Torna la Coppa Italia: il programma

Con il mese di dicembre si chiude la prima fase del trofeo italiano, che vede scendere in campo le squadre per il quarto turno, i sedicesimi di finale. Tutte le sfide verranno trasmesse in diretta su canali Rai. Di seguito il programma dettagliato.

OGGI

Lazio-Varese (ore 16)                                                                                                     Sassuolo-Pescara (ore 18)                                                                                             Verona-Perugia (ore 21)

MERCOLEDI’:

Atalanta-Avellino (ore 15)
Empoli-Genoa (ore 18)
Udinese-Cesena (ore 21)

GIOVEDI’:
Cagliari-Modena (ore 18)
Sampdoria-Brescia (ore 21)

Ufficiale: Sannino siederà sulla panchina del Chievo

Ed anche l’ultima panchina rimasta vacante del massimo torneo è sistemata: sarà celebrato il matrimonio calcistico fra Giuseppe Sannino ed il Chievo, matricola terribile della Serie A che punta sempre su tecnici emergenti e che chiusa l’esperienza di Palermo, torna a Nord da cui è partito nell’estate del 2011, una volta chiuso il triennio a Varese.

Ecco il comunicato della società clivense: L’A.C.ChievoVerona comunica di aver affidato la guida tecnica della Prima Squadra al Sig. Giuseppe Sannino. Il nuovo allenatore verrà presentato agli organi di informazione martedì 2 luglio alle ore 16 presso l’Hotel Leopardi.

Chievo-Sannino: manca solo l’ufficializzazione. Divorzio da Zamparini

L’accordo tra Giuseppe Sannino, e l’Ac Chievo Verona è praticamente fatto. Il tecnico partenopeo sarà il prossimo allenatore del Chievo con un contratto biennale. Per liberarsi dal Palermo, Sannino rinuncia di fatto a circa 800 mila euro che avrebbe dovuto percepire dal club di Maurizio Zamparini. Un divorzio forzato visto i rapporti non idilliaci tra i due protagonisti della vicenda.

Il tecnico di Ottaviano, classe 1957, torna quindi a tempo pieno su una panchina di serie A. Nel suo palmares, in veste di allenatore, Oltrepò, Biellese, Sudtirol, Meda, Sangiovannese, Varese, Cosenza, Lecco, Pergocrema, Varese, Siena e Palermo.

 

Castori paga la sconfitta a Vercelli: il Varese passa nelle mani di Agostinelli

Castori paga la sconfitta a Vercelli: il Varese passa nelle mani di Agostinelli

Fabrizio Castori non è più l’allenatore del Varese.
Dopo la sconfitta subita ieri a Vercelli il club lombardo ha esonerato il tecnico marchigiano affidando la squadra nelle mani di mister Agostinelli. Si tratta dell’ennesima panchina che salta quest’anno in serie Bwin.

Il tecnico marchigiano paga una serie di risultati a dir poco deludenti che hanno fatto scivolare il club lombardo fuori dalla zona plyoff. Agostinelli ha solo 5 giornate a disposizione per motivare un gruppo sempre più allo sbando anche se il Brescia, che attualmente occupa la 6° ed ultima posizione valida per i playoff, dista solo un punto in classifica.

Il calendario, oltretutto, vedrà proprio Brescia e Varese affrontarsi nell’ultimo turno di campionato. Una sfida che, secondo molti, potrebbe rivelarsi decisiva per l’accesso al sogno per giocarsi il passaggio nella massima serie.

 

Premiati i migliori preparatori atletici d’Italia

È stato assegnato al preparatore atletico della Juventus Paolo Bertelli il premio ‘Cronometro d’oro’ oggi al Museo del Calcio, a Coverciano, nel corso della tradizionale riunione d’aggiornamento dei preparatori atletici delle squadre di calcio di serie A, B e Lega Pro. Oltre a Bertelli per la massima serie, alla seconda vittoria dopo aver conseguito il successo ai tempi di Spalletti alla Roma, sono stati premiati Giorgio Panzarasa del Varese per la serie B e Pietro La Porta della Ternana per la Lega Pro.

Le decisione del Giudice Sportivo di Serie B

Emilio Battaglia, giudice sportivo di Serie B, ha squalificato 19 giocatori, tutti per un turno, dopo le partite del settimo turno di ritorno. Questo l’elenco dei fermati: Fossati, Peccarisi (Ascoli), Bellomo, Rossi (Bari), Caracciolo, Picci (Brescia), Comotto, Meza Colli (Cesena), Abruzzese (Crotone), Hysaj, Tonelli (Empoli), Gozzi (Modena), Porcari (Spezia), Filkor, Scaglia (Pro Vercelli), Ebagua, Rea (Varese), Rosania, Turchi (Virtus Lanciano). Un turno al tecnico del Varese Fabrizio Castori; inibiti fino al 20 marzo i dirigenti Carli (Empoli) e Sogliano (Verona).

