Brendan Rodgers: giocatore baseball americano confuso su Twitter

brendan-rodgers

 

 

 

Il mondo del web può portare anche a fare confusione. Dopo il derby di domenica contro l’Everton, finito in parità per 1-1, si è conclusa l’esperienza sulla panchina del Liverpool per il manager Brendan Rodgers. La dirigenza dei Reds, approfittando della pausa per le nazionali, ha optato per un nuovo ciclo, considerando che lla stagione 2015-16 è ancora all’inizio.

Ma a pagarne le conseguenze mediatiche è stato un giocatore di baseball della MLB, l’omonimo Brendan Rodgers, interbase dei Colorado Rockies, una delle 30 squadre professionistiche del passatempo preferito dagli americani. Dopo aver ricevuto circa 13.000 (!) messaggi sul profilo Twitter, il player dal cognome irlandese, ha twittato semplicemente, “Io non sono il manager del Liverpool”, sicuramente infastidito dall’eccessiva pubblicità (non gradita) ricevuta in poche ore.

brendan

Forbes: le 10 squadre più seguite sui social networks

tifosi barcellona

La rivista americana Forbes ha redatto una speciale classifica relativa alle squadre sportive con più fans sui principali social networks, ovvero Facebook e Twitter. Dalla somma è emerso che a guidare la Top Ten è il Barcellona, l’unico club a rompere il muro dei cento milioni di “seguaci” internettiani, più precisamente 100,9. Segue poco più di mille punti di distanza l’altro top club spagnolo, il Real Madrid del neo tecnico Benitez. Sul terzo gradino del podio salgono i Red Devils, al secolo il Manchester United, con ben il 30% in meno delle preferenze. Il Chelsea poi, al quarto posto, addirittura viene più che doppiato dai catalani: per i Blues solo, si fa per dire circa 49 milioni di fans. Unico club italiano presente nella Top Ten è il Milan, con circa 27 milioni. Soltanto i Los Angeles Lakers riescono ad entrare in classifica come club non calcistico: al nono posto infatti troviamo gli Angeli giallo-viola della California con 25,6 milioni di preferenze.

club totale Facebook_logo-3 - Copia  twitter logo
1 Barcellona 100,9 85,4 15,5
2 Real Madrid 99,8 83,3 16,5
3 Manchester United 70,9 65,4 5,5
4 Chelsea 48,7 42,9 5,8
5 Arsenal 33,0 33,0 6,0
6 Bayern Monaco 32,9 30,7 2,2
7 Liverpool 30,3 25,7 4,6
8 Milan 27,1 24,4 2,7
9 Los Angeles Lakers 25,6 21,2 4,4
10 Manchester City 21,8 19,2 2,5

De Laurentiis scalda i napoletani: tra poco saprete…

Aurelio de Laurentiis non è solo il patron del club partenopeo ma in primis è uomo di cinema. Se non ha ancora preparato il manifesto per apporvi il viso del nuovo allenatore è soltanto perché sta pensando a qualcosa di esplosivo.

E così si spiega che poco alla volta, fa salire l’acquolina in bocca ai tifosi azzurri; la firma di Rafa Benitez sembra davvero vicina, così pochi minuti fa lo stesso De Laurentiis via Twitter ha dichiarato: «Mi raccomando, il momento si sta per avvicinare e ne vedremo delle belle!».

Per Zarate nulla da fare: ancora Lazio (fuori rosa) nel suo futuro

Come si legge sul portale LazioNews24.com, la trattativa tra l’argentino Mauro Zarate e la Dinamo Kiev sarebbe ufficialmente saltata. L’attaccante al momento é fuori rosa da tre mesi a nulla sono valsi i tentativi della società biancoceleste di liberarsi del pesante contratto. Il calciatore oggi ha ribadito la sua posizione contro la società, espressa dal messaggio pubblicato attraverso l’account ufficiale sul social network Twitter: “Nessun problema di clausola ripeto un’altra volta !!”.

Futuro Roma? Andreazzoli potrebbe restare

Nelle ultime ore si era fatto forte il consenso verso Massimiliano Allegri come tecnico della società giallorossa. Ma prima la vittoria contro il Barcellona,, seguendo alla lettera il piano tattico del tecnico livornese e poi l’ambiente stesso romanista che pare ricompattato hanno portato la Roma a smentire ufficialmente sul proprio profilo Twitter le voci insistenti di un contatto tra il dg Franco Baldini e l’entourage dell’allenatore del Milan.

