Napoli – Lazio: chiesto lo spostamento del match

napoli lazio

Dopo la sconfitta di ieri nel derby da parte della Lazio, il match di domenica sera, in programma domenica prossima alle 20.45 al San Paolo di Napoli, diventa decisivo in chiave terzo posto Champions League. Agli azzurri di Benitez serve la vittoria per raggiungere e scavalcare con la classifica avulsa la Lazio ed agguantare sul filo di lana l’importazione piazza che può valere fino a 50 milioni di euro. Per i ragazzi di Pioli invece, basterà strappare un punto sul terreno partenopeo per entrare fra le big d’Europa attraverso i preliminari.

Tuttavia potrebbe essere giocato in un altro giorno la sfida fra azzurri e biancocelesti: infatti l’onorevole Marcello Taglialatela ha chiesto al Prefetto di Napoli il posticipo del big match a lunedì, in modo da evitare la concomitanza con le elezioni regionali in calendario in Campania l’ultima domenica del mese di maggio e per motivi di ordine pubblico.

Come annuncia il Corriere dello Sport, si va verso un San Paolo gremito in ogni ordine di posto. A tal proposito sono stati resi noti i prezzi dei tagliandi:

Tribuna Onore Euro 100
Tribuna Posillipo Euro 70
Tribuna Nisida Euro 50
Distinti Euro 30
Tribuna Family Euro 10
Curve Euro 20

Serie A: la tabella degli allenatori 2015-16

panchina

squadra 2014-15 2015-16
Atalanta Reja Reja
Cagliari Festa Festa ? Colantuono ? Montero?
Cesena Di Carlo Di Carlo ? Marino ?
Chievo Maran Maran
Empoli Sarri Sarri ?
Fiorentina Montella Montella ? Donadoni ? Sarri? Di Francesco?
Genoa Gasperini Gasperini
Inter Mancini Mancini
Juve Allegri Allegri
Lazio Pioli Pioli
Milan Inzaghi Conte ? Ancelotti ?
Napoli Benitez Montella ? Donadoni ? Benitez ? Mihajlovic ?
Palermo Iachini Iachini
Parma Donadoni ?????
Roma Garcia Garcia ? Montella ? Di Francesco?
Sampdoria Mihajlovic Mihajlovic ?
Sassuolo Di Francesco Di Francesco ?
Torino Ventura Ventura ?
Udinese Stramaccioni Stramaccioni
Verona Mandorlini Mandorlini

Udinese-Sassuolo, i colori del Castelfranco Calcio Femminile sulle maglie friulane

Maglia speciale Udinese_Calstelfranco Calcio Femminile

La squadra toscana è la terza vincitrice di Dacia Sponsor Day – The Split
l’inedita iniziativa di Dacia e Udinese, patrocinata dal CONI, pensata per regalare un importante momento di notorietà a storie sportive che meritano di essere raccontate.

Da tifose di compagni e fidanzati a “titolari” sul rettangolo verde.
Questa la storia delle ragazze del Castelfranco Calcio Femminile: scese in campo per gioco e, giocando, arrivate fino in Serie A.

L’allenamento di sera dopo il lavoro, le risorse che non bastano mai e i dirigenti che si autotassano. «Chi ce lo fa fare? La passione e l’idea che senza di noi tante bambine non avrebbero mai iniziato a giocare».

Domenica, il palcoscenico del calcio sarà tutto per loro e per l’intero movimento femminile che, negli ultimi anni, ha conosciuto un vero e proprio boom: +72% di giocatrici in attività.

Se quello del calcio al femminile è un mondo fatto di migliaia di tifose, il 54,8% delle donne italiane , l’immagine di una bambina che decide di indossare gli scarpini e scendere in campo è ancora considerata una sorta di tabù. Come se il calcio fosse parte di quei “mestieri” che gli stereotipi più radicati ancora considerano di esclusiva pertinenza maschile.

