Mourinho: il 6-0 del Chelsea lo rende spavaldo di fronte alla stampa

Vittoria con punteggio tennistico per il Chelsea in uno dei tanti derby londinesi contro l’Arsenal del tecnico francese Wenger, che dopo il match ha declinato il passaggio in conferenza stampa. Invece per Mourinho si è trattato di un momento in cui esaltare la sua squadra di fronte ai giornalisti ed ha voluto porre l’accento sul risultato che non lascia alcun dubbio sulla volontà dei blues di lottare per il titolo fino in fondo: «Eravamo troppo forti oggi. Siamo venuti per ucciderli, e in dieci minuti li abbiamo distrutti» ed ha aggiunto : «La partita è finita dopo i primi due gol nei primi sette minuti. La loro espulsione ci ha ulteriormente avvantaggiati ma la partita era già chiusa. Detto ciò, la sanzione ci stava».

Bendtner, ancora lui: arrestato e poi rilasciato

Ennesimo episodio curioso che ha visto l’ex attaccante juventino Nicklas Bendtner che è stato fermato e poi rilasciato dalla polizia londinese per essersi reso protagonista di un danneggiamento all’interno del condominio in cui vive e che ha voluto spiegare lo stesso danese tramite Instagram: “Sabato dopo la vittoria contro il Southampton sono uscito con la mia famiglia ed alcuni amici per mangiare. Tornato a casa, sono andato in piscina e passando per la palestra non sono riuscito ad aprire l’armadietto che conteneva gli asciugamani. Per questo l’ho forzato danneggiandolo. Chiedo scusa ai miei vicini di casa, ripagherò per il danno che ho causato. Tutto è stato chiarito anche con la polizia”.

Bourc, ex Fiorentina, papera ed è goal!

Nel match Arsenal – Southampton di Premier League di sabato scorso, l’estremo difensore dei Saints Boruc, vecchia conoscenza del calcio italiano per aver militato nella Fiorentina, si è reso protagonista di questo fallimentare tentativo di dribbling nei confronti dell’attaccante dei Gunners Giroud. Con questo goal l’Arsenal ha sbloccato il risultato, che poi vincerà per 2-1

http://youtu.be/B4_MwSUQQrk

Callejon: grande Napoli, che assist mi ha fatto Higuain!

Vittoria in trasferta a Marsiglia fondamentale per il Napoli di Benitez: sbancare il Velodrome, seppure lo ponga in testa a pari punti con le altre due big, Borussia ed Arsenal, mette gli azzurri di poter sorprendere.
E soprattutto fondamentale è stato il ritorno al goal di Callejon che, ai microfoni del programma radiofonico Radio Onda Cero, nel corso della trasmissione “Primer Toque” ha esaltato la giocata del Pipita: “Tutte le squadre del girone di Champions sono molto forti, ma noi non dobbiamo fare calcoli, e spero che sorprenderemo tutti. Il mio gol? Molto bello, ma l’assist di Higuain è stato superlativo: gran parte del merito è del Pipita. Per noi era importante vincere a Marsiglia, indipendentemente da chi segnasse. A Napoli mi trovo bene, lo spogliatoio è compatto, il modulo di Benitez ci fa divertire. In campionato ci sono squadre forti come noi, regna l’equilibrio”.

Suarez minacciato di morte da chi non lo vuole via da Liverpool

Il futuro di Luis Suarez è a tinte di fosche e negli ultimi tempi, anche qualcosa di più pesante pare essere arrivato sul suo capo: secondo il Daily Star infatti, l’attaccante uruguaiano del Liverpool sarebbe stato minacciato di morte su Twitter in caso di passaggio all’Arsenal.

Tuttavia il direttore generale dei Reds, Ian Ayre havoluto provare a spegnere gli ardori in conferenza stampa dalla tournée in Thailandia: “Abbiamo rifiutato due offerte dall’Arsenal perché non abbiamo alcuna intenzione di cederlo”.

