Uruguay: i convocati per la Confederaations Cup

Portieri: Fernando Muslera (Galatasaray), Martin Silva (Olimpia), Rodrigo Munoz (Libertad), Juan Castillo (Danubio).

Difensori: Alejandro Silva (Olimpia), Maximiliano Pereira (Benfica), Carlos Valdez (Penarol), Matias Aguirregaray (Penarol), Diego Lugano (Malaga), Diego Godin (Atletico Madrid), Andres Scotti (Nacional) Sebastian Coates (Liverpool), Martin Caceres (Juventus).

Centrocampisti: Alvaro Gonzalez (Lazio), Alvaro Pereira (Inter), Walter Gargano (Inter), Egidio Arevalo Rios (Palermo), Diego Perez (Bologna), Sebastian Eguren (Libertad), Cristian Rodriguez (Atletico Madrid), Gaston Ramirez (Southampton), Nicolas Lodeiro (Botafogo).

Attaccanti: Luis Suarez (Liverpool), Edinson Cavani (Napoli), Abel Hernandez (Palermo), Diego Forlan (Internacional), Cristian Stuani (Espanyol), Gonzalo Castro (Real Sociedad).

Tabarez convoca ben sette “italiani” nell’Uruguay

Folta la colonia di “italiani” nell’elenco dei convocati da Oscar Washington Tabarez per le sue sfide, del suo Uruguay, contro Paraguay e Cile, valide per le qualificazioni ai Mondiali 2014:

Portieri: Fernando Muslera (Galatasaray), Martin Silva (Olimpia), Rodrigo Munoz (Libertad)

Difensori: Alejandro Silva (Olimpia) Maximiliano Pereira (Benfica), Diego Lugano (Malaga), Diego Godin (Atletico Madrid) Sebastian Coates (Liverpool), Martin Caceres (Juventus)Alvaro Pereira (Inter)

Centrocampisti: Alvaro Gonzalez (Lazio),Egidio Arevalo Rios (Palermo)Diego Perez (Bologna)Walter Gargano(Inter), Alvaro Fernandez (Al-Rayyan), Sebastian Eguren (Libertad) Cristian Rodriguez (Atletico Madrid), Gaston Ramirez (Southampton), Nicolas Lodeiro (Botafogo) Gonzalo Castro (Real Sociedad)

Attaccanti: Luis Suarez (Liverpool), Edinson Cavani (Napoli), Sebastian Fernandez (Malaga), Diego Forlan (Internacional), Emiliano Alfaro (Al-Wasl), Christian Stuani (Espanyol)

Tanti “italiani” per l’Uruguay nell’amichevole contro la Spagna

Il Ct della nazionale sudamericana dell’Uruguay ha reso note le convocazioni per l’amichevole di prestigio in programma il prossimo 6 febbraio in programma a Doha in Qatar. numerosi i giocatori che militano nelle squadre italiane su cui Tabarez punta per disputare l’anno prossimo la rassegna mondiale nel migliore dei modi.

Portieri – Fernando Muslera (Galatasaray-TUR), Martin Silva (Olimpia-PAR), Rodrigo Munoz (Libertad, PAR), Juan Castillo (Queretaro-MEX).
Difensori – Diego Lugano (Malaga-ESP), Diego Godin (Atletico Madrid-ESP), Sebastian Coates (Liverpool-ENG), Martin Caceres (Juventus-ITA), Maximiliano Pereira (Benfica-POR).
Centrocampisti – Alejandro Silva (Olimpia-PAR), Egidio Arevalo Rios (Palermo-ITA), Walter Gargano e Alvaro Pereira (Inter-ITA), Sebastian Eguren (Libertad-PAR), Sebastian Fernandez (Malaga-ESP), Diego Perez (Bologna-ITA), Alvaro Gonzalez (Lazio-ITA), Cristian Rodriguez (Atletico Madrid-ESP), Gaston Ramirez (Southampton-ENG), Nicolas Lodeiro (Botafogo-BRA).
Attaccanti – Gonzalo Castro (Real Sociedad-ESP), Edinson Cavani (Napoli-ITA), Diego Forlan (Internacional-BRA) Emiliano Alfaro (Al-Wasl-EAU), Luis Suarez (Liverpool-ENG), Christian Stuani (Espanyol-ESP).

Lutto per il calcio mondiale: morto ex portiere MAZURKIEWICZ

Per la maggioranza dei giovani lettori , il nome non avrà alcun particolare significato ,a oggi a Montevideo è venuto a mancare Ladislao Mazurkiewicz, ex portiere della nazionale uruguayana. Con la maglia della propria nazionale l’ex numero uno uruguagio ha partecipato a tre campionati del Mondo (1966, 1970 e 1974). Nel 1970 disputò una grande partita contro il Brasile di Pelè, e venne eletto alla fine della manifestazione il miglior portiere.

