Panchina d’Oro: Il premio va a Guidolin! Premiati anche Tesser e Torrente

La Panchina d’Oro 2010-2011 va a Francesco Guidolin, allenatore dell’Udinese, premiato dal presidente della Figc Giancarlo Abete a Coverciano. L’allenatore friuliano viene da una graqnde stagione con la sua Udinese, unica pecca l’eliminazione ai preliminari di Champions per mano dell’Arsenal. La Panchina d’argento per la serie B e’ stata assegnata ad Attilio Tesser, ex allenatore del Novara. Per la Prima divisione premiato Vincenzo Torrente per il campionato vinto con il Gubbio.

Serie B: Sassuolo bloccato dall’Ascoli,Gubbio vittorioso

In questo sabato pomeriggio si sono giocate solo due gare valide per la 28esima giornata della Serie Bwin.
C’era grande attesa per la gara del Sassuolo, ma gli uomini guidati da Fulvio Pea sono stati bloccati sullo 0-0 da un arcigno Ascoli, da una squadra che ha resistito per 90′ agli attacchi della formazione neroverde. Sull’altro campo, invece, era impegnata l’altra formazione modenese, ma gli uomini di Cuttone hanno subìto una sconfitta per 2-0 dal Gubbio, che, trascinato dai gol di Ciofani e Sandreani, aggancia proprio i canarini, fuori dalla zona a rischio retrocessione.

Lazio: Reja dirige l’allenamento a Formello

Prosegue la telenovela in casa Lazio relativa alla questione allenatore. Nel pomeriggio infatti Edy Reja e’ sceso in campo a Formello per dirigere l’allenamento in vista della partita di domani con la Fiorentina. Quindi niente addio almeno per ora visto che nelle ultime ore si era parlato di un possibile arriva di De Canio già dal pomeriggio sulla panchina della Lazio. Come andrà a finire la questione Reja?

Live Milan-Juventus: L’attesa cresce

Ci siamo, il gran giorno è arrivato per i popoli rossoneri e bianconeri. Stasera, alle 20.45, i riflettori di San Siro (tutto esaurito per l’occasione) si accenderanno su Milan-Juventus, big-match della venticinquesima giornata e attesissima sfida-scudetto, in molti credo che questa sia la partita spartiacque del campionato. I rossoneri arrivano al big-match avanti di un punto, 50 a 49, ma hanno anche giocato una gara in più rispetto alla Juve che deve ancora recuperare la sfida contro il Bologna.  

PAROLA AGLI ALLENATORI- Nella mattinata di ieri Allegri è stato chiaro: “Non sarà una partita decisiva”. C’è da credergli? “La Juve è forte – ha proseguito il tecnico  -, ma noi siamo usciti dalla flessione di qualche settimana fa”. La replica a distanza di Conte da Torin: “Milan comunque favorito, anche se manca Ibrahimovic: hanno una rosa fortissima”. In fondo l’allenatore juventino non si discosta dalla sua convinzione, ferma da sempre: rossoneri migliori.

COSI IN CAMPO- 

In casa Milan la coppia d’attacco sarà tutta verdeoro con 
Pato e Robinhosupportati da Emanuelson. Per la panchina Allegri sceglie Inzaghi e manda in tribuna Maxi Lopez. In difesa scelta forzata per Allegri, visto il forfait all’ultimo di Nesta, schiererà Mexes.

Il modulo per la Juve è ancora il 3-5-2. Simone Pepe dovrebbe aver vinto il ballottaggio per la fascia sinistra, mentre in avanti le quote più alte sono riservate alla coppia Matri-Vucinic, ma attenzione a Quagliarella dato in grandissima forma.

I PRECEDENTI- Milan e Juventus si sono affrontate per una gara valida per il campionato di Serie A al San Siro per ben 78 gare. Il bilancio è favorevole ai padroni di casa del Milan con 26 vittorie contro le 18 bianconere e ben 34 pareggi. Il computo delle reti è ad appannaggio del Milan con 112 contro le 93 dei bianconeri. L’ultima vittoria del Milan è del 15 maggio 2010 per 3-0 grazie ad una super prestazione di Ronaldinho mentre l’ultima della Juve risale allo scorso campionato (2-1) grazie alle reti di Quaglierella e Del Piero.

LE QUOTE- Anche senza Ibrahimovic per gli scommettitori il Milan parte da favorita. Le percentuali di gioco della rete Snai, come si legge su Agipronews, vanno a favore dei rossoneri, in lavagna a 2,20 e con il 52% delle preferenze.Sulla vittoria bianconera è andato il 23% delle giocate, per una quota a 3,30. Poco più in alto il pareggio, al 25% e bancato a 3,20. Vantaggio netto nelle puntate per l’Over (almeno tre reti complessive), a 1,95 e con il 69% delle scommesse. Tra i risultati esatti, i più scelti sono il 3-1 al 15% (17,00) e l’1-2 al 12% (11,00).

