Calcioscommesse: tocca a Mazzarri e Cannavaro

Questa mattina sarebbe stato il turno di Matteo Giannello, che, però, causa un’indisposizione non si è presentato negli uffici della Procura Federale in merito a dei presunti tentativi di combine nel maggio del 2010 nella partita tra Sampdoria e Napoli terminata 1 a 0 per i liguri. Nel pomeriggio, sempre relativamente a questo episodio, gli investigatori federali ascolteranno Walter Mazzarri (tecnico del Napoli), l’ex giocatore azzurro Giuseppe Mascara, Gianluca Grava e il capitano Paolo Cannavaro, questi ultimi due sono a serio rischio per omessa denuncia, visto quando dichiarato precedentemente da Giannello ai magistrati: “Decisi di fare la mia proposta per aggiustare la partita ai miei compagni di difesa e mi rivolsi a Paolo Cannavaro e a Grava, che diedero immediatamente e con estrema decisione una risposta negativa“.