Talento del Chelsea U21 imita il colpo di Ibra

Match del campionato Under21 inglese fra Chelsea e West Ham, e con la maglia dei blues scende in campo un emulo di Zlatan Ibrahimovic. Almeno a vedere come segna in questa occasione il 18-enne Kasey Palmer, centrocampista del club di Roman Abramovich, che con un colpo dello scorpione supera in piena mischia il portiere degli Hammers.

Fabio Capello: niente Chelsea, sto bene a Mosca

Fabio Capello ha negato che il Chelsea lo abbia avvicinato per chiedergli di diventare il nuovo tecnico dopo la gestione ad interim di Rafael Benítez.

Nel week end passato parte della stampa italiana ha indicato che Roman Abramovich ha sondato il terreno con Don Fabio, dopo che alcuni supporters dei blues hanno contestato il tecnico spagnolo.

Nel febbraio 2009 Guus Hiddink, diventato poi l’allenatore della Russia, aveva messo piede al Chelsea con un contratto a breve termine, dividendosi così fra le due realtà. Alla fine della stagione il Chelsea vinse la FA Cup e si assicurò il posto in Champions League.

Ma Capello, parlando ad una stazione radio italiana, è stato saldo nel dire che non ci sono stati contatti. “Non ho ricevuto alcuna offerta,” ha detto. “Sto pensando solo alla nazionale russa e sono ben contento di stare a Mosca.”

Capello ha accettato il ruolo attuale dopo Euro 2012, solo sei mesi dopo aver rassegnato le dimissioni da tecnico dell’Inghilterra.

Il Chelsea mette alla porta Lampard

L’operazione di ringiovanimento è partita anche dalle parti di Stamford Bridge. A farne le spese un pezzo di storia dei Blues, Frank Lampard. I tabloid inglesi titolano “Chelsea kick out Lamps” ed il diretto interessato si dice “distrutto, volevo chiudere la carriera qui”.

In sostanza il club londinese ha invitato il centrocampista 34enne a trovarsi una nuova squadra a gennaio, liberandolo a costo zero. Abramovich non ha quindi nessun interesse a monetizzarne la cessione, forse persuaso dal fatto che per lui non ci sia mercato.

Ad ogni modo il giocatore non aveva alcuna intenzione di guardarsi intorno, una fonte interna alla società fa sapere che “voleva chiudere la carriera con questa maglia, non glielo permettono e questo lo fa stare male. Non ci poteva credere quando gli hanno detto di andarsene. La sola cosa che voleva era giocare nel Chelsea. Questo club gli deve molto…”.

Che nel mondo del calcio la riconoscenza non esista o sia merce rara, è ben noto. Ma sentimentalismi a parte, chiunque si faccia avanti per ingaggiare il buon Frank, a nostro parere, farà un ottimo affare. I saldi stanno per cominciare, forza gente!

 

Tifoso razzista del Chelsea identificato: ora rischia l’arresto

Durante la gara con il Manchester United valida per la Coppa di Lega, un sostenitore dei londinesi ha imitato i movimenti di una scimmia nei confronti dell’attaccante dei Red Devils Danny Welbeck.

Il ragazzo è stato identificato dal quotidiano Sun di Londra come Gavin Kirkham,la cui sorte, come tifoso, è ora appeso ad un filo. Infatti la polizia di Londra ha ricevuto una denuncia per l’episodio e potrebbe ora arrestarlo e incriminarlo; la legge inglese potrebbe arrivare a vietarne l’ingresso negli stadi per anni.

Ma anche il Chelsea è pronto a dare un segnale altrettanto forte, proprio nella settimana in cui l’arbitro del match, sempre fra Chelsea e Manchester United, ma stavolta valido per il campionato, l’arbitro è sotto inchiesta da parte della federazioni per, al momento, presunte frasi razziste rivolte al suo giocatore, il nigeriano Mikel.

Il Chelsea di Abramovich non molla. Pronti 35 milioni per Cavani

Edison Cavani potrebbe lasciare Napoli?

Tesi poco probabile ma mai dire mai quando si è di fronte ad un miliardario che per soddisfare i propri capricci non guarda in faccia a nessuno.

Secondo fonti di mercato il club londinese di Abramovic avrebbe messo sul piatto 35 milioni di euro per arrivare al calciatore uruguaiano. Già nelle scorse settimane De Laurentiis aveva però fatto sapere che le offerte inferiori ai 50 milioni non sarebbero neppure state prese in considerazione.

Ma il presidente partenopeo potrebbe presto cambiare idea. In settimana dovrà infatti incontrare il calciatore per discutere del rinnovo del contratto. Se tra il presidente e il calciatore dovesse iniziare un braccio di ferro sull’entità del probabile aumento di ingaggio richiesto, potrebbero crearsi i giusti presupposti per rivalutare le inglesi sirene del Chelsea.

Ai tifosi azzurri, già privati di Lavezzi, non resta che sperare che il 31 agosto, ultimo giorno di calciomercato, arrivi presto e senza ulteriori novità.