Zarate: Lotito mi ha fatto fuori

Nessuna critica viene risparmiata dall’ormai ex attaccante della lazio Mauro Zarate a patron Lotito. Il 26 enne ex anche dell’Inter, in un’intervista concessa al quotidiano sporrtivo argentino Olè dichiara apertamente che la squadra biancoceleste viene gestita ,a suo dire, in maniera poco chiara: ‘L’ultima volta che mi sono allenato in gruppo era novembre – spiega l’attaccante, in un affondo davvero velenoso -. Non ho giocato neanche un minuto in quindici partite, e questo mi ha danneggiato molto. Quando ero a casa e in televisione c’era una partita, mi chiudevo al bagno a piangere per non farmi vedere da mia moglie: non riuscivo più a guardare il calcio. Quando sono tornato dall’Inter Lotito e la sua cupola mi hanno fatto fuori. Da chi è composta? Da Lotito, Tare, l’allenatore e due o tre giocatori: sono loro che decidono tutto. Lotito voleva vendermi ad altri club ma non è riuscito a trovare una soluzione adeguata, e negli ultimi anni si è rifiutato di pagarmi. Quando ho reclamato, il nostro rapporto è finito; non mi ha voluto più in squadra ma allo stesso tempo non mi ha lasciato andar via’.

La causa fra Zarate e la Lazio verso la soluzione?

Si va verso la conclusione riguardo la causa in corso tra l’attaccante argentino Mauro Zarate e la Lazio. Domani infatti il collegio arbitrale comunicherà alle parti la data della prima udienza relativa alla causa per mobbing che l’attaccante argentino ha intentato nei confronti del club biancoceleste. “Questo è super mobbing – dice Luis Ruzzi, agente del sudamericano -. Speriamo che venga fatta un pò di chiarezza. Vogliamo che Mauro Zarate torni ad essere trattato per il campione che è e che si liberi presto da questa trappola”.

Per Zarate nulla da fare: ancora Lazio (fuori rosa) nel suo futuro

Come si legge sul portale LazioNews24.com, la trattativa tra l’argentino Mauro Zarate e la Dinamo Kiev sarebbe ufficialmente saltata. L’attaccante al momento é fuori rosa da tre mesi a nulla sono valsi i tentativi della società biancoceleste di liberarsi del pesante contratto. Il calciatore oggi ha ribadito la sua posizione contro la società, espressa dal messaggio pubblicato attraverso l’account ufficiale sul social network Twitter: “Nessun problema di clausola ripeto un’altra volta !!”.

Zarate ed il presepe di Formello

Curiosa espressione quella usata dall’argentino Mauro Zarate per esprimere il suo disappunto in merito alla situazione che ha passato nei primi mesi della stagione 2012-13. Vicino ad una possibile cessione presso altri lidi dove posa esprimere il suo talento, che nelle ultime due stagioni è parso molto in ribasso, l’attaccante della Lazio ha usato un’immagine natalizia curiosa con un post su Twitter: “In partenza per Roma! A fare il pastore di Formello per un anno”.

Il Presidente Lotito, tirandosi fuori dalla polemica con garbo, ha risposto ai microfoni di Sportitalia: “Non bado a queste cose, non seguo i social network. Io non rispondo perché sono i dipendenti che devono rispondere alle scelte della società e non la società che deve rispondere alle loro frasi”.

Genoa: accordo con la Lazio per Matuzalem. Sul piatto anche Zarate e Sculli

Alla vigilia del derby della Lanterna più tribolato degli ultimi anni, la piazza genoana smuove il suo scetticismo con le manovre di mercato. Secondo il Corriere Mercantile infatti sarà Matuzalem il prossimo regista del Genoa, a partire da gennaio 2013. In settimana il presidente del Grifone Enrico Preziosi ha concluso con il patron della Lazio Claudio Lotito il trasferimento del giocatore, ad oggi fuori dalla rosa di Petkovic per motivi disciplinari. Il centrocampista brasiliano è reo di essersi presentato in grave ritardo alla partenza per il ritiro estivo. I colloqui si sono incentrati anche su altri due biancocelesti, Zarate e Sculli, ma per questi ultimi  non è stato trovato alcun accordo. Certo è che Del Neri aspetta con ansia nuovi innesti a breve termine, per poter riuscire a dare un’impronta salvifica alla stagione.

I turchi bussano a Formello per avere Hernanes, Ledesma e Zarate


La Lazio ritrova la via del goal all’Arechi di Salerno. I biancocelesti, dopo tre match consecutivi senza violare la porta avversaria, hanno inflitto un netto 3-0 alla Salernitana con le firme di Ledesma (rigore), Mauri e Zarate. E proprio sui due argentini Ledesma e Zarate rimbalzano nuove voci di mercato. Se da un lato la partenza del regista sudamericano appare improbabile a meno di offerte irrinunciabili per Lotito e lo stesso centrocampista, quella di Zarate è molto più gettonata a Formello e dintorni vista la difficoltà nel trovare un accordo con l’attaccante per spalmarsi l’oneroso ingaggio.

Le ultime notizie in arrivo dalla Turchia parlano di un’offerta da circa 40 mln di euro da parte del Galatasaray per i due argentini insieme al brasiliano Hernanes. Proprio l’estroso brasiliano appare ancora fuori dai piani tecnici di Petkovic (ieri non è sceso in campo, anche se per motivi di tornover) e la società biancoceleste non disdegnerebbe di monetizzare attraverso una sua cessione, mentre appare intenzionata a tenersi stretta Ledesma. La valutazione di Hernanes si aggira sui 20-25 milioni di euro, cifre proibitive per molti anche alla luce della deludente passata stagione del 27enne brasiliano passato da faro della squadra e idolo della tifoseria a lusso non più indispensabile alla causa biancoceleste.