Trezeguet, goal scudetto in Milan – Juventus 2005

trezeguet goal

David Trezeguet vs Milan: In una giornata primaverile del 2005 (8 maggio), Milan e Juventus si affrontano in una sfida che vale lo scudetto. La Juventus è prima a 79 punti, il Milan secondo a 76 punti quando mancano 4 giornate alla fine del torneo. La partita la gioca prevalentemente il Milan con la Juve che gioca di contropiede. Al 28-esimo minuto Del Piero si inventa una splendida rovesciata con la quale mette in mezzo all’area un pallone che Trezeguet deve solo spingere in porta sotto gli occhi increduli di Maldini e Stam. È il gol che vale il 28-esimo scudetto della Juventus (poi revocato) e che risolve una volta per tutte la contesa tra i Torinesi e il Milan durata un’intera stagione. Rimarrà per sempre nella memoria e nel cuore di tutti i tifosi della Juventus.

 

Trezeguet: dal campo alla dirigenza del River?

Intervento riuscito per l’ex juventino David Trezeguet, costretto a passare sotto i ferri del chirurgo causa l’ultimo recente infortunio al ginocchio sinistro, che terrà fermo il 35enne franco – argentino per un periodo variabile fra  3 e 5 mesi. Il giocatore avrebbe già espresso pubblicamente il desiderio di tornare a vestire la maglietta dei “gallegos” ma per tranquillizzarlo, il presidente del club argentino, Daniel Passarella, ha già offerto un posto nella dirigenza del club.

Trezeguet, brutto stop per lui ed il River

E’ piombata una brutta notizia sul River Plate, la squadra in cui milita il centravanti ex – Juventus   David Trezeguet, il quale sarà costretto a ricorrere a un’operazione chirurgica, per porre fine alle sofferenze procurate dalla tendinite rotulea che lo tormenta ormai da diverso tempo. Dopo l’operazione, l’attaccante franco – argentino dovrà rimanere a riposo per un periodo di almeno quattro mesi, lasciando così il club di Buenos Aires senza il loro esperto giocatore per il resto della stagione.

La speranza per il Napoli: ecco le grandi rimonte in Europa

Secondo turno 1975/76
Ipswich Town FC – Club Brugge KV 3-0
Club Brugge KV – Ipswich Town FC 4-0

Secondo turno 1984/85
Queens Park Rangers FC – FK Partizan 6-2
FK Partizan – Queens Park Rangers FC 4-0 (Partizan vince ai gol in trasferta)

Terzo turno 1985/86
VfL Borussia Mönchengladbach – Real Madrid CF 5-1
Real Madrid CF – VfL Borussia Mönchengladbach 4-0 (Real Madrid vince al gol in trasferta)

Terzo turno 1987/88
Budapest Honvéd FC – Panathinaikos FC 5-2
Panathinaikos FC – Budapest Honvéd FC 5-1

Finale 1987/88
RCD Espanyol – Bayer 04 Leverkusen 3-0
Bayer 04 Leverkusen – RCD Espanyol 3-0 (Leverkusen vince 3-2 ai rigori)

Ottavi 2009/10
Juventus – Fulham FC 3-1
Fulham FC – Juventus 4-1

Trezeguet ancora in Italia? Caliendo non smentisce

Quasi pronto per il superclasico argentino fra Boca e River, David Trezeguet  è stato accostato dal quotidiano francese L’Equipe ad una prossima destinazione europea , causa i problemi famigliari che spesso lo stanno costringendo a viaggiare fra il Sudamerica ed il Vecchio Continente.

La società interessata alle sue prodezze sarebbe il Palermo che, attraverso Lo Monaco, avrebbe allacciato i primi contatti per gennaio, in virtù anche del grave infortunio che ha colpito Hernandez.

Antonio Caliendo agente del giocatore, nell’intervista rilasciata a Palermo24.net è stato vago: «Non nascondo di aver avuto contatti con Lo Monaco, ma al momento si tratta di poco più che un pour parler. Lo Monaco è un amico ed una persona che stimo, e a quanto pare sembra possa essere interessato a David per gennaio. Ancora c’è poco di concreto, ma non è escludo niente. Lo Monaco è il dirigente giusto per portare avanti una trattativa del genere. Sì, credo proprio che David abbia deciso di ritornare a giocare in Europa. So che i tifosi del River si stanno mobilitando per farlo restare in Argentina, ma il giocatore per motivi personali vuole riavvicinarsi alla Francia. Con lui, comunque, non abbiamo ancora parlato specificamente di Palermo o di altre destinazioni.

 

Argentina: esordio amaro per il River di Trezeguet, Boca travolto

Pronti via e in Argentina cadono subito i due club più blasonati: il Boca Juniors è stato steso per 3 a 0 dal Quilmes, pagando ancora le scorie della bruciante sconfitta in finale di Libertadores contro i brasiliani del Corinthians. Diverso il discorso per il River Plate, che tornava da un anno di purgatorio trascorso in seconda divisione per la prima volta nella sua gloriosa storia. L’esordio al Monumental di Buenos Aires è stato però amaro: i millionarios sono stati sconfitti per 2 a 1 dall’Atletico Belgrano.

Un po’ di sfortuna per il River che allo scadere ha anche fallito un calcio di rigore. Ma soprattutto è rimasto all’asciutto David Trezeguet, il protagonista del ritorno in Primera A della squadra della capitale. Proprio l’ex bomber della Juventus aveva firmato la doppietta nell’ultima partita della seconda divisione, portando così il River Plate a disputare l’Apertura senza dover affrontare i temuti spareggi.

Nelle altre partite del primo turno il Colon ha battuto il Lanus 1 a 0, mentre sono finite in parità Newell’s Old Boy-Independiente (0-0) e Racing Club-Atletico Rafaela (1-1). Infine il San Lorenzo ha superato per 2 a 1 il San Martin e il Godoy Cruz ha pareggiato 1 a 1 contro l’All Boys.

Monumental in festa, il River torna fra le grandi


Con una doppietta di Trezeguet nella sfida interna di sabato contro l’Almirante Brown, il River Plate è tornato nella massima serie argentina dopo un passato su campi di periferia della Serie B Nacional.

Una squadra allestita con grandi nomi del passato biancorosso è servito e bastato per vincere il campionato, riempire gli stadi in cui il River ha giocato e riportare entusiasmo per un club che fino ad un anno fa non era mai retrocesso. Tassello importante di questo successo è stato David Trezeguet, che dopo 16 anni passati in Europa a mietere successi con Monaco e Juventus ed a gonfiare le reti, è arrivato per vestire la mitica casacca biancorossa, il club per cui ha sempre tifato fin da bambino.

Se all’inizio era stato accolto con scetticismo dai media, che lo accusavano apertamente di essere volato in Sudamerica per accaparrarsi l’ultimo contratto della carriera, dopo 13 goals in 19 partite Trezegol ha messo il suo sigillo in questa fase triste del club bonaerense. 

La squadra è guidata in panchina da una vecchia conoscenza del calcio italiano Matías Almeyda, che militò in Lazio, Parma, Inter e Brescia, per poi chiudere la carriera proprio nel River Plate l’anno passato. Adesso l’Odissea dei Millonarios è terminata, lo aspetta il Boca Juniors per il Superclasico!