Inter: Sylvinho già a Milano per lavorare con Mancini

Prima giornata nerazzurra per il nuovo assistente di Roberto Mancini: è infatti arrivato alla Pinetina Mendes de Campos Sylvio, più semplicemente Sylvinho, per pranzare assieme al tecnico dell‘Inter e l’intero staff tecnico. Il vice – Mancio vanta già nel suo recente passsato collaborazioni con il tecnico di Jesi, avendo lavorato al Manchester City.

Inter: sabato amichevole con il Chiasso di Zambrotta

Con inizio alle ore 14.30, sabato prossimo l’Inter disputerà un’amichevole presso il proprio centro sportivo della Pinetina di Appiano Gentile contro il club svizzero del Chiasso, squadra in cui milita Zambrotta. Come recita il comunicato apparso sul sito ufficiale del club nerazzurro: “L’accesso alle tribune sarà riservato esclusivamente ai membri degli Inter Club precedentemente invitati dal Centro Cordinamento”.

Il club ticinese, al momento penultima nella serie B svizzera, si preparerà contro gli uomini di Mazzarri per l’importante derby della settimana successiva contro i rivali storici del Lugano.

Moratti: capita quando uno è un artista come Cassano

Il presidente Moratti tende a minimizzare l’episodio occorso negli spogliatoi della Pinetina fra il genio barese Cassano ed il tecnico Stramacccioni: «Può capitare una situazione del genere quando c’è di mezzo un artista. Multare il giocatore? Non lo so, lascio che la dirigenza faccia le sue proposte. Non ero presente, ma tutti tendono a normalizzare la cosa. Cassano è un campione e si sa che gli artisti sono un po’ speciali. Il peggio è che cose come queste succedano, non che escano da uno spogliatoio».

Moratti chiude le porte a Paulinho

Mentre nell’aria di Milano girano le voci di un sempre più imminente arrivo di Mario Balotelli sulla sponda rossonera, il numero uno dell’Inter Massimo Moratti spegne le speranze di un arrivo di peso alla Pinetina. Uscendo dagli uffici della Saras pochi minuti fa e pressato dai giornalisti, Moratti è stato molto esplicito sulle prossime manovre: “Non ci sono le condizioni per prendere Paulinho”.

“In questo momento non si può fare, magari a giugno. Non è una questione economica, ma per gli impegni del giocatore in Brasile”. A questo punto, con la quasi certa partenza di Coutinho verso Liverpool, dove sta svolgendo ora le visite mediche, il gruppo nerazzurro aspetta rinforzi sugli esterni nelle ultime 48 ore di mercato.