Abete: bisogna isolare i tifosi colpevoli

Altra domenica condita da cori con la cosiddetta discriminazione territoriale e per , numero uno della , le dichiarazione del Presidente juventino Andrea , che ha definito “cervellotiche” le norme introdotte in materia di tifo, sono oggetto del suo intervento a Sky Tg24 Mattina:  “Siamo un po’ più attenti a problemi dei club, è da colpire il soggetto, non l’intero . La discriminazione territoriale è presente dal ’90: va isolato chi comporta un danno ai club per i quali dicono di fare il tifo, con cori che hanno volontà di sfida, intervenendo in ambiti diversi dalla partita. Si a ironia, sfottò, faziosità, ma nei limiti compatibili con il rispetto delle regole”.