Ljajic sempre piu’ lontano dalla Fiorentina, il Borussia Dortmund lo aspetta

Adem_Ljaijc

Adem Ljajic, centrocampista  della Fiorentina, in queste ore non è più al centro della cronaca sportiva soltanto per il noto alterco avuto con Delio Rossi. Secondo alcune indiscrezioni di mercato infatti il giocatore piace al Borussia Dortmund, club campione di Bundesliga.

La notizia ha inziato a circolare in Germania attraverso Itasportpress, che attribuisce alla squadra giallonera più di un semplice interesse verso il talento serbo classe ’91, che con i viola ha un contratto in scadenza a giugno del 2014.

Non è dato sapere se i dirigenti tedeschi stiano cercando di approfittare della situazione, che vede la Fiorentina in una posizione scomoda nei confronti del proprio tesserato: attualmente Ljajic è stato messo fuori rosa ed un eventuale suo reintegro potrebbe far mugugnare ulteriormente la tifoseria viola, già da tempo apertamente in contrasto con la famiglia Della Valle e le scelte dirigenziali.

D’altro canto il serbo rappresenta un investimento, perciò le sirene di Dortmund possono concretamente portare i vertici gigliati a considerare il trasferimento, monetizzando quanto possibile ma perdendo un altro pezzo pregiato e giovane. Intanto va segnalato che il calciatore ha affidato i suoi interessi, di recente, a Fali Ramadani, già procuratore di Jovetic.

Primi verdetti ( forse )


In attesa dei processi relativi al calcioscommesse che infiammeranno l’estate giudiziara del pallone, entro stasera potrebbero arrivare le prime retrocessioni sul campo del campionato.

A Cesena i romagnoli padroni di casa sono costretti a vincere contro la Juve capolista e a sperare in una sconfitta del Genoa (possibile, forse probabile) contro il Milan mentre sul sintetico di Novara i piemontesi, in campo in questi minuti, possono anche perdere, avendo ancora qualche punticino in più che prolunga l’agonia.
Considerato che domenica riceveranno a loro volta la Juventus, non si intravedono molte possibilità, se non l’obbligo morale (e ne abbiamo bisogno) di onorare l’impegno stagionale, dopo 55 anni di assenza dalla massima serie.

La lotta salvezza vede la momento l’interessantissimo duello a distanza fra il Genoa ed Lecce che con la cura Cosmi si è rivitalizzato inanellando una serie importante di risultati ed oggi allo Stadio di Via del Mare, contro il Napoli di Mazzarri, un pareggio o meglio ancora una vittoria permetterebbe di candidarsi seriamente alla salvezza sul campo.

I genoani, dopo i fatti di domenica, sono in piena crisi tecnica: il quarto allenatore della stagione De Canio deve rappresentare l’ultima ancora e Preziosi fa molto affidamento sul tecnico ex commentatore Rai per uscire dalle secche. La tensione in casa del Grifone è alle stelle, ieri durante l’allenamento Jankovic e Sculli sono venuti alle mani, per il Presidente è indice di gruppo bello carico, il Milan sarà un ottimo test per verificarlo.

In Toscana le cose non sono invece rosee, dove la Fiorentina, partita con l’idea di un progetto pluriennale, si è ritrovata domenica dopo domenica a scendere in classifica ed ora solo 3 punti miseri la tengono in linea di galleggiamento. La sfida all’Olimpico contro la Roma impegnata per entrare in Europa non è certamente la partita più adatta per respirare. Delio Rossi, nello stadio che lo ha visto trionfare in Coppa Italia, si affida al duo della linea verde Jovetic – Cerci, per poi pensare alla panchina della prossima annata, Della Valle permettendo.

Palermo – Parma e Siena – Bologna concludono il programma riguardante le altre squadre impegnate nella lotta salvezza, chi perde soffrirà, chi vince vedrà il cielo un pò più azzurro.