Pallotta: vorrei vedere la Roma al Colosseo

Sogna in grande James Pallotta, n° 1 della Roma che alla vigilia del match importante per il passaggio del turno in Champions League in Germania, dedica un pensiero a quella che potrebbe essere la casa, almeno per un giorno di Totti e compagni.

Riaprire il Colosseo per un match calcistico contro un top club: “Una squadra come il Barcellona o il Bayern Monaco o qualcuno di simile” ed ha aggiunto nell’intervista concessa alla CNN:  “Faremo una pay-per-view, 25 dollari in tutto il mondo. Potremmo avere 300 milioni di persone che vogliono guardare da tutto il mondo una partita nel Colosseo che non rivedranno mai più”.

Pallotta: entro il 2016 lo stadio della Roma

James Pallotta in un’intervista concessa al Sole 24 Ore, la prima italiana, ha voluto esprimere i progetti vicini e lontani per la Roma, ad un anno dall’acquisizione da parte americana della squadra capitolina. “Il delisting dalla Borsa? Abbiamo progetti più importanti e urgenti come stadio e scudetto: ma sono contrario alle squadre quotate” e poi quasi con una provocazione afferma: “Per lo stadio di Roma avrei usato il Colosseo”.

Una fase due pronta a decollare: “siamo quasi pronti: abbiamo già avuto numerosi incontri con il Sindaco di Roma e con gli uffici tecnici del Comune: abbiamo esaminato 100 siti, ne abbiamo selezionati 12 e infine con l’advisor Cushman & Wakefield siamo arrivati a una short list di 3 aree. Ora siamo alla scelta finale: lo stadio, che avrà 60mila posti, negozi e ristoranti, è stato progettato da un architetto di fama mondiale come Dan Meis e dovrà essere pronto per il 2016”. La scelta per la verità sembra ristretta a due aree: Tor Di Valle, zona dell’ippodromo dei Parnasi e quella del gazometro, appartenente all’Eni. Entro novembre arriverà la decisione: “E a seconda della scelta l’investimento potrebbe anche superare i 200 milioni di euro. Vi sembrano programmi da azionista di passaggio?”, dice Pallotta.

Sicuramente l’impegno finanziario non è da poco, questo a rassicurare eventuali ulteriori passaggi di proprietà: “Vogliamo far capire a tutti che questo è il principio di una nuova storia per la Roma e per il calcio italiano”, assicura Pallotta.