Prima della squadra la Viola restaura il Franchi: novità in vista

Ancora ferme ai box le trattative per costruire una che rompa con il passato delle ultime due stagioni deludenti per il pubblico gigliato, la società della famiglia provvederà a dare nuovo lustro al . Falliti per ora i tentativi di costruire una nuova arena, il club ha provveduto  di investire quasi due milioni per un piccolo maquillage estetico, dopo aver già risistemato l’impianto audio, quello elettrico e di illuminazione.

Il primo intervento sarà quello della costruzione di sky box, complessivamente 16 e avranno 8-10 posti ciascuno. Verranno sistemati ai lati delle piazzole televisive, alla sommità della tribuna centrale. Nella parte interna avranno una zona hospitality con divani e tavolo per il buffet, mentre nella terrazza esterna ci saranno le poltrone da cui seguire la partita. Le postazioni  saranno gestite in sinergia dalla Fiorentina con la Gsport, una società specializzata in ospitalità e visibilità negli stadi.

L’altro intervento è relativo l’abbattimento delle barriere tra campo e tribune, dove però mancano ancora alcune autorizzazioni e la Fiorentina non sa se riuscirà a far partire i lavori. In ogni caso l’abbattimento delle barriere è previsto in due stagioni sportive, questa e la prossima, anche se la società viola vorrebbe iniziare subito, magari dalla Maratona. Il progetto prevede l’abbassamento del terreno di gioco di un metro rispetto alle sedute, con l’innalzamento del parapetto onde non disturbare la visione, il che costituirebbe una vera rivelazione rispetto al passato.