Ronaldo uomo squadra: con il suo Portogallo anche se squalificato

Sembra una star irraggiungibile e soprattutto mosso più in direzione dello star system che di una bandiera quale quella della sua nazionale. Eppure , dopo il pareggio in extremis in Israele, ha deciso di rimanere unito ai suoi compagni del ,partendo con loro alla direzione dell’Azerbaigian, nonostante la squalifica.

«Mi piace sapere di essere insieme a loro, con l’anima e col corpo. Farò il tifo per i compagni di squadra, dobbiamo vincere, è il nostro obiettivo ma questa volta potrò solo dare il mio aiuto dall’esterno: andremo lì con l’ambizione di vincere e lo faremo» le parole di CR7 riportate dall’edizione on-line di Marca.