Klopp prova ad abbattere il quarto uomo

Con quello sguardo ingenuo e simpatico Jurgen Klopp potrebbe essere il buon vicino ma non ditelo agli arbitri: dopo la discussione avuta nel match di Champions League con il direttore di gara che gli costò l’espulsione e conseguente squalifica, stavolta il buon Jurgen ha colpito, accidentalmente , il quarto uomo che era voltato di spalle alla panchina.

Magia di Reus in allenamento: palleggia e colpisce il pallone al volo. Fake?

La domanda, scontata, è se sia reale o semplicemente un video fake fatto a computer.

Di certo il video della magia di Marco Reus del Borussia Dortmund è destinata a far discutere e a fare tante visualizzazione.

Il talento tedesco infatti comincia palleggiando, per poi calciare una palombella verso la porta. Nel mentre che il pallone è in volo, Reus ne calcia un secondo che colpisce incredibilmente quello precedernte, e si insacca!

Ecco il video:

http://www.youtube.com/watch?v=ZloJRV7iHOg

Napoli: tutto esaurito per il ritorno in Champions

Fa festa il cassiere del Napoli: per il ritorno in Champions League al San Paolo, gli azzurri scenderanno in campo con gli spalti esauriti. A riferirlo è l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport: infatti dopo che 14.000 abbonati hanno sfruttato l’occasione della prelazione, da oggi la vendita dei tickets sarà libera ed in poche ore i responsabili partenopei pensano che i tagliandi si volatizzeranno. L’incontro contro il Borussia Dortmund di mercoledì prossimo alle 20.45 vedrà dunque uno spettacolo di folla anche sugli spalti

Lewandowski: ultimo anno al Dortmund

Robert Lewandowski 24enne attaccante del Borussia Dortmund in scadenza di contratto nel 2014, ha dichiarato al settimanale tedesco Bild che non vi è alcuna possibilità di rivederlo la prossima stagione ancora con la maglia giallonera e che dunque non si cercherà nemmeno di trovare l’intesa per un proseguo del rapporto: “Questa è la mia ultima stagione con la maglia del Dortmund – ha dichiarato l’attaccante polacco – Quanto successo questo inverno mi ha amareggiato, io ho sempre detto che avrei rispettato il mio contratto. Adesso la mia unica preoccupazione è vincere con il Borussia”.

Papastathopoulos: sarà il Borussia Dortmund il suo trampolino?

Nell’estate del 2010, a soli venti anni e con due stagioni in Serie A con la maglia del Genoa, Sokratis Papastathopoulos sembrava il primo tassello importante per rinnovare la rosa del Milan. Sole 5 presenze in tutta l’annata lo videro riprendere il biglietto di ritorno all’ombra della Lanterna dove non rimase in quando ceduto ai tedeschi del Werder Brema.

Oggi invece la sua carriera potrebbe aver preso una svolta: il nazionale greco ha infatti firmato un contratto quinquennale con i vice-campioni d’Europa del Borussia Dortmund.

“Siamo felici della scelta di Sokratis di voler far parte del Borussia Dortmund,” è stato l’annuncio del direttore sportivo del BVB Michael Zorc. “È un difensore dal potenziale enorme, molto duttile e in grado di occupare diverse posizioni.”

“Ho vissuto due anni molto importanti qui al Werder,” ha dichiarato il 24enne nazionale greco. “È ora di fare il passo successivo. Voglio ringraziare tutti quelli che mi hanno aiutato e condiviso con me il mio periodo a Brema.”

Mourinho s’inchina di fronte al Borussia

Subito dopo il termine del match, il tecnico portoghese Mourinho ai microfoni di Sky Sports ha reso onore ai tedeschi dominatori del match, parlando di supremazia fisica assoluta nei confronti della propria squadra.