Eppure, le statistiche rivelano altro. Nel Paese in cui si impazzisce per i calciatori e in cui le donne, nel calcio, fanno notizia solo quando sono loro fidanzate, il numero delle ragazze che mettono gli scarpini e “sognano Beckham” negli ultimi 6 anni ha conosciuto un vero e proprio boom, con un aumento del 72% . Ecco perché su questo mondo, poco conosciuto ma in grande fermento, è venuto il momento di accendere definitivamente i riflettori e far luce su un movimento che in Italia, a differenza degli altri Paesi europei, resta confinato all’ambito dilettantistico, dove le calciatrici per vivere sono costrette a svolgere un’altra attività ed indossare gli scarpini solo a fine giornata, per continuare ad inseguire il sogno di poter, un giorno, vivere di calcio.

«Gli allenamenti iniziano proprio quando finisce la giornata lavorativa. Così si torna a casa tardi e la cena slitta sempre dopo le 22. Cosa ci spinge? La passione e l’idea che senza di noi molte bambine non avrebbero avuto la possibilità di fare del calcio il proprio sport».
A parlare è Francesca Saponetta, Direttore Generale del Castelfranco Calcio Femminile. È proprio la squadra di Castelfranco di Sotto (PI), partecipante al Campionato di Serie B, ad averla spuntata tra gli oltre 2.000 team che hanno partecipato a “Dacia Sponsor Day – The Split”, l’iniziativa lanciata da Dacia, main sponsor dell’Udinese Calcio, e patrocinata dal CONI, per premiare quell’Italia sportiva e poco nota che, con spirito di sacrificio e dedizione, riesce a distinguersi nella propria disciplina. A presiedere la giuria che permetterà alle ragazze del Castelfranco Calcio Femminile di vivere un inaspettato momento di visibilità è stato proprio il Presidente del CONI, Giovanni Malagò.

In occasione della partita Udinese – Sassuolo, prevista domenica 24 maggio, quindi, Di Natale e compagni vestiranno una maglia speciale: metà con le tradizionali strisce verticali bianconere, l’altra metà con il gialloblu del Castelfranco Calcio Femminile . Un modo insolito per offrire un palcoscenico d’eccezione, come uno stadio di Serie A, a ragazze che fanno dell’impegno e della passione la cifra del loro amore per il pallone, ma anche un’occasione per riflettere sulla scarsa considerazione riservata al movimento femminile ed invertire la tendenza, “dando un calcio” ai pregiudizi, alle idee secondo cui femminilità e leggiadria non possono coesistere con l’agonismo e la grinta necessari per vincere una partita di calcio.

«Chi ce lo fa fare? È quello che mi chiedo tutti i giorni! – afferma sorridendo Saponetta – In realtà, più di ogni altra cosa, a spingerci ad andare avanti è l’idea che per molte bambine siamo state e saremo un esempio, da seguire, un’opportunità per vincere un certo conformismo, per andare oltre e rompere schemi precostituiti».

La storia del Castelfranco Calcio Femminile inizia nel 1984, sulla scia del Trofeo Pallone Rosa, rassegna di calcio femminile organizzata in paese, diventata ben presto l’appuntamento estivo per eccellenza del panorama regionale femminile. Grazie all’entusiasmo generato dal Trofeo, un gruppo di ragazze, fino a quel momento tifose di compagni e fidanzati componenti la squadra maschile del luogo, decide di “scendere dagli spalti” ed indossare gli scarpini, iniziando un’avventura che le ha condotte fino ai campi della Serie A femminile, nel Campionato 2001/2002. Il culmine di una parabola che da quel momento inizia una graduale fase discendente, soprattutto a causa delle scarse risorse a disposizione.

«I problemi – racconta Saponetta – sono tanti, dal trasporto in occasione delle trasferte, ai materiali per l’allenamento, all’affitto che paghiamo per usufruire del campo sportivo. Non abbiamo una struttura di proprietà – spiega – e utilizziamo un impianto comunale che condividiamo con altre associazioni sportive. A tutte queste spese facciamo fronte grazie a piccoli aiuti che provengono da sponsor locali, quote associative, cene sociali, la vendita di piccoli gadget, spille, foto, organizzando feste e attraverso contributi diretti dei dirigenti che si autotassano».

