Catania – Juventus continua su Internet!!

In mattinata il presidente etneo , dopo la sfuriata di ieri in conferenza stampa accusa il guardalinee “incriminato” di avere una passione calcistica per la Juventus e la cosa sarebbe assai chiara secondo Pulvirenti che lo denuncia a Radio Rai:  “Questa mattina sono andato sul profilo Facebook del guardalinee e ho trovato lo scudetto della Juventus. Tutti sono liberi di tifare per qualsiasi squadra, ma se vedo questo e penso a quello che è successo ieri in campo, al fatto che si sia fatto influenzare dai giocatori della Juve, ditemi voi cosa dovrei pensare… Sono disorientato, non riesco più a capire. Accettiamo gli errori degli e prima non avevamo mai protestato, ma quello che è successo ieri è sconcertante e inaudito. A parti inverse ci avrebbero espulso tre giocatori della panchina. Serve una punizione severa per i giocatori della Juve. , che vuole riformare il calcio, inizi dalle cose più semplici. Chieda il 3-0 a tavolino, farebbe un gran gesto”.

Passa qualche ora e l’AIA interviene con una precisazione in merito alla polemica internettiana con un comunicato in cui dichiara che “ha ricevuto dall’assistente arbitrale della Can A Luca Maggiani attestato in cui egli precisa che la notizia secondo cui lo stesso sia titolare di un profilo personale o di una pagina sul social network Facebook è destituita di ogni fondamento. Al fine di tutelare l’integrità etica dell’arbitro e l’immagine istituzionale, l’Aia fa riserva di intraprendere le azioni legali più opportune nei confronti degli autori dell’iniziativa mediatica, realizzata attraverso la suddetta piattaforma new media, e verso chiunque abbia diffuso e diffonda la notizia palesemente falsa mediante qualsiasi mezzo di comunicazione. Analoga segnalazione viene inviata alla Procura Federale affinché accerti le responsabilità di soggetti eventualmente tesserati”.