A.S Bari: Torrente “Io al Catania? Sono solo delle voci”

Negli ultimi giorni sono balzate le voci di un possibile addio a fine stagione dell’allenatore del Bari Vincenzo Torrente seguito dal Catania. Il tecnico del Bari questa mattina in conferenza stampa ha smentito tutte queste voci che lo vorrebbero sulla panchina degli etnei nella prossima stagione. “Sono solo voci: certo il sogno di ogni allenatore è di allenare in Serie A, e questo è anche il mio – ha dichiarato Torrente – . Il mio futuro? Spero che la società abbia dei programmi, ma per ora penso solo alla prossima gara, voglio vincerla. L’assenza di Caputo? Perdiamo un giocatore importante, il capitano. Peccato, stava facendo bene. Ora cercherò altre soluzioni.”

Pubblicato in News

Taxi-Pato: Il rossonero s’improvvisa tassista

Sicuramente è il sogno di tutti gli appassionati di calcio quello di incontrare il proprio giocatore preferito e magari scambiarci anche due chiacchiere insieme a lui. Il sogno però si è avverato per tre tifosi rossoneri, uno proveniente da Bari e altri due da Varese, che passeggiavano nei dintorni di Milanello. I tre infatti stavano andando a tentare di assistere all’allenamento del Milan per poi cercare di accaparrarsi qualche autografo, ma in questo caso non hanno dovuto fare sforzi visto che in cerca di un passaggio hanno trovato l’aiuto di Pato che con la sua auto ha dato loro un passaggio a Milanello. Uno dei tre stupito commenta: “Esperienza davvero fantastica, Pato è straordinario e gli abbiamo chiesto di segnare un goal”

Pubblicato in News

Milan-Juve: Conte “Questa è la sfida dell’anno”

Manca un giorno alla sfida più attesa del campionato. Milan-Juve si gioca dentro e fuori dal campo con i due allenatori che negli ultimi giorni hanno parlato molto di questa partita. Questa mattina Conte intervistato ha parlato dell’importanza di questa sfida. “Milan-Juventus in questo momento è la partita più attesa dell’anno e da parte nostra non ci dovranno essere cali di tensione. Loro hanno lo Scudetto cucito sul petto, sono davanti a noi in classifica e sono la squadra da noi ritenuta più forte. Non ci sarà nessun calo di tensione. L’assenza di Ibrahimovic? Il Milan non è solo Ibrahimovic, lo ha dimostrato anche nelle tre partite precedenti e anche nel momento di maggior difficoltà come a Udine, dove senza un grandissimo giocatore hanno vinto su un campo dove avevano perso tutte e noi pareggiato”.

Pubblicato in News

Europa League: Ecco gli accoppiamenti! Sarà Udinese-AZ

Questo il quadro degli accoppiamenti degli ottavi di finale dell’Europa League (8 e 15 marzo), determinatosi dopo le partite giocate nella serata di ieri: Manchester United (Ing) – Athletic Bilbao (Spa); Valencia (Spa) – Psv Eindhoven (Ola); Sporting Lisbona (Por) – Manchester City (Ing); Az Alkmaar (Ola) – Udinese (Ita); Atletico Madrid (Spa) – Besiktas (Tur); Twente (Ola) – Schalke 04 (Ger); Metalist Kharkiv (Ucr) – Olympiakos Pireo (Gre); Standard Liegi (Bel) – Hannover (Ger).

Caso Ibra: Respinto il ricorso del Milan

La corte di giustizia federale ha respinto questo pomeriggio il ricorso e confermato le tre giornate di squalifica inflitte all’attaccante del Milan Zlatan Ibrahimovic dopo lo schiaffo rifilato nei confornti di Aronica in Milan-Napoli. Contro la Juventus, dunque, Ibra non ci sara’. Lo svedese aveva gia’ saltato le trasferte di Udine e Cesena.
Pubblicato in News

Europa League: Udinese spettacolo in Grecia! 3-0 al Paok

L’Udinese si qualifica per gli ottavi di finale di Europa League: grazie ad un 3-0 nei confronti dei greci del Paok (andata 0-0). Ottima partita da parte dei friulani di Guidolin, subito in vantaggio (6′) con un colpo di testa di Danilo su corner di Pasquale. Il raddoppio al 14′: punizione dai 25 m, tocco di Domizzi e gran destro di Floro Flores che si infila nel ‘sette’. L’Udinese corre qualche rischio soprattutto sulle palle inattive, ma dopo appena 6′ della ripresa chiude il match: fallo di Sznaucner su Floro Flores, dal dischetto realizza Domizzi.