In tempi di crisi il Real offre 70 milioni per Bale!

Secondo quello che riporta il quotidiano spagnolo Marca, il Real Madrid sarebbe sulle tracce del gallese Bale. L’offerta fatta dal club delle merengues agli inglesi del Tottentham, già in vista del mercato di gennaio, sarebbe di 70 milioni. All’inseguimento del laterale vi  sarebbero molti club europei, fra cui anche la Juventus, ma se l’offerta venisse considerata accettabile, il laterale degli Spurs saluterebbe ben presto Londra

Sorprese alla ribalta: Neto piace alle grandi

In un campionato che per i toscani sarà molto sofferto, sta emergendo un giovane difensore portoghese, Neto, che comincia ad ottenere consensi anche dalle big del nostro torneo.

Il suo agente, Bruno Carvalho, non vuole svelare le operazioni in corso, ma non nega che qualcuno si stia interessando al lusitano: “Esiste l’interesse di alcuni club europei, già in passato ho detto di non esser autorizzato a svelare quale squadra italiana ha chiesto informazioni per Neto. Ci sono in ogni caso alcuni club italiani, alcuni tra i più importanti, ma al momento non posso rivelare se è la Lazio o qualsiasi altra società ad essere interessata per il ragazzo. Al momento abbiamo sentito voci su diverse squadre, club come la Lazio ed altri, ma non posso dare informazioni circa eventuali offerte pervenute. Se a gennaio la Lazio metterà sul piatto una buona offerta potrebbe essere interessante negoziare con il giocatore e con il Siena.

Ci tengo a precisare che Neto è molto felice oggi a Siena, ma se un’eventuale proposta sarà vantaggiosa prima per il Siena e poi per Neto, noi ne discuteremo perché naturalmente la Lazio è uno dei migliori club in Italia”.

Valentina Mezzaroma: grossi nomi in arrivo per il Siena

Caparbia e tenace, la vicepresidente dei bianconeri toscani Valentina Mezzaroma lascia intendere che non vuole lasciare le cose a metà, nè tantomeno prendere il posto del direttore sportivo Antonelli.

Ma per il Siena, che sta brillantemente sopportando la penalizzazione estiva, annuncia colpi di mercato pronti per rinforzare la squadra e portarla alla salvezza.

Ai microfoni di Radio Sportiva ha lanciato il suo proclama:”Ho voluto sostenere il corso solo per acquisire maggiori esperienze. Il suo impiego è al sicuro e può stare tranquillo”. Sulla stagione: “Avremmo potuto passare un Natale più tranquillo però posso solo ringraziare la squadra perché danno sempre il massimo. Adesso ci aspettano alcune partite difficili. Perdere ci sta, ma contro la Roma abbiamo sperato nel successo. Destro? Sono contento per lui, però eviti di segnare contro di noi. Cosmi? È un tipo passionale, che si fa sentire quando qualcuno dei ragazzi sbaglia. Qui siamo abituati ad avere allenatori di questo genere. Zé Eduardo? Credo che col tempo avrà più spazio. Tuttavia a gennaio Antonelli porterà in casa qualcuno di importante”.

De Rossi ed Osvaldo a Londra! Per vedere i Rolling Stones

Preoccupati i tifosi romanisti quando hanno letto di Capitan Futuro avvistato a Londra, assieme al compagno Osvaldo: subito le prime congetture di mercato sono partite all’impazzata, accordi con il Chelsea, deve incontrare Mancini per finire al City e poi…..si scopre che, approfittando dei giorni liberi dagli allenamenti, il motivo era assistere al concerto dei Rolling Stones alla 02 Arena, il primo tour della storica band inglese dopo 5 anni. Tutto tranquillo dunque, Daniele doveva al massimo incontrare Mick Jagger.

L’ex giallorosso Greco: stanno cercando di vendere De Rossi

“Credo che stiano riuscendo a vendere Daniele De Rossi. Fino a qualche mese fa i tifosi scendevano in piazza per difenderlo adesso, invece, sono riusciti a cambiare la mentalità della gente”. Leandro Greco, ex centrocampista della Roma ed attualmente in Grecia dove veste la maglia  dell’Olympiacos, ai microfoni di Radio Manà Manà Sport, nel corso della trasmissione ‘1927, la storia continua’;  è intervenuto per difendere l’amico Daniele.

“L’ho sentito tempo fa. E’ vergognoso quello che gli sta accadendo. E’ vergognoso quello che è uscito fuori del Daniele ragazzo. Può passare un momento difficile ma come giocatore resta un professionista serio”. E aggiunge: “Mi dispiace che passino messaggi sbagliati, la cessione di Daniele sarebbe un danno sia per la società sia per la città”.

Raiola: Balo fino al 2014 al City

Mino Raiola, ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, smentisce ogni ipotesi di fuga di Super Mario dalla terra d’Albione: “Balotelli resta al City ancora a lungo. I giornali inglesi scrivono troppo spesso fesserie, e mi sono scocciato di rispondere ai tabloid inglesi di queste situazioni, posso solo dire che i rapporti tra Mario ed il City sono ottimi. I rapporti tra Mario e Mancini sono un pò come quelli tra marito e moglie. Non voglio dire che sono perfetti: ci sono discussioni, ma non sono di quelle discussioni gravi che possono lasciare presagire ad un divorzio. Balotelli vuole restare al City ed il City è ben contento di tenerselo quindi tutto va bene, ribadisco non vado appresso a quello che scrivono i tabloid”.

E poi su un’eventuale ipotesi di vederlo alle pendici del Vesuvio dichiara: “Mario al Napoli? Non ho mai parlato con De Laurentiis di questo argomento. Sognare fa bene, certo non posso prevedere quello che potrà accadere. Se mi chiedete quale possa essere il miglior percorso professionale per Balotelli allora dico che deve rimanere almeno un altro anno e mezzo a Manchester per poi valutare quali saranno le proposte che arriveranno, ma tutto senza fretta. Poi però nella vita davvero tutto può succedere, noi siamo qui a vivere giorno per giorno, ma il nostro planning è quello di rimanere con i citizens”.

Baldini a Sky: se arrivasse un’offerta per De Rossi….

Franco Baldini, direttore generale della Roma, con alcune frasi ad effetto a Sky TG 24 ha riaperto la porta alla possibilità di un’eventuale cessione del centrocampista, Daniele De Rossi: “In estate è stata ascoltata un’offerta fatta dal Manchester City, e se l’abbiamo ascoltata vuol dire che l’abbiamo presa in considerazione. Se dovesse arrivare un’altra offerta la riascolteremo, ma potremo tranquillamente decidere di soprassedere un’altra volta. Derby? Non è una partita come le altre, c’è la supremazia cittadina e quindi riveste per molta gente un’importanza fuori dall’ordinario.•