Per Ogbonna c’è anche il Napoli

Il difensore del Torino ed inserito nel gruppo degli azzurrabili di Prandelli potrebbe dover prendere un aereo e non un semplice taxi per firmare il nuovo contratto. Come riporta il Corriere dello Sport per Angelo Ogbonna, prossimo all’accordo con la Juventus fino a ieri sera, si è interessato il Napoli che, a sorpresa, ha offerto ben 15 milioni di euro nel tentativo di superare la proposta bianconera ferma al pacchetto conguaglio più il cartellino di Immobile.

I convocati di Prandelli per la Confederations Cup

Cesare Prandelli nella serata di ieri ha sciolto le sue riserve, nell’elenco dei 23 inviato alla FIFA per la prossima competizione in Brasile, spiccano le assenze dei difensori Ogbonna e Ranocchia, oltre a Poli della Sampdoria, ai cagliaritani Agazzi e Sau, al centrocampista dell’Atalanta Bonaventura ed al terzino del Genoa Antonelli, out per una forte distorsione alla caviglia.

PORTIERI: Buffon, Marchetti, Sirigu.
DIFENSORI: Abate, Astori, Barzagli, Bonucci, Chiellini, De Sciglio, Maggio.
CENTROCAMPISTI: Aquilani, Candreva, Cerci, De Rossi, Diamanti, Giaccherini, Marchisio, Montolivo, Pirlo.
ATTACCANTI: Balotelli, El Shaarawy, Gilardino, Giovinco.

Cairo chiude la porta alla Juve: mai Ogbonna bianconero

Dalle colonne odierne di Tuttosport emerge netta l’opinione del presidente Cairo sul prossimo mercato estivo e soprattutto a protezione del gioiello granata, il difensore  Angelo Ogbonna, indicato dai cugini della Juventus come un possibile elemento da inserire nella rosa a disposizione di Antonio Conte.

“Davanti ad un’offerta importante Angelo potrà lasciare i granata, ma con tutte le richieste che arriveranno non partirà certo in direzione Juventus“, le parole secche di Cairo, pubblicate questa mattina sulle pagine del quotidiano sportivo torinese

Il Liverpool su Ogbonna? Ventura frena tutti

Sebbene il match di ieri pomeriggio all’Olimpico sia stato sfortunato per il Torino, dopo la meravigliosa e sonante vittoria di settimana scorsa a Bergamo, le attenzioni della truppa di Ventura sono ben concentrate sull’obbiettivo stagionale, una tranquilla salvezza.

Ma spesso le voci di mercato tendono a disturbare un elemento della rosa del Presidente Urbano Cairo e, risponde al nome di Angelo Ogbonna, ormai in pianta stabile nella nazionale di Cesare Prandelli e sul taccuino di numerosi osservatori, ultimamente anche della Premier League. Un emissario del Liverpool infatti era ad assistere all’incontro con il Cagliari per visionare il prestante centrale granata.

Tuttavia Giampiero Ventura, nel dopopartita, era abbastanza seccato per le mire sul giocatore: “Ogbonna costa molto caro, poi subentra il presidente…”.

Cairo: con Ogbonna contratto fino al 2016, ma valuteremo “offerte irrinunciabili” (VIDEO INTERVISTA ESCLUSIVA)

E’ un Urbano Cairo raggiante quello incontrato questa mattina dai giornalisti di Calciatori.com a cui ha rilasciato una video intervista esclusiva.

Il presidente dei granata ha colto l’occasione per fare il punto della situazione sul suo Torino dopo un avvio di campionato positivo, soprattutto dal punto di vista della qualità del gioco espressa in campo.

Interrogato in merito all’importanza degli stadi di proprietà, Cairo ha sottolineato come questi possano effettivamente rappresentare una soluzione per risolvere il problema dei vuoti allo stadio. Ovviamente a patto che non diventino cattedrali nel deserto sfruttati solamente 2 ore alla settimana ma che siano realmente dei centri polifunzionali fruibili dalle famiglie sette giorni su sette.

Circa il continuo interessamento di importanti squadre su Ogbonna, Juventus in primis, il presidente ha ribadito l’importanza del difensore per il presente e per il futuro del Torino Calcio: “Abbiamo firmato a gennaio un contratto con Ogbonna valido fino al 2016. Ma se dovessero arrivare offerte irrinunciabili non sarò certamente io a tarpare le ali al calciatore. La Juventus è interessata al giocatore: ma abbiamo altre opportunità all’estero di grande livello”.

Secondo il presidente, che ha brillantemente dribblato una domanda su cosa sarebbe disposto a rinunciare per vincere un derby contro i cugini bianconeri, è importante vedere una squadra che gioca bene e diverte: “E’ meglio continuare a giocare umilmente senza fare voli pindarici. So che il derby è una partita molto importante soprattutto per i tifosi del Torino. Facciamo una cosa per volta senza volare troppo in alto con il pensiero rischiando di confonderci le idee”.

DIRITTI RISERVATI
Intervista a cura di: CALCIATORI.COM

 

Cairo: “Tengo Ogbonna”. Pero’……

Urbano Cairotoglie il suo gioiello dal mercato, almeno a parole. “Tengo moltissimo ad Ogbonna, è un nostro giocatore che da poco ha firmato un contratto di rinnovo fino al 2016. A meno di offerte folli non lo cediamo. E’ stato cercato da molte squadre (soprattutto il Milan, ndr) ma resta con noi”.

Per la società granata, quello dell’esterno 24enne sarà il tormentone dell’estate, a prescindere dalle dichiarazioni che possono via via spegnere le voci su un suo trasferimento. Senza dubbio il ragazzo nato a Cassino è uno dei prodotti di maggior talento del nostro calcio, bisognerà capire come e quando potrà essere pronto per un club di prima fascia. Ma soprattutto, quanto l’eventuale acquirente sarà disposto a versare per averlo. Sentimentalismi a parte, il Patron del Toro non è insensibile al bilancio, nè ignora il fatto che le “offerte folli” potrebbero arrivare soprattutto dall’estero, plausibilmente da società con i conti in attivo, magari grazie a capitali provenienti dagli Emirati Arabi.

Il presidente del Torino non ha parlato ai microfoni dei giornalisti, oggi in Lega Calcio, solo del difensore della Nazionale ma ha fatto cenno anche alle altre operazioni di mercato: “Per Maxi Lopez non c’è nulla, non abbiamo ancora parlato con lui anche se ho letto che ha altre preferenze. Bianchi? E’ in vacanza, quando tornerà discuteremo del rinnovo, in base ai suoi stimoli, alle nostre ambizioni. Cigarini? Leggo tanti nomi che però non corrisponde al vero.”