Bambino invade Uruguay-Giamaica per la maglia di Godin

invasione

Per il piccolo invasore il tentativo di avere la maglia del capitano dell’Uruguay Diego Godin finisce “male”: un mesto ritorno sugli spalti, probabilmente dai genitori, senza la casacca del campione preferito. Chissà che Godin non si sia limitato ad una semplice promessa per accontentare in un secondo momento il ragazzino, al termine di Uruguay – Giamaica, finita con la sofferta vittoria della Celeste per 1-0.

 

Brasile ed Argentina: caccia al titolo del Sub-20

 

Edizione numero 27 del torneo sudamericano denominato  Sub-20 e dedicato alle giovani e future promosse del calcio del continente, occasione imperdibile per gli operatori di mercato per scoprire in anticipo quali potrebbero fare le fortune del calcio europeo. La rassegna, quest’anno ospitata dall’Uruguay, avrà inizio in nottata. Dieci le nazionali partecipanti e divise in due gironi, con la formula all’italiana: le migliori tre di ogni gruppo hanno accesso alla fase finale, con formula identica fino al 7 febbraio, giorno di conclusione.

Il torneo darà il pass per la qualificazione alla prossima rassegna iridata di categoria in giugno (primi 4 posti) e l’Olimpiade di Rio 2016 (primi 2 posti). Le favorite sono le solite regine del Sudamerica, Brasile (11 successi) ed Argentina (4), con i padroni di casa dell’Uruguay a fare da terzo incomodo.

Girone A: Argentina, Bolivia, Ecuador, Paraguay e Perù. Girone B: Brasile, Cile, Colombia, Uruguay e Venezuela.

Suarez e le facili cadute

Nel match di stanotte che ha permesso all’Uruguay di qualificarsi per lo spareggio di metà novembre contro la Giordania, Luis Suarez, attaccante della Celeste e del Liverpool, ha saputo guadagnarsi con furbizia il penalty che ha permesso la vittoria contro i rivali-amici delll’Argentina, scatenando la reazione sarcastica del tecnico argentino Sabella.

http://youtu.be/Dc7BogafM38

Zamparini: non vedo bene il rapporto Ibra – Cavani

Zamparini sentenzia sul rapporto fra Zlatan Ibrahimovic ed il neo parigino Edinson Cavani, giocatore scoperto proprio dalla dirigenza rosanero in Uruguay ed a proposito di una possibile partenza di Ibra dalla Francia dice: “sarebbe stata la migliore soluzione per il Paris Saint-Germain, perché ora Ibra rovinerà Cavani, come ha fatto con Pastore, impedendogli di avere al Psg lo stesso rendimento che a Napoli”. Parole espresse dal numero uno del club palermitano a France Football e per rafforzare il concetto sotto l’aspetto tecnico aggiunge: “A Napoli tutta la squadra giocava per lui. Non credo che a Parigi avrà lo stesso numero di palloni”.

Hernandez: poker a Tahiti ed un pensiero al Palermo

Anche ieri nel match di Confederations Cup tahiti ha svolto il ruolo di sparring partner, stavolta a favore della Celeste di mister Tabarez. Ed il “palermitano” Abel Hernandez si è divertito con un poker di reti a violare più volte la porta dell’estremo difensore della nazionale oceanica.

Utilizzando i sociale network, l’attaccante ha fatto sapere che il nuovo tecnico Gattuso potrà contare su di lui per una rapida risalita nella massima serie: “Ho letto sulle pagine ufficiali rosanero di Facebook e di Twitter i tanti messaggi d’affetto che i tifosi mi hanno rivolto dopo i goal. Volevo ringraziarli davvero per il loro appoggio, continuano ad essere molto vicini a me come hanno sempre fatto. Spero anch’io di contribuire al grande rilancio del Palermo”.

Nigeria – Uruguay : il tabellino

Nigeria – Uruguay 1-2

NIGERIA (4-3-3): Enyeama; Ambrose, Oboabona, Omeruo, Echiejile; Ogu (65′ Mba), Ogude, Mikel; Musa, Ideye (73′ Apkala), Oduamadi (35′ Babatunde). Ct. Keshi

URUGUAY (3-4-3): Muslera; Lugano, Godin, Caceres; Maxi Pereira, Alvaro Gonzalez, Arevalo, Cristian Rodriguez (87′ A. Pereira); Forlan, Cavani, Suarez (81′ Coates). Ct. Tabarez

Ammoniti: Akpala, Lugano

Marcatori: 18′ Lugano, 36′ Obi Mikel, 50′ Forlan

Espulsi: –

Cavani, il mercato aspetta il parere della mamma

Futuro per Edinson Cavani ancora molto lontano dall’essere deciso: prima la Confederations Cup , che potrebbe fare innalzare il suo valore e poi al ritorno a Napoli, si vedrà. Ma intanto fa capolino la mamma del bomber dei partenopei che ad un radio di Montevideo ha fatto sapere dove il figlio potrebbe essere diretto: “Ci sono tante voci, quando succederà qualcosa saremo i primi a saperlo. Edi è in trattativa con il Manchester City e con il Real Madrid. Chelsea? Al momento non c’è nulla di concreto. Comunque andrà a fine questa storia, Edi ama Napoli e, nel caso dovesse andare via, non dimenticherebbe mai l’amore e l’affetto della gente”.

Uruguay: ecco la lista dei 23 per la Confederations Cup

PORTIERI: Fernando Muslera (Galatasaray), Martin Silva (Olimpia), Juan Castillo (Danubio);
DIFENSORI: Diego Lugano (Malaga), Diego Godin (Atletico Madrid), Sebastian Coates (Liverpool), Martin Caceres (Juventus), Matias Aguirregaray (Penarol), Maximiliano Pereira (Benfica), Andres Scotti (Nacional);
CENTROCAMPISTI: Alvaro Gonzalez (Lazio), Alvaro Pereira (Inter), Egidio Arevalo Rios (Palermo), Diego Perez (Bologna), Walter Gargano (Inter), Sebastian Eguren (Libertad), Cristian Rodriguez (Atletico Madrid), Gaston Ramirez (Southampton), Nicolas Lodeiro (Botafogo);
ATTACCANTI: Luis Suarez (Liverpool), Edinson Cavani (Napoli), Abel Hernandez (Palermo), Diego Forlan (Internacional).