Zanetti: credo in questa Inter ed in Mazzarri

Anche se ai box per il brutto infortunio della scorsa primavera, l’argentino e capitano Zanetti scalpita e nell’attesa, in occasione della presentazione della sua autobiografia prossima all’uscita, dal titolo “Giocare da uomo” e scritta con Gianni Riotta, parla della stagione presente. “Alla mia squadra darei tra 7 e mezzo e 8. Mazzarri è un allenatore capace, credo che ci siano i presupposti per lottare per lo scudetto. Moratti? Anche se dovesse andare via, e io sarei molto triste, resterebbe comunque il simbolo dell’Inter”.

Ma il capitano nerazzurro tira anche le orecchie al suo compagno di squadra Mario Balotelli, quando parla di comportamento impeccabile che dovrebbero tenere i calciatori: “Ha ragione Allegri. Noi giocatori dobbiamo essere un esempio, soprattutto perché ci guardano i bambini. Creste e orecchini non servono”. “Mario Balotelli oscilla da buon giocatore a vero campione. Io credo che prima o poi riuscirà a trovare un suo equilibrio, anzi deve trovarlo. L’importante, e ne abbiamo parlato tante volte, che capisca che deve rimanere tranquillo”