L’Inter: Carew l’attaccante per sostituire Milito

Movimento a sorpresa degli uomini di mercato della società nerazzurra: svincolato,, dopo aver terminato la stagione scorsa nel West Ham, arriva il norvegese John Carew in attacco per sostituire fino al termine della stagione l’infortunato Milito.

Al momento il calciatore si trova all’hotel milanese Melià, dove ha parlato da quasi nerazzurro “L’Inter è una grandissima squadra, questa per me è una grande occasione. Sono pronto a giocare, in questi mesi mi sono allenato molto e quindi sono in forma”. Per lui è pronto un contratto della durata di 4 mesi fino alla fine della stagione. Per lui un ingaggio da circa 300mila euro netti.

Berlusconi chiude definitivamente le porte a Balotelli

Mancano ventitré giorni alla fine del mercato invernale, eppure la storia infinita del possibile passaggio di Mario Balotelli al Milan sembrerebbe chiusa. Il condizionale è d’obbligo, perché la pietra tombale sulla trattativa l’ha messa Silvio Berlusconi. Il cavaliere, si sa, ha la contraddizione nel sangue: due settimane prima di ingaggiare Ibrahimovic per esempio, il patron rossonero disse che nutriva dubbi sul carattere della punta svedese, chiudendo con la frase: “temo che possa creare problemi allo spogliatoio”.

In pratica ha utilizzato lo stesso concetto per Super Mario: “Nutro dubbi sulla sua affidabilità come uomo e non è mai stato nei miei pensieri. Si usa dire che una sola mela marcia sia in grado di guastare tutto il cesto e al Milan stiamo bene così.” Magari è pura strategia, magari no. Al di là delle dichiarazioni e delle manovre con cui Via Turati intende affrontare il futuro (“stiamo seguendo un centinaio di giovani per fare una squadra vincente che duri nel tempo”, ha aggiunto il presidente) in casa rossonera l’attaccante del Manchester City farebbe comodo. Il tanto acclamato Stile Milan, che è stato in grado di tenere a freno Ibra e pure Cassano, potrebbe fare miracoli anche con il Bad Boy. Ecco, appunto: giusto un miracolo.