Raiola spegne i sogni di Ibra in bianconero

Il procuratore dello svedese, l’arcinoto Mino Raiola, replica le sue dichiarazioni di non partenza di verso lidi italiani.

Come a recitare il solito copione, quando ogni anno i suoi assistiti più importanti sembrano dover rimanere dove stanno, anche stavolta, ai microfoni di Radio Kiss Kiss afferma: “In Italia le strategie di mercato si fanno anche più tardi, rispetto agli altri paesi. Difficile trovare top players che possano arrivare in Italia, la strada da percorrere prevede ingaggi contenuti, dunque è difficile che uno come Ibra possa tornare in Italia, anche se nel calcio non si può mai dire nulla. Zlatan ha ancora due anni di contratto con il , le cose vanno benissimo. Stiamo vedendo che la media età si sta abbassando, il campionato è equilibrato e ci sono giovani interessantissimi. Icardi, ad esempio, magari cinque anni fa si sarebbe perso”.