«Abbiamo subito tre gol dalla parte opposta dove ero io e non posso valutarlo. Potevamo fare meglio, abbiamo sbagliato situazioni controllabili, non posso trovare soluzioni a questo. Loro sono stati aggressivi e non siamo riusciti a confrontarli, hanno avuto una supremazia evidente e il risultato ci condanna, quando però le cose non girano bene dall’impostazione della palla non si può arrivare lontano. Non so se si tratti di problemi fisici, noi comunque siamo sempre stati pronti e siamo arrivati nella migliore condizione, credo che abbiamo sbagliato mentalità e concentrazione, siamo stati penalizzati da questi aspetti mentre loro hanno giocato molto meglio a livello individuale e hanno sfruttato le occasioni per segnare. Sono stati intensi a livello di gioco»

Ed il Malaga è infuriato: ci volevano fuori dalla Champions

Sconfitti per 3-2 in pieno recupero, per colpa di un goal in netto fuorigioco. E così la favola degli spagnoli del Malaga si ferma di fronte all’armata giallonera del Borussia Dortmund, dopo che il 2-2 comunque garantiva l’accesso alle semifinali di Champions.

Tuttavia negli spogliatoi è esplosa la rabbia degli andalusi. Joaquín, come il resto dei suoi compagni, non ha nascosto la sua delusione per la maniera in cui il Malaga è stato eliminato ed ha mostrato la sua indignazione per l’ultima rete subita, quella decisiva: “Sospettiamo di Platini e di tutti quelli che stavano qui, perché siamo il Malaga e non il Madrid, è più facile fare questo con noi”.

Il calciatore andaluso ha così appoggiato le parole del tecnico Manuel Pellegrini: “Abbiamo pagato l’inesperienza, il mister ha ragione quando dice che un club sanzionato non può giocare la finale”, riferendosi all’esclusione del club dalla prossima edizione del torneo europeo per motivi finanziari.

Avanzano i panzer del Borussia: Lucescu a casa

BORUSSIA DORTMUND-SHAKHTAR DONETSK 3-0 (p.t. 2-0)

MARCATORI: Felipe Santana al 31′ p.t., Goetze al 37 p.t.; Blaszczykowski al 14′ s.t.

BORUSSIA DORTMUND: Weidenfeller; Piszczek, Subotic, Santana, Schmelzer; Bender (dal 1′ s.t. Kehl), Gundogan (dal 37′ s.t. Sahin); Blaszczykowski (dal 25′ s.t. Grosskreutz), Goetze, Reus; Lewandowski. All.: Klopp

SHAKHTAR DONETSK: Pyatov; Srna, Rakitskiy, Kucher, Rat; Hubschman (dal 37′ s.t. Stepanenko), Fernandinho; Alex Teixeira, Mkhitaryan, Taison (dal 1′ s.t. Douglas Costa); Luiz Adriano. All.: Lucescu

ARBITRO: Skomina (Slovenia)

NOTE: Ammonito: Kucher. Recupero: 1′ nel p.t. e 1′ nel s.t.

Borussia Dortmund – Shakthar Donetsk: le formazioni ufficiali

Borussia Dortmund (4-2-3-1): Weindfeller, Subotic, Piszczek, Santana, Schmelzer, Bender, Gundogan, Gotze, Reus, Kuba, Lewandowski. A disp.Langerak, Kehl, Leitner, Sahin, Grosskreutz, Bittencourt, Schieber. All. Klopp

Shakthar Donetsk (4-2-3-1): Pyatov, Kucher, Rat, Rakitskiy, Hubschman, Fernandinho, Alex Texeira, Srna, Mkhitaryan, Taison, Luiz Adriano. A disp.Kanibolotskiy, Kryvtsov, Stepanenko, Koni, Gai, Douglas Costa, Eduardo.All. Lucescu

Arbitro: Damir Skomina (SVN)
Assistenti: Matej Žunič (SVN)- Bojan Ul (SVN)
Quarto arbitro: Primož Arhar (SVN)
Assistenti arbitrali aggiunti: Slavko Vinčić (SVN)- Roberto Ponis (SVN)