Neymar: se pensano che mio padre sia stupido, si sbagliano

Al centro delle polemiche fra il e vi è ancora la modalità con cui il campione brasiliano ha lasciato il suo club d’origine per sbarcare a . In risposta alle accuse che Luis Álvaro de Oliveira, numero uno del Santos, che ha indicato nel del giocatore l’artefice ed esecutore del trasferimento, senza che lo comunicasse al figlio, Neymar è intervenuto in difesa del genitore: “Se pensava che mio fosse uno stupido, si sbaglia. Ringrazio mio per l’aiuto che mi dato per avermi fatto arrivare dove sono e se ha guadagnato parecchi milioni, qual’è il problema? Si è dato da fare, nulla è caduto dal cielo. Chiedo scusa santistas, ma il mio affetto per il club non cambia per due o più persone”.