Mourinho dopo l’espulsione in tribuna con il tifoso del Chelsea

Pagare solo 15,50 sterline ( circa 18 euro) e ritrovarsi lo Special One, al secolo Josè Mourinho fianco a fianco a seguire il match del Chelsea. L’episodio è accaduto sabato scorso a Stamford Bridge quando, nel corso della partita contro il Cardiff City, vinta per 4-1, Mourinho è stato espulso dall’arbitro Anthony Taylor dopo una discussione accesa.

Allontanato dal fischietto, con l’obbligo di stare almeno 8 file più indietro rispetto alla propria panchina, il portoghese ha trovato il luogo  ideale a fianco del 17enne Sean Buxton che non ha saputo resistere alla tentazione di scattarsi una foto senza che Mou se ne accorgesse e subito postarla in Twitter, ricevendo più di 5000 visite. Il momento di celebrità è poi continuato con la menzione del commentatore Gary Lineker nel corso del programma Match of the Day.

Sorpresa in Premier: il Chelsea perde in casa contro l’ultima!

Si è concluso nella serata di mercoledì il 21° turno di andata di Premier League con la sorpresa che ha probabilmente estromesso definitamente i blues di Abramovich dalla lotta per il titolo. Il Chelsea ha infatti perduto in casa contro il fanalino di casa, i concittadini del QPR per 1-0 e portando il distacco dai capoclassifica dello United a ben 14 punti, troppi per puntare ad una rimonta in questo momento di forma.

Chelsea-QPR 0-1  78′ Wright-Philips (Q)

Liverpool-Sunderland  3-0  19′ Sterling (L), 24′ e 53′ Suarez (L)

Newcastle-Everton 1-2  2′ Cissé (N), 43′ Baines (E), 60′ Anichebe (E)

Classifica: Manchester United 52, Manchester City 45, Tottenham 39, Chelsea 38, Everton 36, Arsenal 34, West Bromwich Albion 33,  Liverpool 31, Stoke City 29, Swansea City 29,  West Ham 26, Norwich City 25, Fulham 24, Newcastle 20, Sunderland 19, Aston Villa 19, Wigan 18, Southampton 18, Reading 13, QPR 13.

Laurent Blanc e lo spogliatoio caldo della Francia


Con una dichiarazione fatta in conferenza stampa, il ct dei Blues Laurent Blanc ha ammesso che dopo la sconfitta nell’ultimo turno del girone eliminatorio contro Ibra e compagni, nello spogliatoio francese sono volate parole grosse fra compagni.

Oramai la tecnologia è così veloce che invece di essere costretto a fare ammissioni dopo sms, tweet o messaggi sulle bacheche di Facebook, il tecnico transalpino ha preferito prendere la parola e dire la verità.

“La discussione è stata infuocata, succede a volte quando si perde, ma poi si è raffreddata con una bella doccia”, sono state le sue frasi, e con la mente si va a Sudafrica 2010 quando il ritiro della nazionale vice campione del mondo fu luogo per risse fra giocatori in allenamento, insulti verso il ct Domenech e dovette intervenire addirittura l‘Eliseo a scongiurare uno sciopero dei giocatori.

Con la sconfitta rimediata contro la Svezia, la Francia si troverà costretta ad affrontare la temibile Spagna, chissà che potrebbe succedere in caso di eliminazione.

De Sanctis e il Napoli: Non abbiamo paura di nessuno

Sale l’attesa, gli azzurri pronti ad esaltare un intero popolo, Cavani li guida

Londra si sta riempiendo di tifosi napoletani, ancora charters stanno atterrando all’aeroporto cittadino, direzione Stamford Bridge.
Ultime dichiarazioni dei protagonisti.

De Sanctis: Se ho paura, sinceramente non temo il loro attacco, il nostro reparto offensivo è più forte. Lavezzi e Cavani sono tra le coppie offensive più forti d’Europa.

Le probaibli formazioni
CHELSEA (4-2-3-1): Cech; Ivanovic, D.Luiz, Terry, Cole; Essien, Ramires; Sturridge, Lampard, Mata; Drogba. A disposizione: Turnbull, Cahill, Bosingwa, Romeu, Mikel, Kalou, Torres. All. Di Matteo

NAPOLI (4-3-2-1): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica; Maggio, Gargano, Inler, Zuniga; Hamsik, Lavezzi; Cavani.
A disposizione: Rosati, Fideleff, Fernandez, Dzemaili, Dossena, Pandev, Vargas. All. Mazzarri