E per Lippi vittoria all’esordio in Champions


Solo da una decina di giorni alla guida del Guanghzou, team di proprietà di un’importante azienda immobiliare cinese, Marcello Lippi ha visto la sua nuova squadra battere in casa per 1-0 la formazione giapponese del F.C. Tokyo, grazie ad una rete al 31° del primo tempo di Cleo.

Il Guangzhou approda così ai quarti della Coppa d’Asia, si tratta della prima squadra della Repubblica Popolare a tagliare questo traguardo.
Adesso si dovrà attendere il sorteggio del 14 giugno per sapere il nome della prossima avversaria, da incontrare in un match di andata e ritorno a settembre.

Lippi torna in panchina. In Cina!


Era nell’aria da tempo, ma le voce venivano presto smentite. Ora è ufficiale, Marcello Lippi, allenatore campione del mondo con la nazionale italiana nel 2006 si siederà molto presto su una panchina. Ma stavolta la scelta è particolare perchè si tratta dello Guangzhou Evergrande. L’ingaggio è decisamente elevato , 10 milioni di euro e con lui partiranno alla volta dell’estremo Oriente i fedelissimi Pezzotti, Gaudino, Rampulla e Maddaloni.

Il club è il più ricco del massimo campionato cinese, di proprietà di una potente società immobiliare, la Evergrande. Lippi è appena atterrato in Cina (1.30 di mattina del 17 maggio, le 19.30 in Italia) e domani sarà presentato ufficialmente con il suo staff, i tecnici Narciso Pezzotti e Massimiliano Maddaloni, il preparatore dei portieri Michelangelo Rampulla e il preparatore atletico Claudio Gaudino.

Domenica subito l’esordio contro·Qingdao Jonoon, ultimo in classifica. Il Guangzhou, campione in carica, è al comando anche in questo campionato con 22 punti dopo 10 turni. Non è bastato. Le sorti del tecnico coreano Lee Yang Soo erano state decise da tempo dal proprietario del club, il finanziere Xu Jiayin, in cerca di un nome internazionale da spendere. Alla fine la scelta è caduta su Lippi.
Tra le sue fila vi è l’argentino Cuenca, attirato da un ingaggio triennale stellare, 26 milioni di euro netti.

Seppure il livello della·Superleague cinese sia ancora molto basso, gli investimenti che negli ultimi mesi si stanno susseguendo stanno attirando sempre più campioni che non sono a fine carriera.