Chi è Mike Piazza, il possibile acquirente del Parma

Piazza

, italo-americano, è nel mondo del americano, la MLB, una delle grandi leggende del passatempo preferito dal pubblico Made in USA. Nato a Norristown, Pennsylvania, il 4 settembre 1968, ha giocato con i Los Angeles Dodgers, i Florida Marlins, i New York Mets, i San Diego Padres e gli Oakland Athletics nel corso della sua carriera professionistica durata per 16 stagioni. E’ ritenuto il miglior battitore-ricevitore di tutti i tempi e nel suo ruolo detiene il record tuttora di maggior numero di fuoricampo battuti, ben 396.

Al suo primo primo anno completo da professionista, vinse subito il titolo di miglior rookie (esordiente), dimostrazione del suo grande talento sul diamante. Dopo aver giocato per 6 anni al sole della California con i Los Angeles Dodgers, passò a Miami, vestendo la casacca dei Florida Marlins. Tuttavia la sua permanenza in Florida fu brevissima: dopo una sola settimana fu scambiato ai New York Mets, il che lo rese uno dei giocatori più odiati d’America.

Nella Grande Mela però seppe farsi amare dai suoi tifosi, dove espresse il suo talento portando la squadra per due volte ai play-off, perdendo tuttavia nella finale del campionato (2000) contro gli odiati rivali cittadini degli Yankees.

Si stima che nel corso della sua carriera abbia raggranellato una cifra pari a circa 120 milioni di dollari, di cui ben 16 nel corso di una sola stagione. Appeso il guanto al chiodo, è entrato nello staff tecnico della nazionale italiana di baseball, con la quale ha vinto due Europei. Ha anche vestito la maglia azzurra, in occasione del World Classic, una sorta di Campionato del Mondo aperto anche ai professionisti che possono scegliere la nazionale d’origine.

In occasione di una visita in Sicilia per risalire alle sue radici (la famiglia è originaria di Sciacca, Agrigento), Piazza, tifoso del Palermo, incontrò il vice – presidente dei rosanero Guglielmo Miccichè che gli fece gentile regalo della maglia n° 31 (lo stesso numero che Piazza vestì da giocatore).