Fair play finanziario: colpite due squadre greche

La regola del fair play finanziario ha mietuto altre due vittime in mattinata: a farne le spese sono state stavolta due compagini greche dopo l’indagine svolta dall’organo per il controllo dell’UEFA.

Panathinaikos ed il PAS Giannina sono state escluse dalle competizioni europee in quanto si è ritenuto che la licenza concessa ai due club dalla federazione nazionale non sia stata emessa rispettando i regolamenti UEFA.

Mentre il Giannina era il club ad aver diritto a partecipare alla UEFA Europa League 2013/14 per meriti sportivi, il Panathinaikos era invece la prima squadra candidata a prenderne il posto in virtù della classifica. Ai due clubs ellenici rimane ora la possibilità di  presentare ricorso al Tribunale Arbitrale dello Sport.

Niente coppe europee per il Rapid Bucarest

Niente coppe per il Rapid Bucarest. La decisione è stata presa dal collegio consultivo della Commissione Controllo Finanziario Uefa (Cfcb) che si è riunito a Nyon. Erano otto i clubs interessati, dopo che lo scorso 21 dicembre avevano ricevuto una sanzione dal Cfcb per debiti da saldare entro il 31 marzo scorso in modo da evitare le pene. La sanzione più pesante è stata applicata nei confronti dei rumeni del Rapid Bucarest consistente in un’ammenda di 100 mila euro “e non potrà partecipare alla prossima competizione Uefa per club cui dovesse qualificarsi nelle prossime tre stagioni (2013/14, 2014/15, 2015/16)”.

Per gli ucraini dell’Arsenal Kiev solo un’ammenda complessiva pari a 75 mila euro. Invece tutto sistemato per le altre compagini: Malaga (Spagna), Hajduk Spalato (Croazia), NK Osijek (Croazia), Dinamo Bucarest (Romania), Partizan Belgrado (Serbia) e Vojvodina (Serbia) “hanno rispettato tutte le condizioni imposte dalla Cfcb e pertanto le sanzioni sospese che erano state imposte non verranno applicate”. Ricordiamo che il Malaga ha già ricevuto una condanna di quattro anni con relativa esclusione; nel caso specifico il rischio era che si potesse aggravare ulteriormente la situazione con 12 mesi aggiuntivi- rischiava un altro anno di esclusione dalla coppe.

Multa per l’Inter: puniti i cori razzisti contro il Tottenham

Sentenza pecuniaria elevata nei confronti della società nerazzurra. La Commissione disciplinare Uefa ha infatti colpito con la pena di 450mila euro la società nerazzurra in seguito agli episodi accaduti durante la gara di ritorno di Europa League contro il Tottenham:

In quell’occasione i tifosi avevano intonato alcuni cori razzisti nei confronti di Emmanuel Adebayor e Kyle Naughton, giocatori di colore degli Spurs. L’Inter adesso ha tre giorni di tempo per presentare ricorso.

Ranking UEFA: ecco le nuove classifiche per club

COEFFICIENTI STAGIONALI PER CLUB 2012/2013

1. Borussia Dortmund 32.414
2. Bayern Monaco 31.414
3. Real Madrid 27.485
4. Barcellona 27.485
5. PSG 27.350
6. Juventus 25.883
7. Malaga 25.485
8. Benfica 25.250
9. Chelsea 25.142
10. Fenerbahce 25.040

COEFFICIENTI PER CLUB 2012/2013

1. Barcellona 157.547
2. Bayern Monaco 141.751
3. Real Madrid 134.547
4. Chelsea 132.449
5. Manchester United 130.449
6. Arsenal 113.449
7. Inter 105.829
8. Porto 104.733
9. Valencia 102.547
10. Benfica 99.733

Arriva il trofeo dell’Europa League ad Amsterdam

Evento particolare oggi nella capitale olandese denominata anche la Venezia del Nord. E’ arrivato infatti in città il trofeo, del peso di circa 15 kg, che verrà assegnato nella finale che si svolgerà all’Amsterdam Arena il prossimo 15 maggio. La cerimonia ha avuto luogo presso il famoso palazzo della Borsa di Amsterdam. Gabi, capitano dell’ Atlético di Madrid campione in carica, ha portato il trofeo sul palco e lo ha consegnato nelle mani del Presidente dell’UEFA Michel Platini, che sua volta lo ha affidato al sindaco Eberhard van der Laan. Il trofeo verrà esposto al pubblico fino al giorno della finale.

Roi Michel ha dichiarato: “Di Amsterdam si ricordano le bellissime partite dell’Ajax di Johan Cruyff negli anni ’70”, affermando di essersi ispirato molto nel corso della sua formazione calcistica al mitico fantasista olandese.

