Coincidenze siciliane


Mentre a Palermo, salutato da parte del super presidente Zamparini il tecnico bergamasco Mutti, si avvia a scendere il tecnico (ormai ex) senese Giuseppe Sannino, che ha guidato la squadra toscana portandola alla salvezza e lanciando il giovane Destro come attaccante di sicuro valore, alle pendici dell’Etna si sta per dire addio all’aeroplanino Montella per salutare l’arrivo (per ora possibile) di un altro tecnico di provenienza Varese, l’attuale Rolando Maran.

Il tecnico trentino ha portato la squadra biancorossa ai play-off per il secondo anno consecutivo, rilanciandola dopo il primo mese di campionato in cui Benny Carbone non era riuscito ad ottenere quei risultati necessari per un torneo tranquillo. Sembra quindi che la piazza di Varese, ritornata l’anno scorso nella serie cadetta dopo ben 25 anni di assenza, porti bene agli allenatori. Per Maran si tratterebbe della prima esperienza in Serie A, ma prima c’è da vincere la concorrenza di Marino, ben noto ai tifosi catanesi, e soprattutto gli spareggi per la promozione.

Ritornando ai rosanero, domani sera allo Stadio La Favorita si disputerà la Partita del Cuore fra la nazionale magistrati e quella dei cantanti. In tribuna Zamparini troverà il neo sindaco della città Leoluca Orlando e ci sarà l’occasione per discutere del nuovo stadio, progetto che il patron vuole assolutamente portare a termine.
L’area interessata sarebbe quella del quartiere San Filippo Neri.

Coincidenze siciliane


Mentre a Palermo, salutato da parte del super presidente Zamparini il tecnico bergamasco Mutti, si avvia a scendere il tecnico (ormai ex) senese Giuseppe Sannino, che ha guidato la squadra toscana portandola alla salvezza e lanciando il giovane Destro come attaccante di sicuro valore, sotto le pendici dell’Etna si sta per dire addio all’aeroplanino Montella per salutare l’arrivo (per ora possibile) di un altro tecnico di provenienza Varese, l’attuale Rolando Maran.

Il tecnico trentino ha portato la squadra biancorossa ai play-off per il secondo anno consecutivo, rilanciandola dopo il primo mese di campionato in cui Benny Carbone non era riuscito ad ottenere quei risultati necessari per un torneo tranquillo. Sembra quindi che la piazza di Varese, ritornata l’anno scorso nella serie cadetta dopo ben 25 anni di assenza, porti bene agli allenatori. Per Maran si tratterebbe della prima esperienza in Serie A, ma prima c’è da vincere la concorrenza di Marino, ben noto ai tifosi catanesi, e soprattutto gli spareggi per la promozione.

Ritornando ai rosanero, domani sera allo Stadio La Favorita si disputerà la Partita del Cuore fra la nazionale magistrati e quella dei cantanti. In tribuna Zamparini troverà il neo sindaco della città Leoluca Orlando e ci sarà l’occasione per discutere del nuovo stadio, progetto che il patron vuole assolutamente portare a termine.
L’area interessata sarebbe quella del quartiere San Filippo Neri.