Beckenbauer: dalle mani di Platini il Premio alla carriera dell’UEFA

Capitano della nazionale tedesca ai mondiali 74, vinti in casa, ed allenatore della stessa all’edizione italiana del ’90, quando vinse in finale contro l’Argentina di Maradona  nonché uomo simbolo del Bayern Monaco.  Questo il palmares di Beckenbauer, che ha ricevuto oggi il Premio del Presidente UEFA per il 2012 da Michel Platini. “Franz Beckenbauer ha dato un contributo memorabile al calcio, da giocatore, allenatore e amministratore. La sua versatilità e la sua tecnica, unite alle qualità da leader, hanno caratterizzato una distinta carriera, durante la quale ha vinto diversi titoli a livello di club e in nazionale. A lui si deve l’invenzione del ruolo di libero, una vera e propria innovazione tattica”, queste la motivazione dichiarata da Michel Platini, numero uno del calcio continentale.

“Da allenatore ha avuto altrettanti successi, portando la sua nazione al titolo mondiale. Franz Beckenbauer è un monumento del calcio e può essere orgoglioso dei suoi tanti trionfi. Per me è un grande onore consegnargli il Premio del Presidente UEFA per il 2012″.

Beckenbauer si unisce così ad un gruppo di personalità del calcio che negli ultimi anni hanno vinto il Premio: Alfredo Di Stéfano (2007), Sir Bobby Charlton (2008), Eusébio (2009), Raymond Kopa (2010) e Gianni Rivera (2011).