Per le società, ammende a Padova (6.000 euro per “avere suoi sostenitori indirizzato nei confronti dei calciatori della squadra avversaria grida e cori costituenti espressione di discriminazione territoriale”) e Bari (2.000 euro).

Serie B: il Verona ricomincia alla grande, oggi sarebbe in A

Il Verona riprende la marca e conquista una vittoria sul terreno di uno Spezia che sta operando un mercato interessante per provare a rimanere in zona play-off che oggi, con la contemporanea sconfitta casalinga del Varese contro la matricola Lanciano, non verrebbero disputati. Ecco i risultati

Bari-Ascoli 0-1 (Zaza)                                                                                                       Cesena-Vicenza 3-1 (Pinardi, Granoche, Tonucci, Succi)                                                  Empoli-Novara 0-2 (Lepiller, Lazzari)                                                                            Grosseto-Cittadella 3-1 (Di Roberto, Padella, Piovaccari, Rig. Lupoli)                                 Modena-Ternana 1-2 (Litteri, Rig. Ardemagni, Rig. Litteri)                                                 Padova-Livorno 0-0                                                                                                          Pro Vercelli-Reggina 0-0                                                                                                   Spezia-Verona 0-1 (Cacia)                                                                                                 Varese-Lanciano 1-2 (Turchi, Ebagua, Rig. Volpe)

giocata Venerdì Crotone-Sassuolo 2-1 (De Giorgio, Eramo, Missiroli)                                                                             domani Ore 20.45 Juve Stabia-Brescia

Questa la classifica dopo il 23° turno: Sassuolo 51; Livorno 48; Verona 46; Varese 36; Empoli 33; Modena 32; Brescia*, Padova, Ascolo 31; Juve Stabia* e Cittadella 30; Spezia e Ternana 28; Novara, Crotone e Lanciano 25; Bari, Reggina, Cesena 24; Vicenza 19; Pro Vercelli 16; Grosseto 14.
*= una gara in meno

Torna la serie B: a Varese si giocano gli 8 minuti rimasti contro il Grosseto

Mille chilometri, tra andata e ritorno per giocare gli 8 minuti rimasti. Partendo da un parziale di 0-3. E’ questo quanto attende domani i giocatori del Grosseto che dovranno presentarsi al Franco Ossola per terminare la partita sospesa all’83° del 15 dicembre scorso per nebbia. Una sgambata, o meglio una scocciatura di cui, ne siamo certi, i calciatori maremmani avrebbero volentieri fatto a meno.
E le previsioni del tempo, come se non bastasse, domani danno neve sulla città giardino.

Ecco come era andata a finire un mese fa…

Abodi rieletto presidente della Lega di Serie B

Era stata chiesta la disponibilità da parte dei presidenti della serie cadetta e così è stato. Andrea Abodi è stato infatti rieletto all’unanimità (22 voti su 22) presidente della Lega di serie B al termine dell’assemblea elettiva svoltasi oggi. Al suo fianco, in qualità di vicepresidente, è stato indicato il vicepresidente del Crotone Salvatore Gualtieri.
Sono stati inoltre eletti i consiglieri Carlo Accornero, presidente del Novara, Andrea Corradino, vicepresidente dello Spezia, Francesco Ghelfi, in rappresentanza dell’Empoli, Enzo Montemurro del Varese e Gianluca Sottovia del Padova.

Il Grosseto cambia ancora: arriva Menichini

Altro cambio sulla panchina del Grosseto e con questo siamo a quattro: ieri sera è stato trovato l’accordo tra il presidente Piero Camilli e Leo Menichini dopo che nel pomeriggio la squadra era stata allenata regolarmente da Magrini, che paga la quasi sconfitta di sabato scorso contro il Varese, quando sul punteggio di 3-0 per i padroni di casa l’arbitro Castrignanò optò di non far disputare sabato scorso gli ultimi otto minuti al calare della nebbia sul terreno di gioco.

Primo avversario per i maremmani con la nuova conduzione tecnica sarà la Reggina di Dionigi. Il compito del vice allenatore storico di Carletto Mazzone, reduce dall’esonero nella passata stagione quando sedeva sulla panchina del Crotone, sarà quello di risollevare una compagine ultima in classifica causa la penalizzazione del calcio scommesse.

I dettagli dell’accordo prevedono la durata sino al prossimo 30 giugno, con eventuale rinnovo in base ai risultati raggiunti dalla squadra.