Altro nome eccellente: Bobo Vieri indagato


Mentre Bonucci, al termine dell’allenamento con la nazionale, ha comunicato semplicemente “Tutto a posto”, irrompe un’altra notizia bomba in questa giornata caldissima per il calcio.

Anche l’ex giocatore Christian Vieri risulta iscritto nel registro degli indagati della Procura di Cremona nell’ambito dell’inchiesta su calcioscommesse. Il nome di Vieri era stato fatto nella prima fase dell’inchiesta nel corso di una telefonata tra Antonio Bellavista e Ivan Tisci, il cui contenuto è depositato nell’ordinanza con cui il gip Guido Salvini dispone nuovi arresti. Tisci, ricostruisce il giudice, manifesta il suo interessamento anche nella partita Inter-Lecce.
Il 21 marzo 2011 alle 11.02 apprendeva da Bellavista che il boss (Tan Seet Eng) aveva in quel momento carenza di denaro da puntare, tanto è vero che lo stesso Bellavista gli aveva proposto di fare “il regalo ai giocatori” e di dare a loro 5.000 euro a testa.

Tisci riferiva a Bellavista “di essersi recato a Milano e di aver appreso dai giocatori, ai quali si era unito Bobo Vieri, che la squadra dell’Inter aveva fatto dei danni in quanto tutti avevano scommesso sull’over per la notizia che si era sparsa in giro”. 

Prandelli comunica la lista dei 25: c’e’ anche Bonucci


Nel frattempo, mentre lo scandalo delle scommesse rischia di sommergere il mondo del calcio italiano, la nazionale prova a preparare nel migliore dei modi la manifestazione europea.
Il c.t. della Nazionale Cesare Prandelli ha diramato la lista dei 25 giocatori convocati per l’amichevole con il Lussemburgo in programma martedì sera allo stadio Tardini di Parma. L’elenco ufficiale, come da regolamento Uefa, con i nominativi dei 23 calciatori selezionati per la fase finale di Euro 2012, sarà comunicato dalla Figc entro le ore 12 di martedì 29 maggio.

Rispetto ai 32 iniziali, il c.t. ha già escluso il portiere Viviano, i difensori Astori, Bocchetti e Criscito, i centrocampisti Cigarini, Schelotto e Verratti. Rimane quindi a casa la giovane promessa del Pescara di Zeman, ma secondo i pareri di molti si tratta solo di un arrivederci alla maglia azzurra; è invece nella pre-lista lo juventino Bonucci, da pochi minuti raggiunto da un avviso di garanzia.

LA LISTA

Portieri: Gianluigi Buffon (Juventus), Morgan De Sanctis (Napoli), Salvatore Sirigu (Paris St. Germain).

Difensori: Ignazio Abate (Milan), Federico Balzaretti (Palermo), Andrea Barzagli (Juventus), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Christian Maggio (Napoli), Angelo Obinze Ogbonna (Torino), Andrea Ranocchia (Inter).

Centrocampisti: Daniele De Rossi (Roma), Alessandro Diamanti (Bologna), Emanuele Giaccherini (Juventus), Claudio Marchisio (Juventus), Riccardo Montolivo (Fiorentina), Thiago Motta (Paris St. Germain), Antonio Nocerino (Milan), Andrea Pirlo (Juventus);

Attaccanti: Mario Balotelli (Manchester City), Fabio Borini (Roma), Antonio Cassano (Milan), Mattia Destro (Siena), Antonio Di Natale (Udinese), Sebastian Giovinco (Parma).

Indagato anche Bonucci


Dopo Criscito, un altro giocatore della Nazionale è indagato nell’indagine sul calcioscommesse: è il difensore della Juventus Leonardo Bonucci.
L’iscrizione, secondo quanto si apprende, è stata fatta formalmente dalla procura di Cremona ma gli atti verranno girati quanto prima alla procura di Bari.
La procura di Bri è titolare del fascicolo d’indagine che riguarda la squadra pugliese, in cui militava Bonucci all’epoca dei fatti. Spetterà dunque ai magistrati pugliesi vagliare la posizione del giocatore, chiamato in causa dal suo ex compagno di squadra al Bari Andrea Masiello.

Di Bonucci si parla anche nell’ordinanza con cui il Gip di Cremona Guido Salvini ha emesso 19 provvedimenti restrittivi, tra cui gli arresti per Mauri e Milanetto. Sentito dai pm cremonesi lo scorso 15 marzo – scrive il Gip – Masiello ha raccontato che in occasione di Udinese-Bari del campionato 2009-10, il ristoratore Di Tullio (indagato a Bari, ndr), gli propose di manipolare l’incontro.

“Io – mette a verbale Masiello – girai la proposta ai miei compagni di squadra trovando dei consensi. Ne parlai con Bonucci, Salvatore Masiello, Belmonte e Parisi. Arrivati ad Udine, Salvatore Masiello contattò telefonicamente Simone Pepe, giocatore dell’Udinese (ora alla Juve, ndr) chiedendogli ‘se voleva acquistare una Ferrari’ “. La combine, dice Masiello, alla fine saltò.

“Per quanto non avessimo raggiunto l’accordo con i calciatori dell’Udinese, almeno per quello che mi era stato riferito, io, Bonucci, Belmonte e Parisi giocammo per raggiungere il risultato a cui mirava Di Tullio, agevolando la segnatura di tre reti”. Le dichiarazioni di Masiello, scrive il Gip Salvini, “indicano altri giocatori ‘corrotti’ della sua compagine, il Bari, anche in stagioni precedenti, tra cui il difensore della Juventus e della Nazionale italiana Leonardo Bonucci”.

La Juve in testa al campionato. Lazio, colpo champions

bonucci

Giornata da incorniciare per i tifosi bianconeri.
La Juventus sorpassa il Milan in classifica  e quando mancano solo 7 giornate alla fine del campionato sale a +1 sui rossoneri, con il vantaggio negli scontri diretti. Perentorio il 2-0 con cui la squadra di Antonio Conte si è imposta a Palermo. Autori delle reti bianconere il tanto criticato Bonucci, “chiacchierato” nell’ultima settimana in merito allo scandalo scommesse ed il “guaglione” Quagliarella.

Nell’altro posticipo serale la Lazio ha avuto la meglio contro il Napoli per 3-1. La squadra laziale conferma il proprio terzo posto in classifica che vale l’accesso alla massima competizione continentale. Match che ha visto goal di classe come la rovesciata di Mauri ed il colpo di tacco di Lavezzi che ha smarcato l’ex di giornata Pandev per il momentaneo 1-1.

La Juve pensa al futuro: Bonucci e Matri fino al 2017

matri

Nuovi lunghi contratti per altri due giocatori che seguono quanto già fatto per De Ceglie. All’indomani della bella vittoria in campionato contro il Napoli, la Juventus ha annunciato attraverso il suo sito internet i rinnovi di contratto dei calciatori Leonardo Bonucci ed Alessandro Matri.
I due nazionali azzurri hanno entrambi firmato un nuovo accordo fino al giugno del 2017, così come era successo pochi giorni fa a Paolo De Ceglie.