Confederations Cup: girone tosto per l’Italia

A San Paolo del Brasile nella giornata di sabato si sono svolti i sorteggi per la prossima Confederations Cup, prova organizzativa per i prossimi Mondiali. Alla nostra nazionale, già noto l’accoppiamento con i padroni di casa verde oro, sono state aggiunte due avversari ostici sotto il punto di vista tecnico come il Giappone guidato dal nostro Alberto Zaccheroni ed il Messico, vincitore della Gold Cup per l’America Centro-Settentrionale.

Il commissario tecnico Cesare Prandelli, attraverso il sito federale, ha comunicato le sue prime impressioni: “È un gruppo difficile e impegnativo anche per gli spostamenti, ma arriveremo preparati. L’ordine delle gare non è importante, conteranno le motivazioni. Il Brasile non può essere mai considerato giù di tono, anche se Scolari non avrà molte opportunità per provare la squadra. Noi come loro stiamo ripartendo dai giovani. Sarà emozionante affrontare Alberto, un amico vero oltre ad essere un tecnico molto preparato che ha le capacità per far fruttare al meglio le risorse che ha a disposizione”.

 

GIRONE A

1^ GIORNATA : Brasile – Giappone 15/6, ore 21Brasilia; Messico – ITALIA 16/6, ore 20, Rio de Janeiro
2^ GIORNATA: Brasile – Messico 19/6, ore 20, Fortaleza; ITALIA – Giappone 20/6, ore 24, Recife
3^ GIORNATA ITALIA – Brasile 22/6, ore 21, Salvador; Giappone – Messico 22/6, ore 21, Belo Horizonte

GIRONE B

1^ GIORNATA Spagna – Uruguay 17/6, ore 24, Recife; Tahiti – Naz.Africa 17/6, ore 21, Belo Horizonte
2^ GIORNATA: Spagna – Tahiti 20/6, ore 20, Rio de Janeiro; Naz.Africa – Uruguay 21/6, ore 24, Salvador
3^ GIORNATA: Naz.Africa – Spagna 23/6, ore 20, Fortaleza; Uruguay – Tahiti 23/6, ore 21, Recife

SEMIFINALI

1A – 2B 26/6, ore 21, Belo Horizonte; 1B – 2A 27/6, ore 20, Fortaleza

FINALE 3° POSTO

30/6, ore 18, Salvador

FINALISSIMA

30/6, ore 23, Rio de Janeiro

Un W.C. paratutto

Si potrebbe ironizzare dicendo che molti portieri fanno “andare di corpo” (per usare un eufemismo). In Giappone – e dove altrimenti – hanno pensato di rendere letterale quest’idea. Come, è presto detto: in un filmato a scopo pubblicitario, l’attaccante giapponese Dragon Kubo sfida un water, a colpi di calci di rigore. Il sanitario non è ovviamente normale, ma è dotato di due telecamere ed un software che in un millesimo di secondo elabora traiettoria e calibra la potenza necessaria per “sparare” una palla ulteriore, con lo scopo di bloccare il tiro laddove il coperchio non può arrivare.

Utilità? Nessuna, ma ci siamo sbellicati dal ridere.

Per il Giappone è già (quasi) Brasile 2014

Successo della nazionale nipponica guidata da Alberto Zaccheroni nel match valido per le qualificazioni ai prossimi mondiali di Brasile 2014. Battendo per 2-1 l’Oman il Giappone ha bisogno di un solo punto (ottenibile nel prossimo marzo) per acquisire il diritto a disputare la fase finale a 32 squadre nel paese sudamericano.

Allo stadio “Sultan Qaboos Sports Complex” di Muscat Boshar i Samurai Blu si impongono sulla squadra araba, trovando nel finale la rete della vittoria dopo che Ahmed Mubarak aveva risposto al vantaggio di Hiroshi Kiyotake.

Gruppo B: a Doha (c.n.): Iraq-Australia 1-2 a Muscat: Oman-Giordania 2-1 – Classifica: Giappone 10; Australia e Oman 5; Giordania 4, Iraq 2.

Il portiere ha 4 braccia: caso diplomatico Francia – Giappone

Battuta infelice quella del presentatore transalpino di France 2, Laurent Ruquier, che ha presentato il portiere giapponese Eiji Kawashima, autore di un’eccellente prestazione contro i blues che è valsa la vittoria per 1-0,  in un montaggio “con quattro braccia, attribuendo il miracolo genetico all’effetto Fukushima“.

La reazione nipponica non si è fatta attendere; Osamu Fujimura, vice primo ministro, ha così commentato : “E’ davvero inappropriato. Abbiamo inviato una protesta formale a France 2. Questo montaggio ha offeso le persone colpite dal disastro“. Ha aggiunto il ministro dello Sport, Makiko Tanaka: “Tutto ciò denota mancanza di sensibilità. Molte persone sono state colpite dal disastro, non so nemmeno come si faccia a ridere“. Ricordiamo che nella tragedia dello scorso anno persero la vita ben 18.000 persone.

L’estremo difensore della nazionale di Zaccheroni fu già vittima in passato di un episodio poco spiacevole: nello scorso agosto, allora a difesa della porta del suo club, il Lierse, fu vittima di insulti provenienti da un folto gruppo di tifosi del Beerschot Anversa . I cori offensivi prendevano spunto proprio dalla tragedia nucleare di Fukushima.

 

Un italiano in Brasile ci andrà quasi sicuramente: Zaccheroni vicino alla meta

Qualificazioni asiatiche per i prossimi mondiali del 2014 molto più avanti rispetto a quelle europee appena iniziate ed Alberto Zaccheroni, romagnolo doc, è già vicino a conquistare il lasciapassare per volare in Sud america.
Alla guida del Giappone da qualche anno, l’ex tecnico di Milan e Udinese ha conquistato altri tre punti importanti nel match vinto in trasferta per 1-0 contro l’Iraq grazie al gol di Okazaki al 25′.

Poichè le prime due classificate accedono direttamente alla fase finale dei Mondiali, si può tranquillamente affermare con un buona dose di probabilità che i nipponici saranno fra le 32 reginette.

Classifica attuale Giappone punti 10 (4), Australia 2 (2), Iraq 2 (3), Oman 2 (3), Giordania 1 (2).