Al Castelfranco Calcio Femminile, infatti, i dirigenti, sono i primi a contribuire di tasca propria, per dare ossigeno alle casse della Società. D’altra parte, nessuna della squadra viene stipendiata e solo quando c’è una leggera disponibilità economica è previsto un piccolo rimborso spese, specialmente in occasione delle trasferte. «Certo, tutto questo comporta impegno e sacrifici. Ma non possiamo evitarli se vogliamo raggiungere il nostro obiettivo che, nel breve termine, è anzitutto continuare ad esistere e poi, chissà, far tornare un giorno il Castelfranco in Serie A, come siamo state capaci di fare in passato».

L’avventura delle ragazze del Castelfranco Calcio Femminile è anche su Twitter. Sul social network sarà possibile seguire tutti i momenti della giornata, attraverso i profili ufficiali di Udinese Calcio, @Udinese_1896, e Dacia Italia, @daciaitalia. Per interagire e seguire il racconto della giornata, l’hashtag da ricordare è #DaciaSponsorDay

Napoli – Cesena : Ultimo treno per la Champions

napoli cesena

Posticipo serale davvero interessante quello che ci offre la 36-esima giornata della Serie A nel quale si scontreranno Napoli e Cesena. I partenopei in casa inseguono il quarto successo consecutivo che li proietterebbe a 3 punti dalla Lazio, il Cesena però, squadra ormai retrocessa, cercherà di dar filo da torcere ai partenopei. Benitez partirà col 4-2-3-1: a salvaguardare la porta ci sarà Andujar, in difesa Britos partirà titolare accompagnato dallo spagnolo Albiol, come terzini troveremo la coppia Maggio – Ghoulam; il centrocampo sarà quello che permetterà al Napoli di imbastire un azione offensiva, come mediani Inler- D.Lopez con il compito di scaricare palla al trio Mertens – Hamsik – Callejon, quest’ultimi dovranno inventare e sfornare assist al “Pipita” Higuain.

Di Carlo cercherà di ostacolare il Napoli schierando il 4-2-3-1: in porta ci sarà Agliardi, la coppia difensiva sarà Capelli – Kranjic mentre sulle fasce troveremo Perico e Renzetti; il centrocampo sarà il perno di qualsiasi manovra del Cesena con Mudingayi – Cascione come mediani, e il trio offensivo composto da Defrel – Brienza – Carbonero, che dovranno ricever palla e con le loro qualità tecniche dovranno offrire assist al colosso Djuric. All’andata i Partenopei calarono il poker vincendo per 4-1 al Manuzzi. Il Cesena al San Paolo non ha mai portato a casa i 3 punti, ma chissà che questa sera la banda Di Carlo non farà un piccolo scherzetto?

Autore: Claudio Micalizzi

Fiorentina – Parma: per i Viola vietato sbagliare

fiorentina parma

All’Artemio Franchi stasera ore 19:00 si assisterà a Fiorentina – Parma, penultimo match valido per la 36 giornata di Serie A. I Viola inseguono la terza vittoria consecutiva che li porterebbe ad ottenere il quinto posto in solitaria. Il Parma, nonostante problemi economici e societari, cercherà di dare il 110% per quest’incontro provando a ostacolare la fame di vittoria dei gigliati. Montella, per inseguire l’obiettivo quinto posto, schiererà il classico 4-3-3: in porta confermato il brasiliano Neto, in difesa troveremo la consolidata coppia Savic – G.Rodriguez, mentre come terzini saranno schierati Tomovic a destra e Pasqual a sinistra, con il compito di supportare la manovra offensiva dei viola; al centrocampo ritroverà la maglia da titolare Aquilani accompagnato dal duo Pizarro – Borja Valero; quest’ultimi avranno l’incarico di gestire qualsiasi azione della Fiorentina, mentre Aquilani cercherà qualche conclusione dalla lunga distanza; in attacco l’allenatore campano schiererà il trio super offensivo Ilicic – Gomez – Salah.

