Che sfortuna Criscito: infortunio nell’amichevole Siena – Zenit

Infelice rientro in Italia per Mimmo Criscito, che nell’amichevole di oggi pomeriggio a Siena con il suo Zenit San Pietroburgo, in ritiro nella penisola, è stato costretto ad uscire dal campo a dieci minuti dal termine per le conseguenze di uno scontro di gioco con Paolucci.

A confermare la gravità delle sue condizioni è lo stesso calciatore che, attraverso l’account twitter dà pessime notizie. “Purtroppo ho subito una brutta distorsione del ginocchio e dovrò subire un intervento al ginocchio. Spero passeranno in fretta questi mesi”. Purtroppo per l’ex Genoa è l’addio alla Confederations Cup del prossimo giugno con la nazionale.

 

Ufficiale: Neto lascia il Siena e va da Spalletti

Il Siena ha ufficializzato un’altra partenza, sempre nel settore difensivo.Approfittando del fatto che il mercato russo era aperto fino a mezzanotte, Luis Novo Neto è stato ceduto a titolo definitivo allo Zenit San Pietroburgo.

In questo modo Luciano Spalletti avrà a disposizione un difensore che ha dimostrato in questa prima parte di stagione di essere molto affidabile. Il portoghese , con 20 presenze ed un goal alla Roma in questo campionato,ha saputo conquistare gli interessi di diversi clubs europei.

Zenit – Milan , le probabili formazioni

Dopo il pareggio contro l’Anderlecht nella gara d’esordio, la sfida contro lo Zenit rischia di essere già decisiva per il futuro europeo dei rossoneri: “Sapevo che sarebbe stato un girone equilibrato, ci giocheremo la qualificazione fino all’ultima giornata – ha avvertito Allegri, la cui panchina è sempre in bilico -. Dobbiamo ancora migliorare molto”. Non stanno meglio i russi, in difficoltà in campionato e travolti dal Malaga quindici giorni fa nella prima di Champions: “Per noi è la partita dell’anno – ha spiegato Spalletti-: non possiamo fallire, altrimenti il nostro cammino diventa molto difficile”. Fischio d’inizio oggi alle 18.00, arbitro Felix Brych (Ger). Diretta tv su Italia 1, Sky Sport 1, Sky Calcio 1 e Premium Calcio.

 

Zenit S. Pietroburgo (4-3-3): Malafeev; Anyukov, Hubocan, Lombaerts, Criscito; Fayzulin, Shirokov, Zyrianov; Bystrov, Kerzhakov, Hulk. A disposizione: Baburin, Bruno Alves, Lukovic, Witsel, Kanunnikov, Djordjevic, Bukharov. All. Spalletti. Squalificati: nessuno. Indisponibili: Denisov, Danny, Semak, Zhevnov

Milan (4-2-3-1): Abbiati; Abate, Bonera, Zapata, Antonini; De Jong, Montolivo; Emanuelson, Boateng, El Shaarawy; BojanA disposizione: Amelia, Mexes, Yepes, Ambrosini, Nocerino, Robinho, PazziniAll. Allegri. Squalificati: nessuno. Indisponibili: Pato, Mesbah, Acerbi.

Rosina tornerà a casa: Torino e Atalanta in cima alla lista

 

Alessandro Rosina ha deciso: dirà addio alla Russia per tornare in Italia. Terminerà la non certo esaltante esperienza con lo Zenit di Spalletti, dove era giunto per circa 9 milioni di euro, nell’entusiasmo generale, e da cui si congederà in sordina. L’ex stella del Torino ha soltanto 28 anni e vuole rilanciarsi partendo di nuovo dalla Serie A, dopo la parentesi (dimenticabile) in prestito a Cesena. Secondo SkySport24 l’agente e fratello del giocatore, Salvatore Rosina, starebbe sondando il terreno per un ritorno definitivo nel nostro campionato, in particolare sarebbero Torino e Atalanta – riporta TuttoAtalanta.com – le maggiori interessate all’attaccante.