La curiosa storia dell’ Eintracht Braunschweig

Si preannuncia un match di Coppa di Germania a senso unico quello in programma stasera all’Allianz Arena fra Bayern Monaco e Eintracht Braunschweig, squadra della Bassa Sassonia che milita nella serie B tedesca, attualmente al sesto posto. Ma la storia interessante riguarda il club ospite, con i colori giallo-blu: infatti l’Eintracht (in tedesco significa concordia) può essere considerato il primo club in assoluto ad apporre uno sponsor sulle proprie diviso da gioco.  Il marchio era quello del noto  liquore Jägermeister, che nel 1972, dopo un accordo economico stimato in 100mila marchi fra i due presidenti del club e dell’azienda, fu apposto sulle divise da gioco. Addirittura il consiglio d’amministrazione della squadra votò a maggioranza per modificare lo stemma sociale, passando dal leone rosso al cervo Hubertus.

Tuttavia le cose sembrarono non filare lisce il giorno prescelto per la presenza del marchio sulle maglie: il 24 marzo 1973, nella gara contro lo Schalke 04, il simbolo che appariva era più grande di 4 cm del consentito (14 cm) per i loghi societari dalla Federazione tedesca. Ma il direttore di gara, dopo un’esitazione iniziale, consentì l’utilizzo delle casacche facendo si che l’Eintracht Braunschweig diventasse la prima squadra a prevedere una sponsorizzazione sulle maglie.