Donadoni risponderà col 4-5-1: fra i pali troveremo Mirante, la difesa sarà occupata da Lucarelli e Mendes come centrali e sulle fasce Feddal – Cassani; il centrocampo sarà composto da Nocerino che avrà il compito di bloccare sul nascere l’iniziativa dei viola, come esterni individueremo Gobbi e Varela che a loro volta dovranno supportare la manovra offensiva e difensiva, infine Jorquera e Mauri che dovranno smistare la palla all’unica punta che sarà Palladino. All’andata i 3 punti andarono agli ospiti, per i Viola oggi è vietato sbagliare.

Autore: Claudio Micalizzi

Roma – Udinese: “furie” giallorosse per il secondo posto?

totti roma udinese

Si prospetta un Olimpico infuocato questa sera per l’incontro Roma – Udinese, valido per la 36-esima giornata di Serie A. I precedenti sono a favore della squadra di casa con un totale di 40 vittorie mentre i friulani hanno collezionato solo 21 vittorie su 85 scontri diretti. L’ultima vittoria bianconera è datata 28/10/12, quando gli ospiti riuscirono a ribaltare il risultato da 2-0 a 2-3.

La spina nel fianco dei friulani è sicuramente Francesco Totti. L’attaccante romanista ha segnato ben 13 volte facendo diventare così l’Udinese una delle sue vittime preferite. Garcia dovrebbe schierare il 4-3-3. Tra i pali confermato come al solito De Sanctis, in difesa occuperanno il ruolo di centrali Manolas e Yanga-Mbiwa, come terzini schiererà Holebas da una parte e Torosidis dall’altra. Il centrocampo sarà occupato da Pjanic – De Rossi – Nainggolan, con quest’ultimo che avrà il compito di recuperare palla e scaricarla a Pjanic che a sua volta dovrà inventare assist per il tridente super offensivo Ibarbo – Totti – Iturbe.

Stramaccioni risponde col 4-3-1-2. A salvaguardare la porta troveremo il greco Karnezis, come centrali la coppia Domizzi-Danilo, mentre sulle fascie troveremo Piris e l’instancabile Widmer. Le novità le abbiamo a centrocampo dove partiranno con la maglia da titolare il trio Badu – Pinzi – Allan con il compito di bloccare sul nascere qualsiasi iniziativa casalinga, infine Guilherme con il compito di rubar palla, far salire la squadra e cercare di mettere davanti alla porta la coppia Thereau – Perica. Il croato viene schierato titolare per la primo volta in tutto il campionato e sicuramente vorrà mettere in mostra le sue qualità offensive. La Roma, dopo la sconfitta fuori casa contro il Milan, vorrà rifarsi e vincere per ritornare al secondo posto; dall’altra parte l’Udinese, già salvo da tempo, cercherà di mettere in difficoltà i capitolini sfruttando ogni minima occasione. Ci si aspetta un incontro davvero ricco di gol.

Autore : Claudio Micalizzi

 

Cagliari – Palermo: i sardi si giocano le ultime speranze

cagliari tifosi

Al Sant’Elia ore 15:00 l’arbitro fischierà il calcio d’inizio. Il Cagliari arriva alla partita con due risultati utili, il pareggio con la Juventus e la schiacciante vittoria col Parma. I casalinghi ancora credono nella permanenza in Serie A e per continuare a farlo oggi dovranno portare a casa i 3 punti. Dall’altra parte il Palermo, già salvo da tempo, non renderà sicuramente semplice la vita ai cagliaritani, anzi cercherà di mettere i bastoni fra le ruote. Festa schiererà molto probabilmente il 4-3-1-2, fra i pali il solito Brkic, la difesa sarà occupata da Rossettini – Diakitè come centrali e terzini Balzano – Avelar, il centrocampo sarà quello che permetterà al Cagliari di sviluppare numerose azioni offensive grazie, alle grandi qualità di M’Poku che avrà il compito di inventare e sfoderare assist alla coppia offensiva Cop – Farias.

