Fiorentina: domenica protesta dei tifosi in difesa di Borja Valero

Si sentono poco tutelati i gigliati dalla classe arbitrale e dopo la protesta in settimana del presidente della Fiorentina Della Valle, i tifosi viola manifesteranno il loro dissenso per la squalifica subita da Borja Valero dopo l’espulsione avvenuta nel posticipo di lunedì sera, accompagnando in motorino il pullman della squadra fino al Franchi e lasciando deserti gli spalti della curva per i primi dieci minuti dell’incontro contro la Lazio.

Per Borja Valero Montella è simile agli spagnoli

Fiorentina leggermente appannata in questo inizio di anno solare: dopo gli applausi ricevuti nella prima parte di stagione, qualche sconfitta imprevista hanno risucchiato i viola ai margini della zona utile ad entrare in Europa. Ma il progetto della famiglia Della Valle è comunque a lungo termine ed aver portato al Franchi il piacere di assistere ad un match dei gigliati non può che essere di buon auspicio.

L’ex del Villareal Borja Valero è però soddisfatto dell’ambiente che si sta creaando ed in un’intervista al mensile Guerin Sportivo esprime la sua soddisfazione e fa un paragone particolare per il tecnico Montella:  “La Champions League è un obiettivo alla nostra portata, per raggiungerlo dobbiamo riprendere quanto fatto nella prima parte di stagione. Mister Montella è un grande tecnico, il più “spagnolo” del campionato, la sua filosofia di gioco mi ricorda quella dove anche l’ultima in classifica prova a proporre gioco, mentre in Italia si pensa troppo a difendere”. Menzione anche per alcuni compagni di squadra, iniziando dal compagno di reparto Pizarro: “E’ uno dei più forti in assoluto”, il nuovo acquisto Giuseppe Rossi (“Un fuoriclasse”) e Jovetic “Top player, ma deve segnare di più”).