Tristezza per Ronaldinho: mi manca il Milan

El Gaucho  ha rilasciato un’intervista per l’inserto settimanale della Gazzetta dello Sport in cui ha dichiarato esplicitamente che il Bel Paese , ed in particolare il suo , gli manca parecchio.

«In Italia ho lasciato molti amici. Tuttora ricevo messaggi e manifestazioni di affetto dai tifosi, tramite lettere, e-mail, Facebook. Pure dai dirigenti del Milan. Ho molta nostalgia di San Siro. Gli italiani sono sempre stati molto teneri e calorosi nei miei confronti. In passato ho detto che Allegri è bravo, ma mi trovavo più a mio agio con Leo? Aveva portato al Milan uno schema più simile al calcio brasiliano. Conosceva le mie caratteristiche e mi concedeva più libertà in campo. Perché ho lasciato il Milan? Volevo vincere qualcosa nel mio Paese. La mia amica Sara Tommasi ha detto a Berlusconi di riprendermi? Davvero? Non lo sapevo, giuro. Berlusconi? Non lo vedo da tanto. Quando ho incontrato Pato in nazionale gli ho chiesto notizie di Berlusconi e mi ha detto che stava bene. Mi ha fatto piacere saperlo. Milan in Champions? In un campionato combattuto come la Serie A è complicato arrivare tra le prime e c’è sempre la possibilità di restare fuori dall’Europa che conta».