 

Risoluzione del Parlamento Europeo conto il calcio truccato

Il Parlamento Europeo ha adottato una risoluzione che invita ad avere una modalità unica per lottare contro la piaga delle partite truccate nel calcio e in altri sport. Al momento viene richiesto dall’organismo europeo un approccio coordinato e a vasto raggio nella lotta contro la corruzione e la criminalità organizzata, unendo le forze di polizia, le agenzie di scommesse e le autorità giudiziarie.

Ben lieto dell’intervento comunitario è stato il presidente dell’UEFA Michel Platini, che ne ha fatto uno dei punti fondamentali del suo mandato: “Se i risultati delle partite si conoscono prima che abbiano luogo, non ha senso che vengano giocate. I bambini smetterebbero di giocare al calcio, e le persone di andare allo stadio. Siamo determinati a combattere chi imbroglia e trucca i risultati, e infliggeremo pesanti sanzioni a chiunque sia trovato colpevole di manipolare il risultato di una partita”.

L’UEFA presenta la Settimana del calcio

A margine del Soccerex European Forum in svolgimento a Manchester, l’UEFA ha colto l’occasione per presentare il nuovo piano di programmazione per gli incontri di qualificazione ad Euro 2016 ed ai Mondiali del 2018.

L’organismo calcistico europeo ha voluto lavorare sul concetto di ‘Settimana del Calcio’ con una diversa distribuzione delle partite, che si disputeranno dal giovedì al martedì. Gli orari di inizio saranno in linea di massima ore 18.00CET e 20.45CET nelle giornate di sabato e domenica e ore 20.45CET il giovedì, venerdì, lunedì e martedì. Nelle settimane in cui sono previste due partite, le squadre giocheranno giovedì e domenica o venerdì e lunedì o sabato e martedì.

Il segretario organizzativo Gianni Infantino ha specificato a tal proposito: “Gli appassionati avranno l’occasione di vedere più partite che in passato. Avere spalmato le gare di qualificazione europee su più giornate rispetto a un singolo giorno assicurerà una migliore visibilità della competizione. Ogni giorno della “Settimana del Calcio’ ci saranno da otto a dieci partite, rispetto alle 20-30 partite attuali in una sola giornata”.

L’UEFA garantisce: d’ora in avanti pugno duro contro il razzismo

Come riportato BBC, Gianni Infantino, segretario generale dell’UEFA nel corso del suo intervento alla manifestazione Soccerex che si sta svolgendo a Manchester , ha voluto evidenziare la linea che il massimo organismo calcistico europeo intende adottare per eliminare la piaga del razzismo.

«Dobbiamo adottare sanzioni visto che è una piaga ancora attuale. Noi proponiamo una squalifica di 10 giornate per i tesserati che verranno riconosciuti colpevoli. Se la responsabilità è dei tifosi, ci sarà la chiusura parziale dello stadio: con un secondo episodio verrà chiuso tutto lo stadio più un’ammenda di 50000 euro» .

Ed il Malaga è infuriato: ci volevano fuori dalla Champions

Sconfitti per 3-2 in pieno recupero, per colpa di un goal in netto fuorigioco. E così la favola degli spagnoli del Malaga si ferma di fronte all’armata giallonera del Borussia Dortmund, dopo che il 2-2 comunque garantiva l’accesso alle semifinali di Champions.

Tuttavia negli spogliatoi è esplosa la rabbia degli andalusi. Joaquín, come il resto dei suoi compagni, non ha nascosto la sua delusione per la maniera in cui il Malaga è stato eliminato ed ha mostrato la sua indignazione per l’ultima rete subita, quella decisiva: “Sospettiamo di Platini e di tutti quelli che stavano qui, perché siamo il Malaga e non il Madrid, è più facile fare questo con noi”.

Il calciatore andaluso ha così appoggiato le parole del tecnico Manuel Pellegrini: “Abbiamo pagato l’inesperienza, il mister ha ragione quando dice che un club sanzionato non può giocare la finale”, riferendosi all’esclusione del club dalla prossima edizione del torneo europeo per motivi finanziari.

I nuovi ranking Uefa dopo il mese di marzo

Classifica generale:

1 Barcellona 155.462
2.Bayern Monaco 136.465
3.Real Madrid 133.462
4.Manchester United 130.221
5.Chelsea 127.221
6.Arsenal 113.221
7.Inter 105.796
8.Porto 104.600
9.Valencia 102.462
10.Atlético de Madrid 99.462

Classifica stagione ’12-’13:

1.Borussia Dortmund 29.185
2.Real Madrid 26.400
3.Paris Saint-Germain 26.316
4.FC Bayern München 26.128
5.Juventus 25.850
6.FC Barcelona 25.400
7.Málaga CF 25.400
8.Galatasaray 23.880
9.FC Schalke 04 22.128
10.FC Porto 22.116