Fra le squadre in cui ha militato, spiccano il Penarol, con cui vinse 4 titoli nazionali, una Liberartadores ed una Coppa Intercontinentale e chiuse anche la sua carriera nel 1980, l’Atletico Mineiro ed il Granada, squadra spagnola. Era in coma da qualche giorno, è venuto a mancare all’età di 67 anni.

Recoba: la Juventus merita lo scudetto del 2006

El Chino Recoba non vuole lasciare il calcio giocato e seppure sia lontano dai riflettori, le sue prestazione nel campionato di casa, quello uruguaiano con la maglia del Nacional, lasciano spesso tracce nel web con alcune sue perle.

E su Sky Sport, domani sarà il protagonista della trasmissione “I Signori del calcio”; nell’intervista che ha concesso al canale tematico alcune parole hanno lasciato una certa impronta.

Parlando di Inter, toccare il tasto della rivalità con la Juventus non passa mai inosservato: “Da parte mia penso che quello Scudetto l’abbia vinto la Juve perché aveva dei grandi giocatori e se hanno ricevuto degli aiuti saranno felici loro. Io so che il giocatore resta sempre il più onesto, dentro al campo e nel mondo del calcio. Quando è venuto fuori che lo Scudetto era stato assegnato all’Inter, ho pensato che i giocatori non lo sentissero come proprio”.

 

Parla il procuratore di Cavani: Edinson è scosso ma ama Napoli

In merito all’episodio di furto che ha colpito la moglie dell’attaccante del Napoli, derubata di un orologio del valore di circa 18.000 euro,  Claudio Anellucci, procuratore di Edinson Cavani, è intervenuto oggi ai microfoni di Radio Crc e Radio Kiss Kiss Napoli, delineando comunque un futuro ancora partenopeo per il Matador.

“Purtroppo non è il primo episodio del genere che accade a Napoli, già qualche tempo fa dei ladri avevano svaligiato la casa di Edinson. Anch’io mi sono visto minacciare con una pistola. Addirittura nel mio caso l’hanno puntata contro mia moglie incinta.  Maria (moglie di Cavani) è ancora  provata dall’accaduto, ci vorrà del tempo ma passerà. Speriamo quanto prima. Edinson ha saputo dell’accaduto, ovviamento non è molto tranquillo. Per fortuna che il piccolo Bautista non era con lei. La nota positiva viene comunque dalla solidarietà espressa e manifestata da molti”.

Per quanto riguarda la possibilità che tale episodio possa cambiare in qualche modo il rapporto di Cavani ed il Napoli: “Dire che questo mette in bilico il rapporto con il Napoli è davvero eccessivo. Ci sarà tempo… adesso facciamo un pochino tranquillizzare il tutto”.

 

Cavani portabandiera per l’Uruguay a Londra?

Fatta la lista da Oscar Washington Tabarez dei 18 che parteciperanno ai prossimi Giochi Olimpici di Londra, è folta la pattuglia degli “italiani” che cercheranno di portare la Celeste sul podio. Assieme al Matador Cavani ci sono anche Diego Polenta del Genoa, Gastón Ramírez del Bologna, Abel Hernández e Matías Aguirregaray del Palermo.

Nelle ultime ore sta correndo la voce che vorrebbe Cavani a Londra con un ruolo importante. Il COU (Comité Olímpico Uruguayo) sta scegliendo l’atleta che porterà il Pabellón, ossia la bandiera della República Oriental del Uruguay alla sfilata inaugurale dei Giochi di Londra. In lizza oltre all’attaccante del Napoli c’è Suarez.

Domani l’annuncio ufficiale, che renderebbe più “azzurro” il cielo spesso grigio londinese.

Italia 6° nel ranking Fifa: Brasile solo 11°

Brasile  fuori per la prima volta in assoluto dalla Top Ten del ranking Fifa..

Il Brasile, 11° nella classifica del ranking Fifa pubblicata ieri, lascia la Top 10 per la prima volta da quando esiste questo tipo di graduatoria (agosto 1993) a due anni dal via dei Mondiali che giocherà proprio in casa.
Balzo in avanti della nazionale italiana finalista ad Euro 2012: gli azzurri guadagnano sei posizioni portandosi al sesto posto. In testa naturalmente sempre la Spagna campione del mondo e fresca di secondo titolo europeo consecutivo, davanti alla Germania che toglie all’Uruguay (adesso terzo) la piazza d’onore.