Europa League, ultimo atto: Simeone o Bielsa, comunque Spagna

national_arena_final_cup_europa_league_9_may_2012

Questa sera andrà in scena l’ultimo atto dell’Europa League 2011/2012. Lo Stadionul National di Bucarest sarà il teatro del derby spagnolo Atletico Madrid – Athletic Bilbao.

Le due formazioni, allenate rispettivamente dal Cholo Simeone e dal Loco Bielsa, arrivano all’appuntamento attraverso percorsi e sensazioni differenti. Da un lato i colchoneros hanno l’opportunità di alzare nuovamente il trofeo continentale a soli due anni di distanza dal successo sul Fulham (2-1 con doppietta dell’attuale neroazzurro Diego Forlan) e possono schierare uno dei giocatori più in forma e richiesti d’Europa, Falcao. Il sudamericano ha la possibilità invece di conquistare la coppa per la seconda volta consecutiva: nella scorsa stagione infatti trionfò a Dublino con il Porto nella sfida tutta portoghese con lo Sporting Braga (1-0) e fu proprio la sua rete a decidere l’incontro.

I baschi dal canto loro vedono a portata di mano il traguardo storico di un possibile double, potendo giocare anche la finale di Coppa del Rey il 25 maggio contro il Barcellona (ironia della sorte proprio al Vicente Calderòn, casa dell’Atletico, ndr). L’ultima doppietta risale per il Bilbao alla stagione ’83-’84, quando vinse Coppa di Spagna e Liga; l’unica finale europea invece la perse nel 1977, quando a trionfare in Coppa Uefa fu la Juventus (1-0 a Torino, 2-1 per i padroni di casa al San Mames).

Le speranze di Bielsa sono riposte nel talento concreto e operaio di Fernando Llorente, autore sin qui di una stagione da incorniciare e soprattutto del goal qualificazione nella semifinale di ritorno contro lo Sporting Lisbona.

In questa 41esima finale della “sorella povera” della Champions League il direttore di gara sarà il tedesco Stark e c’è da scommettere su una partita ricca di colpi di scena, con molte reti e adrenalina al massimo fino alla fine.

Questa sera Bucarest non sarà un paese per vecchi.

PROBABILI FORMAZIONI

Atletico Madrid (4-2-3-1) Courtois; Filipe, Godin, Miranda, Juanfran; Gabi, Suarez; Turan, Diego, Adrian; Falcao.

(All. Simeone)

Athletic Bilbao (4-2-3-1) Iraizoz; Iraola, Martinez, Amorebieta, Aurtenetxe; De Marcos, Susaeta; Iturraspe, Herrera, Muniain; Llorente.

(All. Bielsa)

Ecco la finale tutta spagnola….. in Europa League


Passata la delusione per il mancato approdo dei due squadroni iberici alla finale della coppa dalle grandi orecchie, la Spagna si rifà nel giovedi europeo con Athletic Bilbao (3-1) contro lo Sporting Lisbona e Atletico Madrid vincente per 1-0 nel derby contro il Valencia.

Al San Mames di Bilbao i baschi riescono nella “remuntada”, raggiungendo ben 35 anni dopo la finale; allora persero nel doppio incontro contro la Juventus di Trapattoni, al suo primo successo in carriera.
La partita è stata avvincente per tutti 90 minuti, con le due compagini che non si sono risparmiate i colpi e gli affondi in uno stadio ribollente.
Il “loco” Bielsa ha disegnato la tattica in maniera chiara fin dai primi minuti, saltare il pressing portoghese e cercare la profondità per la punta centrale Llorente che risulterà decisiva, con il gol qualificazione all’88°con un tocco di rapina su cross teso di Pereira.

Al Mestalla il Valencia aveva bisogna di partire forte per recuperare la sconfitta per 4-2 in terra madrilena ed il primo tempo dava morale ai valenciani che a testa bassa spingevano i madrileni nella propria metacampo. Ma il mancato vantaggio si trasformava nella beffa nella seconda frazione di gioco quando il lancio lungo dell’ex juventino Diego spalancava ad Adrien la via alla risolutiva della sfida.
Nel quarto d’ora finale saltavano i nervi ad un altro ex – bianconero Tiago che, colpendo con uno schiaffo un avversario in una rissa scatenatasi in seguito ad un errore arbitrale, imboccava il tunnel dello spogliatoio, vedendo sfumare la finale di Bucarest.

In Romania il 9 maggio la sfida sarà anche fra due allenatori argentini vicini per differenti motivi all’Italia: Bielsa, in predicato già due anni fa di sedersi sulla panchina dell’Inter e Simeone, colonna di centrocampo dei nerazzurri nel biennio 97-99, oltre alle esperienze con Pisa e Lazio, dove vinse lo scudetto.