Iachini risponde col 3-5-2, la porta sarà affidata a Ujkani, la difesa sarà occupata da Vitiello – Gonzalez – Andelkovic, il centrocampo sarà il fattore dominante con Barreto e Rigoni che saranno gli interni di centrocampo e avranno il compito di allargare il gioco ai rispettivi esterni Quaison e Lazar; in attacco ci sarà il fantasista Vazquez e dal primo minuto giocherà Belotti. Al Sant’Elia si prospetta uno scontro davvero infuocato, dove il Cagliari cercherà già dai primi minuti di portarsi in vantaggio e il Palermo proverà il contropiede vincente per punire i casalinghi. I Sardi credono ancora nella permanenza, riuscirà Festa ad ottenere i 3 punti essenziali in chiave salvezza?

Autore: Claudio Micalizzi

Serie A: la lotta per i posti in Champions ed Europa League

Europa League Champions League logo

competizione squadra punti 34-esima 35-esima 36-esima 37-esima 38-esima
Champions Lazio 62 ATALANTA Inter SAMPDORIA Roma NAPOLI
Champions Roma 61 Genoa MILAN Udinese LAZIO Palermo
Europa League Napoli 56 Milan PARMA Cesena JUVENTUS Lazio
Europa League Sampdoria 51 Juventus UDINESE Lazio EMPOLI Parma
Europa League Genoa 50 ROMA Torino ATALANTA Inter SASSUOLO
Fiorentina 49 Cesena EMPOLI Parma PALERMO Chievo
Inter 48 Chievo LAZIO Juventus GENOA Empoli
Torino 48 Empoli GENOA Chievo MILAN Cesena
 NB: in maiuscolo gare in trasferta

Serie A: calendario degli ultimi anticipi/posticipi

Nella giornata odierna la Lega di Serie A ha reso noto l’ultimo calendario dei matches da disputarsi in anticipo e posticipo validi per i turni 34-35-36-37. Solo l’ultima giornata del massimo campionato verrà disputato con il criterio della contemporaneità. Curioso che Torino – Empoli subisce per la seconda volta una variazione: fissata inizialmente il 4 maggio, data che coincide con l’anniversario di Superga, è stata posticipata di ulteriori 24 ore al martedì.

34ª GIORNATA
Samp-Juve Sabato 2 ( ore 18)
Sassuolo-Palermo Sabato 2 (ore 20.45)
Roma-Genoa Domenica 3 (ore 12.30)
Napoli-Milan Domenica 3 (ore 20.45)
Cagliari-Parma Lunedì 4 (ore 20.45)
Torino-Empoli Mercoledì 6 (ore 15)
35ª GIORNATA
Juventus-Cagliari Sabato 9 (ore 18)
Milan-Roma Sabato 9 (ore 20.45)
Chievo-Verona Domenica 10 (ore 12.30)
Empoli-Fiorentina Domenica 10 (ore 18)
Parma-Napoli Domenica 10 (ore 18)
Lazio-Inter Domenica 10 (ore 20.45)
Genoa-Torino Lunedì 11 (ore 20.45)
36ª GIORNATA
Sampdoria-Lazio Sabato 16 (ore 20.45)
Sassuolo-Milan Domenica 17 (ore 12.30)
Inter-Juventus Domenica 17 (ore 20.45)
Fiorentina-Parma Lunedì 18 (ore 19)
Napoli-Cesena Lunedì 18 (ore 21)
37ª GIORNATA
Palermo-Fiorentina Sabato 23 (ore 18)
Juventus-Napoli Sabato 23 (ore 20.45)
Empoli-Sampdoria Domenica 24 (ore 12.30)
Milan-Torino Domenica 24 (ore 20.45)