De Laurentiis: pronto un grosso acquisto per il 6 gennaio

Aurelio non si ferma neanche nelle feste natalizie e pansa al suo , al quale vuol far trovare nella calza della Befana il giocatore necessario per puntare almeno al secondo posto. «Da due mesi stiamo negoziando un contratto, ma non ci danno ancora una risposta il club ed il giocatore. Per l’ dovremmo sapere…»., così il patron dei partenopei ha voluto fare un annuncio parlando ai microfoni di  Kiss Kiss Napoli.

Poi è sceso più nei dettagli delle  motivazioni che lo spingono ad aprire i forzieri : «Non parlo mai di regali, ma di una finalizzazione di ciò che serve. Bisogna considerare che per comprare e vendere bisogna essere in due. Noi vogliamo tizio o caio, ma bisogna anche considerare che dall’altra parta non vogliono vendere o non vogliono venire a Napoli i giocatori, le loro mogli o fidanzate o la famiglia. Ad esempio alcuni giocatori che ci interessano giocano ancora in Champions, ma noi non ci siamo e quindi è ancora interessato a cavalcare questa situazione. Abbiamo un settore scouting bravissimo, una disponibilità economica ed un tecnico bravissimo e se son rose fioriranno, ma non compriamo per comprare. Quando sento messaggi dei sapientoni su chi comprare e sui nostri che fanno schifo…. io invece sono fiero dei miei che ci hanno portato dove siamo e ce li invidiano tutti. Bisogna differenziare tra acquisti prospettici e immediati. Quelli prospettici sono necessari, altrimenti la squadra invecchierà e avremo un’età media di 37 anni. A giugno è più facile intervenire, ma mi piacerebbe intervenire già adesso perché abbiamo l’opportunità economica».