Bloccare Pirlo, l’ordine di Jupp Heynckes

Si tratta di ribaltare comunque uno 0-2 m i bavaresi tengono l’attenzione alta, il calcio italiano è da sempre indigesto per le compagini teutoniche e se si aggiunge alla statistica anche il possibile effetto stadio, il Bayern andrà comunque ad affrontare 90 minuti in cui può succedere di tutto.

Ma come all’andata la chiave del match sta nel centrocampista centrale, quel Pirlo che il tecnico dei bavaresi Heynckes ritiene ancora uno dei più forti in circolazione:«I calciatori non sono macchine, quindi non posso dare sempre il meglio. Io credo che Pirlo proverà a dare il massimo, ma cercheremo di neutralizzarlo come all’andata. Penso che sia ancora uno dei migliori centrocampisti d’Europa, spero solo che non lo dimostri»,

Ancora Bologna, ancora Konè: Napoli out dalla Coppa

I felsinei colpiscono per la seconda in tre giorni:: ancora Konè è il killer del match e stavolta nei minuti di recupero si compie il misfatto. Ripartenza veloce ed il giovane greco colpisce dalla distanza. Il Bologna affronterà nei quarti di finale l’Inter mentre i partenopei abbandonano la competizione da vincitori

Napoli 1-2 Bologna

Napoli (3-4-1-2): De Sanctis, Campagnaro, Fernandez (74′ Zuniga), Britos, Mesto, Inler, Donadel, Dossena (81′ Insigne), El Kaddouri (59′ Hamsik), Pandev, Cavani. A disposizione: Rosati, Uvini, Aronica, Behrami, Vargas. Allenatore: Mazzarri.

Bologna (3-4-1-2): Stojanovic, Sorensen, Radakovic, Carvalho, Garics, Riverola (63′ Portanova), Guarente, Abero, Pasquato, Konè, Paponi (71′ Veratti). A disposizione: Curci, Maini, Palomeque, Pescatore, Benatti, Capello. Allenatore: Pioli.

Arbitro: Doveri di Roma. Assistenti: Barbirati e Musolino. Quarto uomo: Nasca.

Marcatori: Cavani (N) 11′, Pasquato (B) 38′, Konè (B) 91′
Ammoniti: Britos (N), Fernandez (N), Inler (N), Radakovic (B), Konè (B)