Così la Roma ha voluto anche confermare l’attuale tecnico Aurelio Andreazzoli anche per le prossime stagioni.

Come si legge su Twitter, la Roma “smentisce le indiscrezioni di mercato riguardanti presunte trattative con eventuali allenatori per la prossima stagione. L’allenatore della Roma è Aurelio Andreazzoli, con fondate ragioni che lo possa essere anche nelle prossime stagioni”.

Telenovela Sneijder: già in vacanza in Olanda

Come riporta oggi il Corriere dello Sport, l’olandese Sneijder è già in vacanza ad Amsterdam. E la moglie per l’occasione ha postato un tweet alquanto sibillino: Ciao Milano, ci mancherai…
Per l’olandese nessuno screzio questa volta, il permesso è stato accordato dalla dirigenza nerazzurra; Il ritorno è previsto il 2 gennaio.

Balotelli guerriero tatuato

L’arte di stupire appartiene certamente all’attaccante del City e della nazionale italiana Balotelli e così è abbastanza logico che subito dopo aver fatto visita ad un centro tatoo della città inglese, Supermario abbia postato su Twitter una foto di lui sotto i ferri del mestiere.

E la  frase che ha scelto perchè venisse impressa sul suo fisico statuario ha un significato storico: “I am the punishment of God. If you had not committed great sins, God would not have sent a punishment like me upon you”. Tradotto: “Sono il castigo di Dio. Se non avete commesso grandi peccati, Dio non mi avrebbe inviato qui per punirvi”. Citando dunque l‘epico guerriero Gengis Khan, fondatore dell’impero mongolo.

Lite Bonucci-Marchisio: una bufala, smascherata su Twitter

D’amore e d’accordo. Così va la vita per Claudio Marchisio e Leonardo Bonucci, protagonisti loro malgrado di una presunta lite durante Milan- Juventus di domenica. Presunta, appunto; i due hanno pensato bene di ironizzare attraverso uno scambio di tweet. Il difensore ed il centrocampista hanno voluto smentire così: “Leo, hai letto del nostro presunto litigio? Mah”, scrive Marchisio. “Sono rimasto stupito anch’io!!!..mah…ci vediamo al campo…”, la risposta di Bonucci.

Caso Sneijder: l’Inter gli vieta l’uso di Twitter

Spunta un altro indizio nel delicato rapporto che lega Wesley Sneijder all’Inter. Un rapporto che assomiglia sempre di più ad una separazione in casa. La società nerazzurra gli ha infatti vietato l’uso di Twitter. L’annuncio è stato dato dalla moglie dell’olandese, Yolanthe Cabau, la quale ha scritto sul social network: “Mio marito @sneijder101010 non può scrivere più su Twitter, le scelte della società. #Strano”. Le ultime tracce lasciate dal fantasista in effetti risalgono al 3 novembre – non è passata un’eternità, ma per uno come lui, avvezzo ai cinguettii in rete, è una vita – dopo la vittoria dei suoi compagni a Torino: “Yesssss!!!! Grande ragazzi..#amala.” 

POLEMICA INNESCATA DALLA MOGLIE – Trapela che il club ha deciso di vietare l’utilizzo di Twitter al giocatore perché non avrebbe rispettato alcune regole interne sull’uso dei social network, come ad esempio  postare notizie sul proprio stato di salute. La consorte, giovedì sera prima della partita contro il Partizan, ha spiegato il motivo del lungo silenzio del marito: “Io sono triste perché lui da sempre il massimo per la squadra con tutto il cuore… #stranoMaLaverita #ForzaInter bacio e grazie a tutti #tifosi. Si era che lui nn può scrivere più nel sua vita privata, lo capisco.. Ma hanno detto che lui non può più appoggiare o complimentare la squadra nemmeno!! #QuestoEStranoIoPenso ma va bene dopo vedremo come Wes torna per vincere con l’Inter! :) bacio”.

PIU’ FORTI SENZA WES – E’ quindi giallo dalle parti della Pinetina: Wes sembra sempre più a margine, non solo del gruppo ma, a questo punto, anche della società. Stramaccioni ha trovato senza di lui  l’equilibrio tattico che gli ha permesso di centrare 10 successi consecutivi, ed ora il reintegro dell’ex madridista è un bel rompicapo. E’ fuori dal 26 settembre, giorno in cui si era infortunato sul campo del Chievo Verona, adesso è abile e arruolato ma sembra molto difficile che venga inserito nella lista dei convocati per la sfida contro l’Atalanta. Lo staff tecnico dice che non vuole rischiarlo, ma resta qualche ombra.