Mourinho fiero di non essere un eroe per i fans del Real


L’allenatore portoghese ha confidato di essere felice di non rappresentare un eroe per i tifosi madrileni, ma anche detto di sperare che i supporters dei blancos non mettano troppe pressioni sulle spalle dei suoi giocatori.
Partito in panchina come due settimane prima, la leggenda del club Iker Casillas è dovuto subentrare dopo soli sei minuti a causa del’espulsione del titolare Adan nel match vinto per 4-3 contro la Real Sociedad.

A tale proposito i tifosi hanno accolto con applausi il nome del numero uno della nazionale al momento della presentazione delle squadre, riservando invece fischi per lo Special One.
“Se mi fischiano per aver lasciato Iker in panchina, va bene, e se mi fischiano per le prestazioni deludenti della squadra, va  bene lo stesso per me”, ha detto Mourinho in conferenza stampa.

“I tifosi ed i media non hanno un problema con Adan, lo hanno con me per la mia decisione, ma Adan soffre per questa pressione. Io penso che ci sia una mancanza di rispetto nei suoi confronti. E’ a Madrid da 16 anni, arriva dalle giovanili ed ha diritto di essere felice. La stampa ha rovesciato un problema con Mourinho in una mancanza di rispetto verso Adan”, ha chiosato il tecnico di Oporto.