Inter, senza Champions il bilancio è in difficoltà

Ai microfoni di Rai Sport, il direttore generale dell’Inter Marco Fassone ha tracciato l’obiettivo stagionale con chiarezza. Solo il raggiungimento di uno dei primi tre posti in classifica permetterà alla società nerazzurra di affrontare con serenità la questione bilancio giugno 2013.

«L’Inter, in funzione dei risultati che ha ottenuto come numero di partecipazioni alla Champions dal 2003 al 2012, tra le squadre italiane è quella che ha avuto gli introiti maggiori: il dato saliente che emerge con forza è che, per un club delle nostre dimensioni, la partecipazione alla Champions League è diventata ormai vitale e determinante. Oggi il rapporto dei ricavi che c’è tra la Champions ed Europa League è più o meno uno a cinque: dalla partecipazione all’Europa League abbiamo avuto un ricavo attorno ai 7 milioni. In una partecipazione con un risultato simile nella Champions ne avremmo presi circa 35.»