West Ham: venduto lo stadio per trasferirsi all’Olimpico di Londra

Il West Ham United, nota squadra di Londra che milita in Premier League, ha provveduto la vendita della sua attuale casa, Upton Park, per potersi trasferire all’Olympic Park della capitale inglese, costruito per ospitare le Olimpiadi una paio di estati fa. Gli Hammers lasciano dunque così dopo un secolo il loro stadio storico, il primo match venne infatti disputato nel lontano 1904 contro il Milwall.

L’opera verrà trasformata in un grosso villaggio della East End, composto da circa 700 case; Galliard Group, questo il nome della società che ha acquistato la struttura, ha già dato incarico alla scultrice di fama internazionale Frances Siegelman di realizzare una statua dedicata alla leggenda degli Hammers Bobby Moore ed altri grandi calciatori del passato.

Il trasloco allo stadio Olimpico da parte del club londinese verrà effettuato nel 2016.

Il Brasile annienta la Corea e vola in finale a Londra (video)

Con un 3-0 perentorio il Brasile batte a Londra la Corea del Sud e vola in finale per conquistare l’oro olimpico. In goal Romulo e Damiao (doppietta). La finale, in  programma domenica, vedrà i brasiliani affrontare il Messico che si è imposto 3-1 sul Giappone .

 

http://youtu.be/RES8lEEmozo

Un Tweet razzista costa l’Olimpiade a Morganella

E’ già stato ritirato l’accredito per il Villaggio Olimpico al giocatore svizzero Michel Morganella, di proprietà del Palermo e che nello scorso campionato di serie A ha militato nel Novara.

Il calciatore domenica scorsa dopo la sconfitta per 2-1 contro la Sud Corea, ha postato un tweet sul suo profilo personale dichiaratamente razzista ed offensivo. In verlan, un gergo francese che spesso inverte le sillabe, ha scritto: «Je défonce tous les Coréens, allez tous vous brûler, bande de trésos», cioè «Voglio abbattere tutti i coreani, andate a darvi fuoco, banda di handicappati mentali».

Il responsabile della delegazione olimpica svizzera Gian Gilli ha annunciato che Morganella ha già dovuto restituire il suo accredito per i Giochi: è colpevole di aver «discriminato, insultato, e violato la dignità della nazionale sudcoreana, nonché del popolo sudcoreano». Il quotidiano svizzero Le Matin ha pubblicato un’immagine del tweet scandaloso proveniente dall’account poi puntualmente cancellato.

Il calcio continua alle Olimpiadi di Londra

 

Astinenza da pallone? Non c’è problema, la soluzione è a portata di mano.

Mandato in archivio l’Europeo di Polonia e Ucraina, gli amanti di questo sport dovranno attendere soltanto fino al 25 luglio per godere di un’altra competizione di lusso: partirà infatti, contestualmente al XXX° appuntamento con le Olimpiadi, il torneo riservato alle Nazionali di calcio.

L’evento avrà sia una parte maschile (16 squadre partecipanti) che una femminile (12 le nazioni al via) e si snoderà tra le  città di Londra – sede delle due finali previste per il 9 e l’11 agosto – Manchester, Cardiff, Newcastle, Glasgow e Coventry.

I detentori del titolo vinto a Pechino nel 2008 sono l’Argentina e gli Stati Uniti, rispettivamente medaglia d’oro uomini e donne.

L’albo d’oro vede in testa, con 3 allori, Ungheria e Regno Unito nella sezione maschile, mentre in quella femminile dominano gli USA, sempre con 3 ori.

Il nostro Paese conta soltanto un titolo, di antica memoria: fu la Nazionale pigliatutto di Pozzo, nel 1936, a battere l’Austria nella finale disputata a Berlino. In questa edizione purtroppo non ci saranno gli azzurri under-23, non qualificatisi per l’appuntamento intercontinentale.

TORNEO MASCHILE

GIRONA A Regno Unito, Senegal, Emirati Arabi Uniti, Uruguay

GIRONE B Messico, Corea del Sud, Gabon, Svizzera

GIRONE C Brasile, Egitto, Bielorussia, Nuova Zelanda

GIRONE D Spagna, Giappone, Honduras, Marocco

 

TORNEO FEMMINILE

GIRONE E Regno Unito, Nuova Zelanda, Camerun, Brasile

GIRONE F Giappone, Canada, Svezia, Sudafrica

GIRONE G Stati Uniti, Francia, Colombia, Corea del Nord