Bayern Monaco – Arsenal: il tabellino

BAYERN MONACO-ARSENAL 0-2 (0-1)

Bayern Monaco (4-2-3-1): Neuer, Lahm, Dante, van Buyten, Javi Martinez, Alaba, Luiz Gustavo, Robben, Muller, Kroos (80′ Tymoshchuk), Mandzukic (72′ Gomez). A disp.: Starke, Rafinha, Contento, Shaqiri, Pizarro. All.: Heynckes.
Arsenal (4-2-3-1): Fabianski, Jenkinson, Mertesacker, Koscielny, Gibbs, Arteta, Ramsey (72′ Gervinho), Cazorla, Rosicky, Walcott (72′ Oxlade-Chamberlain), Giroud. A disp.: Mannone, Vermaelen, Diaby, Coquelin, Arshavin. All.: Wenger.
Arbitro: Pavel Kralovec (Rep. Ceca).
Marcatori: 3′ Giroud, 85′ Koscielny.
Note – Ammoniti: Gibbs, Rosicky, Giroud, Mertesacker, Cazorla (A), Lahm, Javi Martinez, Gomez (B); Espulsi: –

Conte: che nessuno dei miei pensi che sia facile

Conferenza stampa che annuncia tensione sempre alta nello spogliatoio bianconero. Per Conte e la Juventus sarebbe l’approdo ai quarti dopo ben 7 anni, quando nella stagione 2005-06 superò il Werder Brema e venne poi eliminato dall’Arsenal di Henry e Fabregas.

“Nessuno sminuisce l’importanza del ritorno di Champions. Le qualificazioni si conquistano in 180 minuti, non in 90. Affronteremo una squadra forte e orgogliosa che vorrà ribaltare il risultato dell’andata. Sarà una prova per tutti, iniziando dal sottoscritto, ma anche per i calciatori e la società.

Sicuramente la partita d’andata ha messo una seria ipoteca sul passaggio del turno. Ma il calcio può riservare sempre sorprese soprattutto perché loro sono sempre pericolosi sulle palle inattive. Abbiamo fatto tanto per arrivare qui e quindi volendo andare avanti dobbiamo dare il massimo.

Dobbiamo ancora qualificarci e fino a che sarà nelle mie mani posso solo ripetere quello che Gianluigi Buffon aveva detto prima della partita contro il Chelsea: conosciamo le nostre forze, sappiamo quello che possiamo fare e ci ricordiamo da dove veniamo”.

Wenger a rischio? Ai bookies non sembra

Anche quest’anno l’Arsenal si avvia ad una stagione con solo insuccessi in bacheca e ciò accade ormai da otto anni. In Premier League non ha mai lottato per il titolo, mentre in Capital One Cup è stata eliminata dal Bradford nonostante le tre categorie di differenza. In FA Cup, l’Arsenal ha scelto di farsi eliminare dal Blackburn al Fly Emirates.

Poi l’andata degli ottavi di Champions League ha visto come risultato un 1-3 interno contro il Bayern Monaco. Si direbbe che siamo vicini alla fine del regno francese di Wenger ed invece la sua presenza anche l’anno prossimo sulla panchina dei Gunners ha una quota di 1,20 mentre per l’addio siamo a 4,00.

Beckham agli ordini di Wenger, ma solo per stare in forma

Il manager dell’ Arsenal , Arsène Wenger, ha confermato che David Beckham si sta allenando con il club nel centro di allenamento di Hertfordshire. Beckham è attualmente senza un club dopo aver lasciato i Los Angeles Galaxy alla fine della scorsa stagione di Major League Soccer.

“Mi ha chiamato,” ha detto l’allenatore francese. “Mi ha chiesto se poteva venire per mantenersi in forma. Non ha fatto nulla per molto, molto tempo. E’ solamente per stare pronto fisicamente. Non c’è alcuna speculazione su una sua possibile firma di contratto.”

Lo Spice – Boy appare determinato nel proseguire la sua carriera calcistica. Come riportato da più parti negli ultimi mesi gli sono arrivate circa una dozzina di proposte da ogni parte del mondo. E non è neanche la prima volta che si allena con i Gunners, aveva già fatto così nel break del 2008 e nell’inverno del 2010 , mentre nel gennaio del 2011 si era unito al Tottenham.

 

Cavani via da Napoli? Per i bookmakers è futuro Arsenal

La voce dell’altro giorno è bastata per scatenare illazioni: si parla di una cifra per Edinson Cavani pari a circa 60 milioni di  di euro, ma Arsene Wenger e l’Arsenal sarebbero pronti a pagarli per assicurarsi il numero sette uruguaiano.

I rumours provenienti da oltremanica rimbalzano immediatamente sulla lavagna dei bookmaker inglesi, dove la scommessa sul Matador ai Gunners già in questa finestra di mercato è stata abbassata consistentemente.La cifra ora è stata abbassata  a 2,60 mentre più indietro sono le altre:  il Psg è a 9,00, il Chelsea a 15,00, il Manchester City a 17,00. Per ultima la Juventus, offerta a 26,00.