fuori luogo.

“Siamo sfortunati, inizialmente avevano designato un altro arbitro per questo incontro. Questo fischietto fa parte di quei due-tre arbitri che sono tecnicamente inadeguati a fare i direttori di gara. Già in passato mi ero espresso sul suo operato: Valeri non ha equilibrio per arbitrare in Serie A. Con lui è sempre una lotteria e in questa lotteria noi siamo sempre perdenti.  Ricordo, a memoria, gli episodi negli anni precedenti con Parma, lo stesso Milan e all’andata nella gara con la Juventus. E’ stata una sciagura, non ha equilibrio nelle decisioni fondamentali. Anche oggi ha fatto un regalo alla squadra avversaria decisivo per le sorti dell’incontro. Se la classe arbitrale escludesse fischietti come questo sicuramente migliorerebbe la situazione di tutta la categoria perché i nostri arbitri, tranne in alcuni casi, sono i migliori al mondo”.

Balotelli ritorna ed è subito doppietta: vittoria allo scadere del Milan

Comincia la rincorsa rossonera al terzo posto, ultimo buono per la Champions League. Vittoria thrilling per i rossoneri sui coriacei bianconeri friulani all’ultimo sospiro grazie al rigore calciato e realizzato da Mario Balotelli. Dopo il vantaggio iniziale, sempre grazie a SuperMario, schierato all’ultimo momento al posto di un Pazzini bloccatosi nel riscaldamento, l’Udinese raggiunge il pareggio all’inizio della ripresa grazie ad un rapido contropiede iniziato da Di Natale e concluso da Pinzi in rete sull’uscita disperata di Amelia. Il dominio rossonero in fatto di occasioni è suggellato dalla traversa dal francese Niang.

Poi allo scadere un’incursione sulla sinistra di El Shaaarawy che cade sul contrasto con Heurteaux porta l’arbitro Valeri a fischiare il rigore. Freddo, Balotelli spiazza Padelli ed il Milan ora è quarto in classifica, alla pari dell’Inter.

 

MILAN (4-3-3): Amelia , Abate , Bonera , Zapata , Constant , Flamini (40′ st Traorè), Montolivo , Nocerino (23′ st Bojan); Niang  (35′ st Robinho), Balotelli , El Shaarawy . Allenatore: Allegri

UDINESE (3-5-1-1): Padelli , Heurtaux, Danilo , Domizzi , Basta , Pinzi (35′ st Merkel), Allan , Lazzari , Gabriel Silva ; Muriel  (23’st Pereyra ); Di Natale . Allenatore: Guidolin .

ARBITRO: Valeri di Roma

RETI: 25’pt Balotelli; 10’st Pinzi, 49′ st Balotelli (rig)

Galliani entra duro su Valeri: “Arbitro inadeguato”

Prima di entrare negli uffici della Lega di Serie A per la riunione dei presidenti, Adriano Galliani non si è sottratto ai microfoni che lo circondavano e la rabbia per la sconfitta del derby di ieri sera è ancora molta e, forse, difficile da smaltire: “L’arbitro era da 4 in pagella, lo avete visto tutti. Se tutti i giornali hanno dato 4 a Valeri, una ragione ci sarà”. Così l’ad del Milan si è espresso in merito all’arbitraggio del derby.

“Ieri ai problemi nostri si sono aggiunti quelli arbitrali visti da tutti. Peccato perdere una partita che avevamo giocato solo noi. Valeri era adeguato? Ci sono i vertici arbitrali, a loro sta fare le designazioni. Cantamessa (legale del Milan) mi ha suggerito di dire che l’arbitraggio era tecnicamente inadeguato”.

Nulla e’ perduto!


Con queste parole Mister Allegri torna sulla sconfitta di sabato contro la Fiorentina che ha riportato la Juventus in cima al campionato. Sente troppo pessimismo attorno alla squadra e nonostante debba ancora fare la conta nello spogliatoio per mettere in campo un undici affidabile, l’allenatore rossonero non si dispera e spera anche nelle possibili intuzioni di un Cassano ritornato a calcare i terreni di gioco dopo ben 5 mesi da quel brutto malore avvertito lo scorso novembre.

Molto probabile l’esordio dal primo minuto del primavera De Sciglio, convocato assieme ad altri suoi due compagni considerata l’emergenza. Robinho dovrebbe fare da spalla al solito Ibra, causa l’indisponibilità di Boateng, venendo preferito al “Faraone” El Shaarawy.

Al Bentegodi di Verona troveranno un Chievo che anche quest’anno pare aver compiuto il miracolo salvezza, guidati in panchina da un Di Carlo che nella città veneta sta trovando la dimensione di tecnico abie a lavorare con poche risorse.
In avanti l’esperto Pellissier, quest’anno uomo assist per gli uomini di Campedelli, proverà a far male assieme al francese Thereau, sorpresa in termini di segnature mentre Paloschi cercherà di farsi rimpiangere per non avere ancora trovato spazio nel team del Presidente Berlusconi.

La stanchezza è il leit-motiv di questi giorni, ma stasera per le casacche rossonere conteranno solo i tre maledetti punti. Calcio d’inizio alle 20.45, diretta su Sky Calcio e Mediaset Premium , sotto la direzione di Valeri, con cui il Milan è imbattuto, peccato che la scaramanzia non scenda in campo.