Ferrario conferma: Mi chiesero di sistemare Lecce – Lazio

La Procura Federale di Roma ha convocato ancora una volta Stefano Ferrario dopo l’interrogatorio di Cremona sulla presunta combina della partita Lecce-Lazio terminata 2-4 nell’ultima tornata della stagione di serie A 2010-11. Il 27enne calciatore è stato interrogato per un’ora  dagli investigatori della Procura federale,

L’interrogarito a cui è stato sottoposto il calciatore è motivato dal fatto che l’ex calciatore Alessandro Zamperini aveva indicato ai magistrati di Cremona di aver incontrato l’amico Ferrario per informarlo dell’interesse alla combina del macedone Ilievsky. Questo è quanto si legge dal verbale di Zamperini: “Il Ferrario si è rifiutato tuttavia di incontrare l’Ilievsky, rappresentando che lui non avrebbe disputato quell’incontro e comunque non era disposto a fare quel genere di cose”.

Già lo scorso 22 marzo era avvenuta una prima conferma da parte di Ferrario: “In una sola occasione ho avuto sentore dell’esistenza di un sistema che si attivava per combinare partite di calcio e ciò allorquando il mio amico Alessandro Zamperini, due giorni prima della gara Lecce-Lazio del 22-05-2011, soggiornando in quel di Lecce nell’Hotel Tiziano mi chiamò per un aperitivo…”

Stefano Ferrario completa la sua dichiarazione confermando che da subito ha interrotto il discorso essendo disinteressato alla cosa: “In tale occasione mi disse che c’erano degli amici che volevano mettere dei soldi sulla gara. Al che, comprendendo immediatamente le sue intenzioni, interruppi subito il discorso dicendogli che non mi interessavano le sue proposte”.

Davide Giudici, legale del calciatore ha confermato che non vi sono novità riguardo a quanto già dichiarato nella scorsa primavera: “Non ci sono novità rispetto all’ultima convocazione abbiamo solo confermato quanto già dichiarato”.

Simone Farina: l’Inghilterra è un sogno

Come riportano le colonne del quotidiano Repubblica, Simone Farina, lasciato il calcio giocato (italiano) è partito con la valigia per la terra d’Albione, con il ruolo presso l’Aston Villa di educatore sociale. Dopo mille polemiche sul perché non fosse riuscito a trovare una squadra, dopo il Gubbio con cui aveva rescisso, ha rilasciato le sue prime impressioni: “Con voi sono felice”.”Ho sofferto molto in questo periodo, ora la cosa più bella per me è stare con dei ragazzi che pensano solo a giocare”.

Ha poi continuato circa gli aspetti morali: “Non voglio passare per il resto della mia vita a giustificarmi, a vivere con l’etichetta dell’infame”.
E poi dice di essere assolutamente tranquillo in questo momento: “So di avere dietro di me la Fifa, l’Interpol e l’Aston Villa. Insegno il rispetto e l’educazione. L’Inghilterra è un sogno”.

Ancora accuse a Lotito di combine per Lazio – AlbinoLeffe

Come riporta questa mattina il Corriere dello Sport, Claudio Lotito sarebbe stato tirato in ballo da Erodiani nel corso di un interrogatorio presso la Procura di Cremona in merito alla partita Lazio-Albinoleffe di Coppa Italia del 25 novembre 2010: “Lotito non solo sapeva, ma ha gestito le combine”. Inoltre riporta le voci diffuse dal dentista Pirani: “Nell’ambito degli scommettitori si dice che Lotito ha gestito la combine della Lazio, non direttamente. Si era avvalso dell’ex presidente dell’Ancona Ermanno Pieroni”.

Ricordiamo chi è Massimo Erodiani. Descritto dagli inquirenti “Un cervello della manipolazione delle partite”, 38 anni di Guadiagrele, proprietario di una tabaccheria a San Giovanni Teatino e gestore , non direttamente, di due sale scommesse, a Pescara e ad Ancona. Allo stato attuale delle indagini è considerato come uno degli organizzatori dell’associazione a delinquere e che gestiva i rapporti con la banda degli Zingari.

E Masiello patteggia: 22 mesi per la giustizia ordinaria

L’ex difensore dell’Atalanta, Andrea Masiello, ha patteggiato la pena ad un anno e 10 mesi per associazione per delinquere e frode sportiva al termine di una delle inchieste baresi sul calcioscommesse. Le partite contestate in relazione alla frode sportiva sono quattro: Palermo-Bari, Bari-Sampdoria, Bari-Lecce e Bologna-Bari.

I fatti risalgono a quando Masiello militava nel Bari. I suoi due amici-scommettitori, Gianni Carella e Fabio Giacobbe, hanno patteggiato un anno e 5 mesi ciascuno. Il gip del tribunale di Bari ha concesso il beneficio della pena sospesa per l’ormai ex calciatore.

Prandelli comunica la lista dei 25: c’e’ anche Bonucci


Nel frattempo, mentre lo scandalo delle scommesse rischia di sommergere il mondo del calcio italiano, la nazionale prova a preparare nel migliore dei modi la manifestazione europea.
Il c.t. della Nazionale Cesare Prandelli ha diramato la lista dei 25 giocatori convocati per l’amichevole con il Lussemburgo in programma martedì sera allo stadio Tardini di Parma. L’elenco ufficiale, come da regolamento Uefa, con i nominativi dei 23 calciatori selezionati per la fase finale di Euro 2012, sarà comunicato dalla Figc entro le ore 12 di martedì 29 maggio.

Rispetto ai 32 iniziali, il c.t. ha già escluso il portiere Viviano, i difensori Astori, Bocchetti e Criscito, i centrocampisti Cigarini, Schelotto e Verratti. Rimane quindi a casa la giovane promessa del Pescara di Zeman, ma secondo i pareri di molti si tratta solo di un arrivederci alla maglia azzurra; è invece nella pre-lista lo juventino Bonucci, da pochi minuti raggiunto da un avviso di garanzia.

LA LISTA

Portieri: Gianluigi Buffon (Juventus), Morgan De Sanctis (Napoli), Salvatore Sirigu (Paris St. Germain).

Difensori: Ignazio Abate (Milan), Federico Balzaretti (Palermo), Andrea Barzagli (Juventus), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Christian Maggio (Napoli), Angelo Obinze Ogbonna (Torino), Andrea Ranocchia (Inter).

Centrocampisti: Daniele De Rossi (Roma), Alessandro Diamanti (Bologna), Emanuele Giaccherini (Juventus), Claudio Marchisio (Juventus), Riccardo Montolivo (Fiorentina), Thiago Motta (Paris St. Germain), Antonio Nocerino (Milan), Andrea Pirlo (Juventus);

Attaccanti: Mario Balotelli (Manchester City), Fabio Borini (Roma), Antonio Cassano (Milan), Mattia Destro (Siena), Antonio Di Natale (Udinese), Sebastian Giovinco (Parma).