Europa League, sognando Atletico-Athletic per la finale

Bielsa-Simeone

Riflettori puntati sul Loco e sul Cholo. Questa sera andranno in scena le semifinali di ritorno di Europa League e i due tecnici del momento in terra spagnola sognano l’ultimo atto l’uno di fronte all’altro. Entrambi argentini, entrambi dal carattere fumantino e caliente, entrambi capaci di far giocare le proprie squadre a mille all’ora, sognano Bucarest.

Al San Mames di Bilbao gli uomini di Bielsa sono chiamati a ribaltare il 2-1 patito sette giorni fa a Lisbona: il goal del momentaneo vantaggio all’Alvalade costituisce una dote importante su cui investire tra le mura amiche. Le qualità offensive di Llorente & C. permettono infatti di ipotizzare almeno una rete all’attivo, la quale sarebbe sufficiente per passare il turno.

Il pronostico è a favore dei padroni di casa, ma le recenti delusioni iberiche in Champions League impongono prudenza e, casomai, riti scaramantici dei tifosi baschi.

Stesso discorso vale per l’Atletico: a Valencia la squadra di Simeone si presenta forte del 4-2 casalingo da papabile finalista, ma stasera al Mestalla servirà molta più attenzione, proprio in virtù delle due reti incassate a Madrid. I “pipistrelli” potrebbero infatti sconfessare i bookmakers, viste le frequenti amnesie difensive dei colchoneros e la voglia di rivincita di Soldado e soci.

PROBABILI FORMAZIONI

ATHLETIC BILBAO (4-3-3)   IRAIZOZ; AURTENETX, JAVI MARTINEZ, AMOREBIETA, IRAOLA; TOQUERO, ITURRASPE, ANDER HERRERA; MUNIAIN, SUSAETA, F. LLORENTE  (All. BIELSA)

SPORTING LISBONA (4-4-1-1)   RUI PATRICIO; INSUA, XANDAO, ANDERSON POLGA, JOAO PEREIRA; DIEGO CAPEL, SCHAARS, MATI FERNANDEZ, CARRICO; ANDRE’ SANTOS; VAN WOLSFINKEL (All. SA’ PINTO)

VALENCIA (4-4-2)  DIEGO ALVES; JORDI ALBA, RAMI, RICARDO COSTA, BARRAGAN; MATHIEU, ALBELDA, TINO COSTA, FEGHOULI; JONAS, SOLDADO (All. EMERY)

ATLETICO MADRID (4-2-3-1)  COUTOIS; FILIPE, GODIN, DOMINGUEZ, JUANFRAN; SUAREZ, TIAGO; ARDA TURAN, DIEGO RIBAS, SALVIO; FALCAO (All. SIMEONE)

Show dell’Atletico Madrid, scivola Bielsa

Falcao

C’era da aspettarsi spettacolo e così è stato: sui due campi iberici delle semifinali di Europa League le emozioni sono arrivate copiose, lasciando apertissimo il discorso qualificazione per la finale di Bucarest.

A Madrid il mattatore è risultato ancora una volta il colombiano Falcao, autore di una splendida doppietta, a cui questa competizione porta bene visto che nella scorsa stagione vinse il titolo con il Porto e fu capocannoniere della manifestazione.

Il suo secondo goal è da lustrarsi gli occhi e da rivedere all’infinito: puro contropiede, dribbling secco su due avversari e conclusione incrociata di sinistro, incastonata nel “sette”. L’Atletico chiude sul 4-2 contro uno spaesato Valencia, ma i colchoneros non possono dirsi tranquilli perché giovedì prossimo al Mestalla quelle due reti subite in casa potrebbero pesare come macigni.

Nell’altro incontro disputato a Lisbona tra lo Sporting e l’Athletic Bilbao del loco Bielsa ha pesato molto il fattore campo: l’atmosfera spinge l’undici lusitano che gioca meglio e mette alle corde i baschi. Nemmeno il vantaggio degli ospiti spaventa, la reazione è veemente e prima con Insua, poi con Capel, lo Sporting chiude meritatamente il primo round avanti. Per il Bilbao, apparso più lento del solito e quasi intimorito dal pressing degli avversari, niente è perduto perché tra 6 giorni basterà una rete per accedere all’ultimo atto.

ATLETICO MADRID – VALENCIA   4-2

18′ Falcao (A), 48′ p.t. Jonas (V), 49′ Miranda (A), 54′ Adrian Lopez (A), 78′ Falcao (A) , 94′ Ricardo Costa (V)

SPORTING LISBONA – ATHLETIC BILBAO    2-1

54′ Aurtenetxe (A), 76′ Insua (S), 81′ Capel (S)