Goal con selfie in Coppa d’Africa

Il selfie di Totti nel derby romano ha fatto epoca: è stato ripetuto, senza cellulare anche dopo il goal del vantaggio, siglato dal dischetto con Andre Ayew, del Ghana in Coppa d’Africa contro il Senegal. Tuttavia il festeggiamento è stato solo temporaneo poichè il Senegal è riuscito a ribaltare il punteggio vincendo per 2-1.

http://youtu.be/xStl6QG81aw

Coppa d’Africa: niente Marocco a causa del virus Ebola

E’ ufficiale la notizia: il timore per il virus Ebola ha portato il Marocco alla decisione di rinunciare all’organizzazione della manifestazione per il prossimo gennaio. Entro la giornata di domani la Caf deciderà se annullare la rassegna o spostare la competizione in un’altra nazione del continente e secondo indiscrezioni al momento solo Nigeria e Ghana si sarebbero dichiarate disposte ad essere paesi ospitanti.

Anche la scorsa rassegna del 2013 vide un cambio di paese: infatti la Libia, a causa delle caduta del regime di Gheddafi, dovette abdicare in favore del Sudafrica.

Muntari: Essien sarà fondamentale per il Milan

Fra connazionali ci si intende meglio: così è il messaggio che Muntari ha voluto far passare attraverso i microfoni di Milan Channel in merito allo sbarco a Milanello del ghanese Essien, proveniente dal Chelsea. “Noi lo aiuteremo ad adattarsi subito e sono dell’idea che il suo apporto sarà fondamentale. Col nuovo corso di Seedorf siamo sicuri di volere fare bene. Non è facile diventare allenatori, l’importante è fare tutto con il gruppo compatto. Le cose stanno andando bene e vogliamo seguire questa strada. Noi ci aiutiamo molto l’uno con l’altro e vogliamo continuare così”.

Muntari: l’era del Barcellona non è ancora finita

Il centrocampista ghanese del Milan, Sulley Muntari, ai microfoni di Sportmediaset intervista da Carlo Pellegatti, ritiene che i blaugrana sia ancora temibilissimi e guai a ritiene che il ciclo sia alla fase finale: “Penso ancora alla sfida di San Siro con il Barcellona. Ora pensiamo al campionato e poi andiamo in Spagna per passare il turno. Non credo sia finita l’era del Barça: hanno ancora tanti campioni. Vincere la Champions? Tutto è possibile. Noi vogliamo provarci, vogliamo farlo, tutto è possibile”.

Burkina Faso: è finale dopo i penalty

Prima finale di Coppa d’Africa per il Burkina Faso, che si è qualificato battendo in semifinale il ben più accreditato Ghana per 4-3 dopo i rigori. I supplementari si erano conclusi 1-1, con reti di Wakaso al 13′ pt su rigore per i ghanesi e Bance’ al 15′ st per gli Stalloni. Poi dal dischetto il Burkina Faso ha segnato con Kone’, H. Traore’ e Bance’, mentre le Stelle Nere hanno commesso tre errori con Vorsah, Kottey e Badu. In finale il Burkina Faso domenica a Johannesburg affronterà la Nigeria che nel tardo pomeriggio aveva nettamente sconfitto il Mali per 4-1.

BURKINA FASO-GHANA: 3-4 dcr
Burkina Faso (4-4-1-1): Diakite; Koffi (90′ H.Traore), B.Kone, Koulibaly, Panandetiguiri; Rouamba, D.Kone, Nuguimbe, Pitripa; Kabore, Bancé. A disp.: Soulama, Sanou, Ouattara, P.Koulibaly, A.Traore, Balima, Sanou, Dagano, Rabo. All.: Paul Put.

Ghana (4-2-3-1): Dauda; Paintsil (10′ Asante) , Vorsah, Boye, Afful; Rabiu (47′ D.Boateng), Badu, Asamoah; Atsu, Gyan, Wakaso (104′ Clottey). A disp.: Agyei, Awal, Annan, Kwarasey, Akaminko, Mensah, Boakye, Akaminko, K.Boateng. All.: Appiah.

Arbitro: Jedidi (Tunisia)
Marcatori: 13′rig. Wakaso (G), 60′ Bancé (B)
Note: ammonizioni: Pitroipa, Koulibaly (B), Rabiu, D.Boateng (G); espulsi: Pitroipa (B)

Asamoah: voglio la finale della Coppa d’Africa

La sua Juventus ha sofferto nel mese di gennaio l’assenza sulla fascia di un cursore che sapeva mettere nell’area avversaria palloni invitanti per  gli attaccanti. Impegnato nel torneo africano con il suo Ghana, Asamoah vede nel Burkina Faso solo un intralcio verso la finale che vuole a tutti i costi .

“Siamo molto contenti di essere arrivati alle semifinali, vogliamo lottare e siamo qui per vincere. Prometto ai tifosi, come riporta il sito goal.com, che lotteremo sino alla fine. Sapevo che il nostro allenatore non aveva fatto delle brutte scelte in quanto alla rosa, in squadra ci sono tanti giocatori di talento”. Il centrocampista della Juve ha poi detto: “Non avevo dubbi che saremmo andati avanti. Nel 2010 avevamo tanti giocatori senza esperienza, ma anche in quel caso arrivammo in finale. Anche per questo motivo non sono affatto preoccupato per il prosieguo del torneo”.

Coppa d’Africa: l’elenco degli “italiani” lontani da Serie A e B

L’edizione 2013 della Coppa D’Africa sta per bussare alle porte: si svolgerà in Sudafrica dal 19 gennaio al 10 febbraio prossimi ed in questo periodo, una truppa abbastanza folta di giocatori legati a club italiani salterà i tornei nazionale di Serie A e B.

Raggiungeranno il Ghana gli ex compagni di club Kwado Asamoah, da quest’anno alla Juventus e Emmanuel Badu in forza all’Udinese; restando in casa friulana, invece, Mehdi Benatia è stato convocato dal Marocco. Con lui ci sarà anche il fiorentino Mounir El Hamdaoui.

Completano il quadro il milanista Mesbah (Algeria), il giovane laziale Onazi (Nigeria) e i giocatori di B: Boakye (Ghana), capocannoniere del Sassuolo ma di proprietà della Juventus; Obiorah (Nigeria) del Padova.

Muntari rimane al Milan: niente Coppa d’Africa

Niente viaggio oltremare per Sulley Muntari nel prossimo mese di gennaio; resterà a disposizione del tecnico Allegri a Milanello per riprendersi completamente dall’infortunio e rientrare nelle rotazioni tecniche rossonere. Infatti il ct del Ghana Kwesi Appiah ha reso nota la lista dei 25 pre-convocati per la prossima Coppa d’Africa ed il giocatore 28enne è rimasto escluso dall’elenco. Pesa ancora molto l’infortunio occorso al centrocampista nella scorsa estate durante una partitella fra amici.

Tuttavia la colonia “italiana” è ben rappresentata nella nazionale ghanese in virtù della chiamata dei centrocampisti Kwadwo Asamoah (Juventus) e Agyemang Badu (Udinese) ed il giovane attaccante Richmond Boakye in forza al Sassuolo capoclassifica della serie cadetta.